Archive | gennaio, 2013

Federbalneari, dal Parlamento europeo novità sulla Bolkestein

Novità per le spiagge italiane e salentine. A seguito delle due giornate di votazione del Parlamento Europeo, ancora non ufficialmente chiuse, approvata la Direttiva Concessioni, confermando l’accordo trovato nei giorni scorsi con la Commissione Mercato interno del Parlamento europeo: spiagge escluse al campo di applicazione della nuova Direttiva.
L’intesa raggiunta è il frutto della collaborazione tra un gruppo di eurodeputati italiani, guidati da Lara Comi ed il relatore della Direttiva Philippe Juvin, Ppe.

L’accordo ancora non risolve il contenzioso nato dall’incompatibilità della direttiva Bolkestein con il sistema turistico balneare italiano, ma spiana la strada agli imprenditori balneari che potranno ora rilanciare, senza nuovi vincoli di assegnazione, i propri programmi finalizzati alla risoluzione della problematiche nate dall’applicazione della Direttiva Servizi, garantendo stabilità al comparto, nel rispetto delle liberalizzazioni dettate dalle normative europee.
Lara Comi spiega

Abbiamo deciso di scegliere una nuova definizione di concessione che esclude chiaramente il settore balneare italiano dall’ambito di applicazione di questa nuova legislazione europea

Mentre il presidente Renato Papagni dice

Siamo molto contenti della dedizione con la quale i nostri europarlamentari a Strasburgo lavorano per difendere gli interessi che non sono solo degli operatori balnerari, ma del’intero comparto turistico e dell’Italia. Stiamo tutti lavorando per rilanciare la crescita economica del nostro Paese, che deve far leva proprio sul turismo, ora come non mai.

Il presidente Papagni ha rivolto i complimenti di tutta la Federazione Nazionale dei Balneari anche agli altri europarlamentari che stanno lavorando nell’ambito della Commissione Mercato Interno.
Un nuovo provvedimento come buon presupposto per rilanciare accordi con il Governo al quale la federazione e Papagni chiedono

di far partire le procedure di evidenza pubblica fin da subito solo per le aree non in concessione, e di valorizzare, invece, il sistema di imprese che già sono sul mercato, permettendo loro di investire e restare competitive, con dei piani da completare entro il 2015.

Nello specifico gli operatori balneari che potranno presenteranno un nuovo business plan entro il termine del 2015 beneficiando, dunque, della concessione demaniale da 10 fino a 30 anni, in funzione degli investimenti previsti nel piano.
Il Presidente di FederBalneari Italia ha chiosato

Esonerare le spiagge dal’applicazione di una nuova Direttiva che definisce l’agiudicazione dei contratti di concessione, ci fa sperare che non subentrino nuove restrizioni al periodo di durata delle concessioni balneari fino a 30 anni, da noi ritenuto opportuno per proiettare le imprese balneari nella competizione del mercato unico e dei turismi internazionali

Mauro Della Valle, Vice Presidente FederBalneari Italia e presidente di Assobalneari Salento ha sottolineato

incassiamo un altro punto a favore della crescita, della ripresa dell’economia balneare, che potrebbe trovare il suo culmine nel Salento se la Regione Puglia decidesse di pianificare risorse a tutela delle spiagge e della costa.

Posted in AmbienteComments (0)

Musica made in Salento con I Granma a Parabita e Ninfa Giannuzzi a Lecce

A quattro giorni dall’uscita del nuovo singolo Dormi e Sogna, in rotazione su Radio 105, accompagnata dalla pubblicazione dei videoclip, i Granma questa sera si esibiranno a Bakayokò di Parabita dove suoneranno i pezzi del loro primo album Non Cambierà, pubblicato nel 2012. La band è presente da diversi anni nella scena musicale salentina e negli ultimi anni ha condiviso il palco con importanti artisti come Santana e Zucchero, dei quali hanno aperto alcuni concerti e hanno partecipato, tra l’altro, al tour estivo di Radio2 – Xfactor con Max Gazzè, Arisa, Alex Britti e Giuliano Palma.

