Tag Archive | "Circolo Tennis Maglie"

Il CT Maglie pareggia in trasferta l’andata dei playoff


Il Circolo Tennis Maglie sta giocando al meglio tutte le possibilità per approdare in A1. Dopo una prima parte della stagione all’insegna delle vittorie e della crescita del gruppo, arriva nel primo turno dei playoff un importante pareggio, in quanto ottenuto lontano dalle mura amiche, a Barletta. Molti i tifosi salentini partiti per seguire da vicino le gesta degli atleti del Ct Maglie, ma il campo avverso e qualche infortunio non pienamente recuperato hanno fatto svanire i sogni di gloria: una vittoria sul campo del Barletta avrebbe trasformato il ritorno in una pura formalità.

Invece è arrivato un pareggio, 3-3 assolutamente non da buttare. Da un lato la sicurezza Erik Crepaldi e Francesco Piccari hanno provato con due vittorie a dare il passo decisivo al match, ma dall’altro Gianluca Luddi, tra gli acciaccati, e Giorgio Portaluri non hanno potuto fare molto per evitare la sconfitta nelle gare di singolo.

Anche quelle di doppio si sono concluse con un punto per parte, di nuovo sugli scudi Crepaldi e Portaluri che hanno battuto la coppia formata da Andrea Roscioli e Francesco Faggella, forse il punto debole del team casalingo dato che anche in singolo i due avevano perso contro i rappresentanti salentini. Jan Satral e Tomas Tenconi hanno però avuto la meglio su Piccari e Luddi, sigillando il 3-3.

I barlettani restano così a galla, ma il 24 giugno, sul campo magliese si giocherà il ritorno che se da un lato rappresenta il vero crocevia della stagione, dall’altro vede favoriti i tennisti salentini che sul proprio campo si sono tolti grandi soddisfazioni già nel primo scorcio di campionato. Il direttore sportivo Antonio Baglivo tiene comprensibilmente i piedi per terra: uno scivolone a questo punto sarebbe letale. Per la sfida decisiva per l’approdo in A1, l’ingresso sarà libero e i cancelli aperti dalle 10, grazie al contributo degli sponsor del Ct Maglie.

Posted in SportComments (0)

Il Circolo Tennis Maglie accede matematicamente ai playoff


Il Circolo Tennis Maglie, con una giornata di anticipo, può dirsi matematicamente ai playoff. La racchetta di Erik Crepaldi, di Francesco Piccari e tutti gli altri hanno dato al team di Antonio Baglivo un risultato fondamentale per il prosieguo della stagione. Dopo i primi tre turni, conclusi a punteggio pieno per le vittorie su Palermo, Bonacossa Milano e Anzio è anche arrivato un pareggio interno, contro il CT Massa Lombarda. Uno dei migliori tennisti salentini, Erik Crepaldi, è incappato nella prima sconfitta da singolo dall’inizio della stagione, 6-2 7-6 contro lo spagnolo David Santana Morrero, a cui ha fatto il paio la sconfitta di Gianluca Luddi. Quando tutto sembrava perso, i padroni di casa hanno ritrovato la vittoria con Giorgio Portaluri e Francesco Piccari. Le sfide di doppio, concluse con una vittoria per parte, hanno sancito il 3-3 finale, un pareggio tutto sommato positivo per il Maglie, che ha mantenuto la prima posizione. La settimana successiva la trasferta in casa del Canottieri Tevere Remo ha portato in dote una vittoria insperata che ha chiuso anzitempo la lotta alla prima posizione del girone: il 4-2 ha visto sugli scudi, in singolo, Piccari, Portaluri e Crepaldi. Il parziale 3-0 ha di fatto chiuso il match, nonostante il ritorno dei romani, che nulla hanno potuto alla luce delle gare di coppia, dove gli ospiti salentini hanno conquistato il punto decisivo. La prossima gara a Schio sarà una formalità per il Maglie, già proiettato alle gare, ben più decisive, dei playoff. Il 17 e il 24 giugno. L’avversario è ancora da definire e c’è da scommettere che i salentini seguiranno con interesse le altre gare, per studiare più possibile le altre contendenti al salto in A1. Se il gioco espresso sarà come quello visto finora, potranno arrivare altre, e più grosse, soddisfazioni da questa stagione sportiva.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Tre vittorie consecutive, il Circolo Tennis Maglie è primo


