Tag Archive | "Giuggianello"

Giuggianello verso l’Europa


L’associazione culturale giovanile MillePiedi di Giuggianello informa del progetto You4EU – Leonardo Da Vinci, 36 borse di studio, scadenza di presentazione della domanda il 15 dicembre prossimo. Il progetto è finanziato nel quadro del programma Lifelong LearningLeonardo Da Vinci Azione Mobilità – PLM People in the Labour Market, per cui l’associazione Work in Progress mette a disposizione 36 borse di studio per svolgere tirocini formativi all’estero, i cui vincitori potranno formarsi affiancando European Project Managers, esperti nel campo della progettazione e gestione di progetti Europei.

Il progetto, riservato a residenti nel territorio della provincia di Lecce da almeno un anno, intende rispondere alle esigenze dei laureati e di svolgere un’esperienza utile per i propri curricula e all’acquisizione di competenze specifiche nell’ambito della gestione d’iniziative di cooperazione internazionale finanziati dalla Commissione Europea.

Il progetto verrà svolto in ONG ed enti attivi nel terzo settore, permettendo così ai partecipanti di vivere un’esperienza importante anche dal punto di vista dello sviluppo di capacità di organizzazione, di gestione e di management delle organizzazioni non governative dal punto di vista amministrativo, contabile e delle pubbliche relazioni.

You4Eu intende quindi promuovere l’acquisizione di conoscenze, competenze e qualifiche nell’ambito del management delle NGOs e dell’europrogettazione per facilitare lo sviluppo personale, l’occupabilità e la partecipazione al mercato del lavoro europeo. Il 20% dei posti è riservato a giovani sordi. Ogni info su destinatari, requisiti d’ammissione, presentazione delle candidature e scadenza è dettagliatamente descritta nel bando al link seguente: https://docs.google.com/open?id=0B3zMNrEU7fI8cEl1NXBvR3NEZjA

Posted in CulturaComments (0)

Le streghe e i folletti a Giuggianello fanno gli scambi culturali


Scambi culturali anche nel Salento.
L’associazione culturale Mille Piedi con sede a Giuggianello in collaborazione con Asociatia Pentru Promovarea Tinerilor di Craiova, Romania, l’ungherese Tied da Tapolka-Dszel e il County Youth Club da Limerick in Irlanda organizza gli scambi culturali tra i giovani delle stesse associazioni.
Il programma di scambi è finanziato dal programma europeo “Youth in action” e consiste che 24 ragazzi si scambino sapere interculturale in una settimana, per la precisione dal 27 maggio al 2 giugno, in cui si svolgerà la festa finale con la famosa serata “microfono aperto” di Mille Piedi.
Sei ragazzi per ogni nazione daranno vita a “Pixies and witches” – letteralmente folletti e streghe – un modo simpatico ed emblematico per rinominare gli scambi culturali, il tema affrontato dai giovani che si confronteranno sulle tradizioni orali dei rispettivi paesi d’origine, grazie alle diverse attività previste, con visite a luoghi storici del Salento con i massi della Vecchia o Monte San Giovanni, ma anche registrando le interviste a gente del posto e anziani pronti a raccontare le proprie storie ed esperienze.
Alla fine il risultato degli scambi consisterà nella realizzazione di un opuscolo riassuntivo del progetto e un flash mob – una mobilitazione a sorpresa del gruppo.
I ragazzi avranno anche l’occasione di conoscere meglio il territorio, infatti sono previste le visite ai centri come Otranto il 31 maggio, a Lecce il 1 giugno e in generale si aggireranno tra Giuggianello e Poggiardo.