Per leggere la recensione http://www.otrantooggi.it/2013/01/22/dormi-e-sogna-dal-21-gennaio-il-nuovo-videoclip-dei-granma/

Dalla musica rock a quella popolare ma sempre made in Salento con il concerto Ruba Mazzo di Ninfa Giannuzzi, accompagnata dalla chitarra di Valerio Daniele, al Coffeandcigarettes di Lecce. Ninfa Giannuzzi è un caposaldo della musica popolare salentina, con diversi lavori discografici alle spalle e vari anni di partecipazione al concertone della Notte della Taranta di Melpignano. Start ore21, ingresso libero.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Luigi Mariano, il cantautore Asincrono al La Gatta al Lardo di Lecce

Il cantautore Luigi Mariano, salentino di origine ma trasferitosi a Roma ventuno anni fa, dopo essersi fatto conoscere in particolare nella capitale ed essere stato in giro per l’Italia, porta la sua musica anche nella sua terra natia, dove è tornato per una serie di tappe del suo tour Canzoni e storie nel disagio di un tempo sfalsato. Il suo è un repertorio di inediti e di omaggi ai grandi cantautori italiani.

Come ogni cantautore di rispetto con le sue canzoni Luigi Mariano è in grado di passare dai toni intimistici, con cui affronta temi come quello dell’amore, alla denuncia sociale, e dai toni seriosi a quelli più ironici, con una scrittura semplice e diretta e una voce che rispecchia gli ascolti della formazione, in particolare Giorgio Gaber.

Asincrono non è solo il nome del suo primo album, pubblicato nel 2010, ma anche l’aggettivo con cui è definito questo cantautore per l’assenza di schemi, sia nella scrittura che nel suo modo di spaziare tra vari generi, dal blues al folk alla rumba e spesso anche al pop.

La Gatta al Lardodi Lecce (in Via dei Verardi 7) ospiterà il suo prossimo live, questa sera, venerdì 25 gennaio. Start ore 21,30, ingresso libero.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Uggiano: il Comune approva il primo lotto della nuova struttura pubblica e fieristica

Il Comune di Uggiano La Chiesa, in data 22 gennaio 2013, con delibera della giunta comunale, ha approvato il progetto del primo lotto funzionale alla realizzazione di una nuova struttura di interesse pubblico e fieristico situata presso l’area antistante il Santuario dei Santi Medici.

Il progetto, presentato dal Comitato Cittadino Santi Medici, che aveva ottenuto nel 2011 una concessione trentennale per la gestione degli spazi e degli immobili ricadenti nel Parco Santi Medici, ha il fine di migliorare sia l’intera area che di realizzare una nuova struttura pubblica e fieristica, per un importo complessivo di 500mila euro.

L’amministrazione comunale di Uggiano, guidata da Salvatore Piconese, già dal suo insediamento ha instaurato relazioni di collaborazione con il Comitato Santi Medici, il quale da oltre vent’anni è organizzatore della tradizionale Fiera dell’Industria e dell’Artigianato che si tiene in occasione dei festeggiamenti dei santi Cosma e Damiano.

Dopo l’acquisizione dei pareri favorevoli degli enti preposti, Commissione Paesaggistica, Soprintendenza di Lecce e Asl, l’amministrazione comunale ha dato il via alla realizzazione del primo lotto, per un importo di 225mila euro. L’inizio dei lavori è previsto entro un anno dalla sottoscrizione della convenzione tra il Comune  e il Comitato cittadino, che sarà firmata il prossimo 28 gennaio. La convenzione prescrive che la struttura fieristica, salvo proroghe, diventerà di proprietà comunale alla fine dei trenta anni di concessione.