La prima giornata di campionato, per il Circolo Tennis Maglie, aveva mostrato ottimi spunti, che uniti a una convincente vittoria ai danni dell’Anzio aveva dato una grossa dose di fiducia al gruppo. Ma se una rondine non fa primavera, dopo tre giornate a punteggio pieno si può dire che i salentini sono in un ottimo stato di forma, e dall’alto del primo posto in A2, possono aspirare al salto in A1. Uno dei particolari più promettenti per i tifosi è dato dal punteggio delle due gare interne: nella seconda giornata si è replicato il 6-0 della prima, questa volta ai danni del Palermo. Un campo, quello di casa, che potrebbe regalare soddisfazioni inattese ai tennisti locali, sempre pronti a giocarsi il tutto per tutto. Come avvenuto anche alla terza giornata, quando la prima trasferta del campionato ha visto il Maglie andare a far visita al Bonacossa Milano. Qui le cose non sono iniziate bene, con i milanesi a condurre 2-1. Ma l’ottima prestazione di Erik Crepaldi ha di fatto ribaltato le sorti del risultato, dando tre punti consecutivi, e decisivi, al team del direttore sportivo Antonio Baglivo. Due sono arrivati con lui in campo, uno in singolo contro Emanuele Molina e uno in coppia, al fianco di Francesco Piccari, contro il duo formato da Albonetti e Bega. Giorgio Portaluri e Gianluca Luddi sono stati gli autori, in un altro doppio, del quarto e ultimo punto. Domenica prossima, si tornerà sul campo casalingo, e questa volta il test sulla carta è davvero probante: dall’altra parte della rete ci saranno gli atleti di Massalombarda, uno dei team maggiormente accreditati per il salto di categoria. Dal canto suo, il Maglie difenderà il primato, il punteggio pieno in campionato e il piccolo record di zero punti subìti in casa. Un match tutto da gustare per i tifosi che assieperanno le gradinate.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Ottimo esordio per il Circolo Tennis Maglie, battuto il Tennis Anzio


Il campionato di A2 è iniziato più che bene per il Circolo Tennis di Maglie: nella sfida d’esordio con il Tennis Anzio, la superiorità magliese è fotografata nel risultato, un 6-0 che fa ben sperare per i prossimi incontri.
Il folto pubblico che ha assiepato gli spalti del campo magliese hanno potuto assistere fin da subito a buone prestazioni da parte degli atleti di casa: addirittura nel primo incontro Erik Crepaldi ha battuto Alessandro Faconda 6-1 6-0, lasciando così all’avversario un solo game. Un successo che lasciava ben sperare in vista degli incontri successivi, come infatti è avvenuto poco dopo con Giorgio Portaluri, vittorioso 6-0 6-3 su Fabio Salustri. I laziali accusavano il colpo e nonostante la voglia di rialzarsi e mettere in pari il punteggio subivano ancora. Gianluca Luddi e Francesco Piccari si facevano valere nelle insidiose sfide contro Francesco Gambardella e Alberto Tosti Croce. Se nella prima partita il salentino lasciava solo cinque game all’ospite (6-2 6-3) nel secondo faccia a faccia Tosti Croce portava al limite l’atleta padrone di casa. Il match è durato più di due ore, ed è stato davvero godibile per tutto il pubblico. La vittoria magliese (7-6 7-5) è stato il vero crocevia della giornata, infatti nonostante il laziale abbia dato il tutto per tutto non è riuscito a spuntarla su Piccari. Gli incontri di doppio, nonostante siano stati ben combattuti e giocati al limite in più di un’occasione, si sono decisi per la stanchezza mentale degli esponenti dell’Anzio. Luddi e Piccari battevano Salustri e Tosti Croce per 6-4 6-4, e infine a sigillare il 6-0 complessivo ci pensavano Portaluri e Crepaldi, con un buon 6-2 6-4 su Faconda e Gambardella.
Gli allenamenti del team salentino sembra inizino a dare subito i frutti sperati: bissando questo successo la prossima settimana, quando a Maglie verrà il Palermo Due, il team guidato dal direttore sportivo Antonio Baglivo si lancerà subito come pretendente al salto di categoria.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

All’Ucraina la semifinale della Soisbault, l’Italia di Rita Grande terza a Maglie


Si è conclusa con la vittoria dell’Ucraina la semifinale di zona europea della Soisbault Reina Cup. A Maglie, dopo una tre giorni di tennis d’eccezione, l’Italia ha il rammarico di non aver bissato il successo dello scorso anno, quando vinse sia la semifinale europea che la finale assoluta, aggiudicandosi la Soisbault Reina Cup. Ma è l’unico neo: le ragazze di Rita Grande colgono un notevole terzo posto, e la consapevolezza di poter migliorare ulteriormente. La manifestazione inizia bene per i colori azzurri, con la vittoria nella prima giornata: a farne le spese il Portogallo, dopo un match molto combattuto. Il 2-1 finale porta le firme di Chiara Mendo e Francesca Palmigiano, che battendo Maria Palhoto e Barbara Luz portano a casa la vittoria. Ma la semifinale del 28 vede l’Italia soccombere all’Ucraina 2-0 con le vittorie di Valentina Ivakhnenko e Ganna Poznikhirenko, rispettivamente su Angelica Moratelli e Francesca Palmigiano. Un plauso va alle atlete ucraine, giunte a Maglie dopo qualche difficoltà dovuta alle compagnie aeree. Altra finalista che partirà anch’essa alla volta della Spagna la Bielorussia, arrivata alla gara conclusiva dopo aver avuto ragione, a fatica, dell’Israele. Fatica che si è fatta sentire nella partita decisiva, quando la squadra ha dovuto alzare bandiera bianca. Completa il podio l’Italia stessa, che nella finale terzo-quarto posto dispone con facilità dell’Israele battendolo 2-0. I complimenti per questa manifestazione sono arrivati dal folto pubblico assiepato sugli spalti, ma anche da personalità del mondo del tennis: presente anche il direttore degli Internazionali d’Italia Sergio Palmieri, che si è personalmente complimentato con il capitano Rita Grande, e le ragazze del team azzurro.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Tennis, a Maglie la Nazionale femminile under 18 con la Soisbault Reina Cup