Soddisfazione sull’andamento dell’intera vicenda da parte del sindaco Piconese, che dichiara:

Abbiamo raggiunto un ottimo risultato per l’intera comunità, poiché la nuova struttura fieristica darà un contributo alla riqualificazione dell’area del Parco Santi Medici, dove sorge il santuario dedicato si santi Cosma e Damiano, incentivando anche lo sviluppo economico del territorio. Da oggi inauguriamo una nuova pratica amministrativa, che mette insieme il volontariato dell’associazionismo e la gestione del bene comune nell’interesse della cittadinanza.

Posted in Senza categoriaComments (0)

A Monia Palmieri il “Lions Premio Donna Talento”

Monia Palmieri premiata con il Lions Premio Donna Talento. Il 19 gennaio scorso, presso il teatro Paisiello di Lecce, la presentatrice, conduttrice televisiva e Direttrice artistica di eventi, ha ricevuto il pregevole premio. La manifestazione culturale è stata organizzata dal Lions International Distretto 108 AB con il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Lecce, comune di Lecce “Candidata capitale Europea Cultura 2019”, Università del Salento e Camera di Commercio di Lecce.

La commissione del Lions Premio Donna Talento ha all’unanimità assegnato il suddetto riconoscimento a sei personalità femminili pugliesi, tra cui la poliedrica Palmieri. Nota a livello nazionale anche per aver condotto più volte il Concerto della Banda musicale della Guardia di Finanza, trasmesso da Rai 1. A consegnarle il premio, nel corso della serata condotta dal giornalista Rai e scrittore Enzo Quarto, è stato Naldo Anselmi, presidente della commissione del Lions Premio Donna Talento e Past Presidente Nazionale del Consiglio Governatori del Muldistretto 108 Italy, con la seguente motivazione:

“Dotata di eccellenti attitudini naturali verso diverse forme artistiche, dal canto, alla recitazione, al giornalismo, alla poesia, la creatività, l’originalità e la spiritualità di Monia Palmieri, si sublimano nella conduzione e direzione artistica di eventi. Presentatrice di prestigiose manifestazioni a livello nazionale e internazionale, anche in famosi teatri italiani, è conduttrice di eventi trasmessi dalla RAI, da canali della piattaforma SKY e da tv locali e regionali. Elevata professionalità nella conduzione, serietà, dignità, attenzione danno senso valoriale al suo percorso professionale costruito con studio, passione, tenacia e lodevole impegno”.

In particolare, si tratta di un’opera in terracotta di pregevole fattura artistica raffigurante una figura femminile, eseguita interamente a mano dall’artista Caterina Della Tommasa e disegnata dal costumista Christian Cordella. Durante la premiazione della presentatrice magliese, il governatore del Lions International Distretto 108 AB Francesco Barracchia le ha consegnato il suo gagliardetto.

Monia Palmieri ha così commentato:

“E’ stata una serata bellissima e ringrazio di vero cuore i componenti della commissione del “Lions Premio Donna Talento” che mi hanno voluto onorare di questo importante riconoscimento che valorizza il talento al femminile, il ruolo professionale della donna e la cultura del merito. Ricevere questo premio mi emoziona, mi gratifica e mi esorta a continuare il mio percorso professionale sempre con grande passione e impegno così come ho fatto fino ad ora. E’ un riconoscimento che dedico e condivido con i miei familiari e con mio marito Luigi che hanno sempre amato il mio lavoro e creduto in me”.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

La Bottega del Rigattiere: la scrittura ibrida di Paolo Vincenti

È in libreria La Bottega del Rigattiere di Paolo Vincenti (Lupo Editore), bell’esempio di scrittura ibrida sospesa tra poesia e narrativa, teatro e musicalità della parola.

Un itinerario spazio-temporale dove le due dimensioni non sono mai date per scontate, ma che anzi faticano a manifestarsi, dando luogo a certe a-spazialità e a-temporalità che avvolgono il lettore col manto variegato e suadente del possibile nell’impossibile, del mostrarsi della parola anche dove la parola sembra nascondersi.

Un labirinto scritturale disseminato nel negozio personale di Paolo Vincenti, nel bric-a-brac della memoria senziente  e subcosciente, dove le chincaglierie sono vita. A questo proposito sono chiare le parole di Carmen De Stasio, che nell’introduzione all’opera scrive:

La vita è un groviglio narrativo di episodi, prosodie, chiose, chiuse capitolazioni, capitoli e capitomboli. E allorquando si tratta di capitoli, sono due le opportunità: ovvietà e senso di acquiescenza. Nulla di questo compare nel testo di Paolo Vincenti. E d’altronde è lo stesso titolo a darcene misura.

Il percorso dello scrittore, così eclettico e decentrato rispetto al logos caratterizzante la messa in scena della parola a senso unico, porta, in questo lavoro, ad una quasi sublimazione della promiscuità alchemica dettata dalla formula verbo-voce-pensiero, in un tutt’uno cosmico che trascina l’astante verso una profondità concettuale e un’apertura alla semantica del senso-parola.

Attinente è quanto scritto a proposito dell’opera di Vincenti da Luciano Pagano su Musicaos.it:

La Bottega del Rigattiere di Paolo Vincenti è un testo che racchiude una grande ambizione, quella di costituire un’opera trans-genere, che si presenti allo stesso tempo come prosa, poesia, riflessione, romanzo, teatro; parola scritta e allo stesso tempo spettacolo della parola. Paolo Vincenti non è nuovo a questo tipo di ibridazioni letterarie e, in questa prova, ha raggiunto un equilibrio delle sue potenzialità espressive; non a caso, in contemporanea all’essere-libro della bottega, esiste uno spettacolo musicale-riflessivo-poetico, una sorta di wunderkammer rizomatica e itinerante ideata dall’autore.

Posted in CulturaComments (0)

La Toma Maglie “rinasce” nel 2013

La cura Cristian Manco inizia a portare buoni frutti alla Toma Maglie, con quattro punti nelle ultime tre giornate, frutto di una vittoria, un pareggio e una sconfitta. L’allenatore magliese è anche riuscito, nella più recente trasferta, a fermare la serie negativa lontana dalle mura amiche, con un pareggio che serve moltissimo al morale del gruppo salentino.

Andando con ordine, la compagine del presidente Renato Lillo in questo 2013 ha affrontato tre turni di campionato, con il primo che non lasciava presagire nulla di buono, una sconfitta 2-0, per giunta al Tamborino Frisari, contro l’ambizioso Ostuni, secondo in classifica. Ma gli ospiti avevano, e hanno, ben altri obiettivi, per cui uno stop interno dopo due vittorie consecutive ci può stare. Infatti subito la giornata successica è arrivato il pareggio, 2-2, in casa dell’Otranto: il derby leccese ha visto una grossa affluenza dei tifosi giallorossi, premiati dal punto colto in trasferta dopo tre scoppole consecutive (tra cui un 7-1 e un 5-1).

Il gruppo ha così affrontato al meglio l’ultima gara di campionato, quando a Maglie, o meglio a Sogliano su campo neutro, è venuto a far visita il San Vito, in cerca a sua volta di punti per restare agganciato al treno promozione. La quinta, però, nulla ha potuto contro la determinazione dei magliesi, in rete prima della mezz’ora con Fabio Di Santantonio, ben imbeccato da Luciano Quarta, che a sua volta sigilla il 2-0 finale.

Il ventesimo turno di Promozione vede la Toma Maglie al riposo nel momento forse meno opportuno, ma se il morale dei ragazzi è alto, le energie fisiche spese rendono benvenuta questa pausa per ricaricare le batterie, prima di riprendere a correre e rendere ancora migliore questo 2013 che potrebbe essere l’anno del riscatto. E tra due settimane di fronte ci sarà il Massafra, nuova ultima in classifica.