Arriverà il 25 luglio a Maglie la Nazionale italiana femminile under 18, e ancora una volta Maglie sarà al centro di un appuntamento imperdibile per gli appassionati del settore. Dal 27 al 29 luglio, infatti, si terrà al Circolo Tennis di Maglie la semifinale europea 2011 della European Summer Cup “Soisbault Reina Cup”. La prova del nove per la rappresentativa italiana, dato che le prime due qualificate partiranno alla volta di Lleida, città spagnola, dove dal 30 settembre al 2 ottobre si terrà la finale assoluta. La Soisbault Reina Cup è considerata dagli addetti ai lavori come uno dei trampolini di lancio più importanti del tennis femminile: un successo in questa manifestazione aprirebbe quasi certamente le porte della Fed Cup, la Coppa Davis in rosa. E proprio l’Italia in tal senso ha l’onore da difendere, dato che nel 2010 vinse la Fed Cup con un team formato da Francesca Schiavone, Flavia Pennetta, Roberta Vinci e Sara Errani. Ma se sul campo inizieranno a sfidarsi il 27, come già detto, il 25 la rappresentativa nazionale raggiungerà il Salento. A fare da chioccia ci sarà Rita Grande, uno dei nomi più importanti del tennis femminile, non solo italiano, che attualmente occupa la posizione numero 30 al mondo e che accompagnerà le giovani atlete: Francesca Palmigiano, Angelica Moratelli, Chiara Mendo e Lorenza Stefanelli le quattro prescelte. Mentre il direttore della manifestazione Antonio Baglivo mette in risalto l’impegno di tutti i soci del Circolo Tennis di Maglie, si spera che il suo auspicio, quello di offrire una indimenticabile immagine del Salento alla rappresentativa nazionale, sia esteso al pubblico, che potrà vivere delle indimenticabili giornate di tennis.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Inaugurato a Maglie il nuovo campo coperto del Circolo Tennis


Il Circolo Tennis di Maglie avrà un nuovo campo. Si tratta di struttura sportiva al coperto realizzata grazie a un contributo economico di Provincia di Lecce e Comune di Maglie. L’intervento è costato circa 180mila euro, di cui 79mila a carico dell’ente di Palazzo dei Celestini: l’esistente campo di calcetto in erbetta è stato trasformato così in un moderno e funzionale campo da tennis, con una copertura tensostatica. Alla cerimonia sono stati invitati il presidente della Provincia; Antonio Gabellone; gli assessori Massimo Como ed Ernesto Toma; il ministro per gli Affari regionali Raffaele Fitto e il presidente del Circolo Tennis, Carlo De Iaco.

“L’inaugurazione della struttura coperta nel Circolo Tennis di Maglie – ha commentato l’assessore Como – è un ulteriore passo verso la realizzazione del piano provinciale per l’impiantistica sportiva, che ci ha consentito di portare a termine una serie di interventi per dotare il territorio di strutture sportive moderne ed efficienti. Sono certo che il nostro sforzo troverà il massimo riscontro tra le comunità interessate”. Particolare interesse e soddisfazione anche dall’assessore Toma, originario di Maglie: “Maglie si è affacciata da anni, con un costante e produttivo lavoro anche dei soggetti privati e degli appassionati, al palcoscenico nazionale e internazionale del grande tennis – ha detto – In questo senso l’ampliamento dell’offerta di campi e di strutture qualificate, per diffondere questa disciplina sportiva così in ascesa, non potrà far altro che portare rinnovato sviluppo alla città e al Salento, e una nuova e ancora più ampia risonanza sportiva al Circolo Tennis magliese e ai suoi riconosciuti eventi nazionali e internazionali. Per me in particolare, poi, questa inaugurazione ha una valenza personale, perché – ha concluso Toma- già dai precedenti ruoli di opposizione in Provincia, prima di arrivare al governo provinciale con Antonio Gabellone, ho inseguito questo traguardo e il cofinanziamento di una struttura che sarà punto di eccellenza per l’intero Salento sportivo”.

Angela Leucci

Posted in PoliticaComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+