Posted in SportComments (0)

I giovani tamburelli otrantini davanti al Papa

Da Otranto a Roma con gli strumenti e la passione per la musica. Il 23 gennaio suoneranno per Benedetto XVI i Tamburellisti di Otranto, accompagnati dal loro maestro Massimo Panarese, dal sindaco Luciano Cariddi e l’assessore Lavinia Puzzovio.
Il gruppo composto da giovanissimi di Otranto e paesi limitrofi si esibirà davanti al Papa durante la consueta Udienza Generale del mercoledì, riservata a persone o a gruppi specifici, proponendo due brani, uno di apertura e uno di chiusura.
Accompagneranno, l’esibizione dei ragazzi, la pianista Carla Petrachi e la cantante Elisabetta Guido.
Il gruppo è nato nel 2009 per volontà di Panarese con la ferma volontà di avvicinare i ragazzi al mondo della musica.
Sono 330 gli allievi della scuola di musica dediti allo studio del tamburello, organetto, fisarmonica, canto e danza, mentre i Tamburellisti hanno un organico di 60 giovanissimi.

Posted in Senza categoriaComments (0)

Dormi e sogna, dal 21 gennaio il nuovo videoclip dei Granma

Con un nuovo videoclip, pubblicato il 21 gennaio – è possibile vederlo su youtube al link http://www.youtube.com/watch?v=8OKbaiGY6bI – i Granma, una delle rock band salentine del momento, lanciano Dormi e sogna, il secondo singolo estratto da Non Cambierà, il loro primo EP pubblicato nel maggio del 2012, prodotto da Flavio Ibba e Umberto Iervolino con l’etichetta Red Rose.

Dormi e sogna è la dedica a una bambina alla quale le lacrime e la paura hanno preso il posto dei sogni perché impotente vittima della pedofilia. Un tema delicato trattato con la giusta congiunzione tra l’aggressività e la rabbia che solo con il rock si possono esprimere e la giusta dose di delicatezza adatta per parlare a una bambina. Una unione che caratterizza un po’ tutto il rock dei Granma, irruente  e rumoroso, vicino all’intramontabile rock più classico di provenienza americana, tenue e leggero al contempo, grazie anche alla voce molto vicina al genere pop ricordando molto quella dell’ex Timoria Francesco Renga e a tratti anche quella del salentino Giuliano Sangiorgi dei Negramaro.

La band è composta da Alfredo Quaranta alla voce, Davide QbA Apollonio al basso, dal chitarrista Andrea Martina e da Antonio Donadeo alla batteria. Il primo singolo, Non Cambierà, è stato incluso nella compilation Puglia Sounds New, pubblicata in allegato al numero di Novembre 2012 di XL di Repubblica.

Posted in CulturaComments (1)

Consiglio provinciale: no ai tagli degli ospedali e al parco eolico

Temi caldi quelli affrontati durante l’ultima seduta straordinaria del Consiglio provinciale di Palazzo dei Celestini. Si è parlato del Piano di Riordino Ospedaliero previsto dalla Regione e del progetto di un parco eolico in territorio di Corigliano d’Otranto, Soleto, Zollino, località “Specchia Murga”, proposto da Nexwind srl. In apertura di lavori il presidente Antonio Gabellone ha annunciato che impegnerà

“il presidente della Regione Puglia Vendola a sospendere immediatamente gli effetti del Piano di Riordino Ospedaliero e aprire un tavolo di confronto con i rappresentanti istituzionali regionali, provinciali, comunali, con le parti sociali e con la Asl, affinché sia riconsiderato quanto previsto dal riordino, soprattutto per quanto attiene i presidi ospedalieri, le U.t.i.c. e i punti nascita, nonché sia previsto un potenziamento dei servizi territoriali e di assistenza primaria che possano garantire livelli accettabili di assistenza per i cittadini”.

Lo stesso Gabellone ha contestualmente inviato comunicazione al sindaco di Lecce, Paolo Perrone, alla Conferenza dei sindaci della provincia, soggetti interlocutori importanti di questa vicenda, oltre al governatore Vendola e alla competente Commissione consiliare che sarà immediatamente convocata per l’occasione. Le sollecitazioni del presidente Gabellone hanno seguito la presentazione di una “question time”, presentata in apertura di seduta dal vice presidente dell’assise, Francesco Cimino. Nel suo intervento il consigliere Cimino ha ricordato:

“Con il riordino della rete ospedaliera, così come previsto dalla Regione Puglia, il Salento non sarà solo penalizzato, ma realmente mortificato. Il tutto a favore del nord della Puglia, toccato solo di striscio dalle manovre taglia-ospedali. Infatti nelle province di Taranto e Lecce scompaiono tutti i piccoli ospedali, aggregati a ospedali più grandi e sottratti al loro territorio di prossimità. Via Nardò (nonostante le promesse elettorali alla sinistra), via Poggiardo, già da tempo dismessi e resi praticamente inattivi Maglie, Gagliano del Capo e Campi Salentina. Insomma il Salento delle oltre 120 realtà tra comuni e frazioni, il Salento fatto di un territorio sterminato e lunghissimo, deve contare su 2, 3 ospedali ingolfati e resi ingestibili dalla prossima enorme mole di lavoro che dovranno svolgere. A conferma di quanto esposto – ha proseguito Cimino – il territorio del Salento, in particolare la provincia di Lecce, vede scomparire le U.t.i.c. negli ospedali di Casarano, Copertino, Galatina e Scorrano le quali saranno convertite in non meglio definite “aree critiche”, che comunque è evidente non garantiranno lo stesso livello assistenziale, e rimane senza punto nascita tutto un ambito, ove insistono i due ospedali di Gallipoli e Casarano, che raggiunge circa 200 mila abitanti. Ѐ del tutto evidente nella fattispecie la disparità di trattamento tra gli ambiti “baresi” e il nostro territorio: basti notare che nel Piano di riordino sono previsti ben 9 punti nascita nella provincia di Bari, con un rapporto di 1 a 120 mila abitanti, contrariamente a Lecce dove il rapporto è di 1 a 160 mila abitanti”.

Intervenuto nella discussione, il presidente Gabellone ha rimarcato come

“la questione sollevata dal consigliere Cimino meriti grande attenzione. Al di lá della riorganizzazione della rete ospedaliera, ho come l’impressione che siano iniziative che ci vengono somministrate a mo’ di pillole, senza che sia chiaro il quadro complessivo: grande e fortissima è invece la preoccupazione. Raccolgo l’invito lanciato dal consigliere Cimino, di chiedere alla Regione la sospensione dell’efficacia della delibera, con l’obiettivo di articolare meglio questa iniziativa. Entro pochi giorni convocherò i capigruppo consiliari, con l’auspicio di trovare assieme a loro una linea unitaria e condivisa da tutti”.

Nel corso della stessa seduta, inoltre, il Consiglio provinciale, all’unanimità, ha espresso ferma contrarietà alla autorizzazione del progetto del parco eolico costituto da 20 aerogeneratori della potenza complessiva di 60 mw in territorio di Corigliano d’Otranto, Soleto, Zollino, località “Specchia Murga”, proposto da Nexwind srl. Contestualmente il Consiglio trasmetterà copia della deliberazione all’Autorità competente per la pronuncia di compatibilità ambientale.

A tal proposito già nel dicembre scorso giunsero alla Provincia osservazioni al progetto, formulate da alcune associazioni del territorio, a cui ha fatto seguito la convocazione della competente Commissione consiliare, alla presenza dei rappresentanti dei comuni di Corigliano d’Otranto, Soleto e Zollino, che anche in quella sede ribadirono la ferma contrarietà alla realizzazione del parco eolico. Preoccupazioni al progetto che sono state da subito condivise dalla Provincia, anche perché l’opera inciderà negativamente sulle valenze storico-culturali e paesaggistiche dell’area interessata che geomorfologicamente è connotata da un susseguirsi di versanti in alternanza a terrazzamenti e si caratterizza per la diffusa presenza di manufatti storici connessi alla conduzione agricola dei fondi.

Posted in AttualitàComments (0)

Alternativa Comunista si presenta alle elezioni politiche

È ufficiale: Alternativa Comunista si presenta alle elezioni politiche in nome degli interessi dei lavoratori, delle centinaia di migliaia di precari, cassintegrati e studenti.

Alla Camera e al Senato per la Circoscrizione Puglia, il giovane partito darà il suo supporto alla candidatura dell’altrettanto giovane Adriano Lotito, ventenne andriese, studente universitario a Bologna e da anni impegnato nelle lotte studentesche.

Capolista alla Camera sarà Michele Rizzi, lavoratore precario e già candidato presidente della Regione alle ultime elezioni, a seguire Francesco Carbonara, Rsu dell’Om Carrelli di Bari, Pasquale Gorgoglione, studente universitario della facoltà di Architettura di Bari, Nicola Armenise, filmaker, Valeria Bianchino, insegnante precaria.

Al Senato sarà capolista il salentino Salvatore Cossa, operaio cassintengrato, poi Mauro Mongelli, Rsu Telecom Puglia, Luigi Lionetti, coordinamento lavoratori Bar.sa di Barletta, Giuseppe Spadaro, lavoratore precario della sanità.

Da Alternativa Comunista fanno sapere di avere un unico obiettivo:

Dare visibilità a quelle lotte di lavoratori, cassintegrati, studenti che abbiamo sostenuto in questi anni, candidando anche molte espressioni di queste lotte in Puglia. Tra i punti principali del nostro programma per la Puglia ci sono: la nazionalizzazione dell’Ilva, con la gestione operaia e l’esproprio di tutti i beni di Riva per destinarli alla bonifica dell’ambiente tarantino. La cancellazione del piano sanitario che chiude interi ospedali e posti letto e rilancio della sanità pubblica a scapito di quella privata per i ricchi. Reddito sociale per disoccupati e precari finanziato dal taglio di tutti i finanziamenti pubblici dati al padronato. Cancellazione di tutte le controriforme sulla scuola e rilancio della scuola pubblica.

Posted in PoliticaComments (0)

Ai Sotterranei di Copertino appuntamento con poesia e prosa

Lunedì 21 gennaio, alle 21, presso il circolo Arci Sotterranei, nel centro storico di Copertino, si terrà Dal Catrame alle Foglie che il Vento Sparge, evento attesissimo dagli amanti della poesia e della scrittura in genere.

L’appuntamento, che di solito si tiene il primo lunedì del mese, questa volta, in via del tutto eccezionale, è stato fissato per la seconda metà di gennaio. Si tratta di un’occasione in cui chiunque voglia leggere qualcosa di proprio o di altri autori potrà farlo in tutta libertà, in un contesto informale e guidato soltanto dai tempi di voce e scrittura.

Le radici di questo modo di fare letture affondano indietro nel tempo, quando qualche anno fa alcuni poeti hanno pensato di ritrovarsi e leggere pubblicamente i propri componimenti. L’iniziativa è stata poi ripresa, in tempi relativamente recenti, da Gian Maria Greco, referente di questi readings, all’interno dei Sotterranei, luogo che ben si prestava (e si presta tuttora) a queste letture scevre da ufficialità e accademismi.

Gli incontri, aperti al pubblico, a partire da questo mese sono organizzati dal circolo Arci copertinese – con la supervisione di Gian Maria Greco, in collaborazione con l’associazione culturale Eterarte.

Per la serata del 21 gennaio hanno confermato la propria presenza, tra gli altri, Vito Antonio Conte, Michela Maria Zanon, Maurizio Leo, Maurizio Nocera, Elio Coriano e Anastasia Leo.

Posted in CulturaComments (0)

Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+