Jenny De Cicco

Posted in CulturaComments (0)

Giuggianello contro l’abbandono dei cani


Giuggianello mette al sicuro i suoi migliori amici.
Da giovedì 1 marzo 2012 e fino a sabato 31 marzo 2012 alle 19 l’amministrazione comunale, grazie alla collaborazione con la Asl Le/2, promuove la campagna di sensibilizzazione per la prevenzione del randagismo. Il comune di Giuggianello offre, solo per il mese di marzo, la possibilità di applicazione gratuita del microchip ai cani non ancora identificati residenti sul territorio comunale e la loro iscrizione all’anagrafe canina.
L’applicazione del microchip identificativo e l’iscrizione all’anagrafe canina della propria Asl di riferimento sono passi obbligati per i proprietari di animali domestici, per i cani almeno, mentre per i gatti è facoltativo.
L’iscrizione all’anagrafe è sancita dalla legge italiana e consente d’identificare il cane in caso di smarrimento o furto e di risalire al proprietario.
Il D.P.C.M. 28/02/2003 lettera c (G.U. n°52 04/03/2003) riguarda il consenso all’identificazione degli animali da compagnia attraverso l’utilizzo d’impiantato sotto cute su tutto il territorio nazionale.
Nel 1991 con la legge 281 è stata istituita l’anagrafe canina nell’intento di affrontare e ridurre il fenomeno randagismo e abbandono dei cani. La conseguenza fu l’obbligatorietà del tatuaggio come mezzo d’identificazione per tutti i cani. Il metodo è stato abbandonato per l’inefficienza del mezzo per la difficoltà di lettura dei dati tatuati, lo sbiadirsi degli stessi con il tempo, l’impossibilità di lettura del tatuaggio su cani con cute pigmentata, la facilità di manomissione con bruciature o asportazione del lembo di pelle tatuato.
Sulla base di queste considerazioni alcune regioni introdussero l’identificazione mediante microchip come metodo alternativo e in futuro sostitutivo del tatuaggio.
Il microchip Iso è costituito da una capsula iniettabile di vetro biocompatibile che contiene un chip e una micro-bobina che viene attivata dal lettore solo nel momento in cui viene avvicinato e che permette la lettura del chip stesso. La superficie esterna della capsula è trattata con microsolchi per facilitarne l’ancoraggio nei tessuti sottocutanei e impedirne, pertanto, la migrazione. Il microchip ha una dimensione esterna di 13 millimetri di lunghezza e 2 millimetri di diametro ed è contenuto in una siringa mono-uso. L’impianto del microchip è di pertinenza veterinaria, in quanto devono essere garantiti il rispetto delle norme igieniche per evitare infezioni, il rispetto della sede d’inoculazione, l’attenzione a evitare le strutture vascolari vicine e di ferire l’animale in caso di movimenti improvvisi, la legge impone l’impianto entro i primi tre mesi di vita dell’animale.
I trasponder sono basati su una tecnologia passiva Rfid e reca in se un codice identificativo, leggibile tramite lettori in dotazione ai veterinari, Asl e farmacie, a ogni codice corrisponde un cane e il padrone che sono iscritti all’anagrafe regionale. Solitamente il chip è applicato per via sottocutanea sulla scapola sinistra dell’animale ed è il solo mezzo identificativo per dimostrare il possesso dell’animale in caso di smarrimento o furto.
I soggetti interessati possono fissare un appuntamento inviando una mail all’indirizzo pmgiuggianello@virgilio.it, oppure mandare un fax al numero 0836 444 924, o telefonare al numero 0836 444 920, o ancora recandosi direttamente presso l’Ufficio di Polizia Municipale.
L’applicazione del microchip e l’iscrizione all’anagrafe canina è gratuita solo per i residenti a Giuggianello.

Jenny De Cicco

Posted in AttualitàComments (0)

Gioventù in azione, seminario a Giuggianello


Seminario sul progetto di scambio giovanile Move a Giuggianello. Si terrà mercoledì 25 gennaio dalle 10 fino alle 17, presso la Sala Polivalente Comunale in piazza degli Eroi a Giuggianello.

A seguito del Progetto di Scambio Giovanile Move. finanziato dal Programma Youth in Action, il comune organizza un seminario informativo sul Programma, l’incontro è finalizzato a diffondere le opportunità offerte dall’Unione Europea ai giovani e al territorio.

L’evento prevede, dopo l’accoglienza e i saluti di benvenuto da parte delle autorità, alle 10,30 la spiegazione e le informazioni sul programma Gioventù in Azione, progetto d’opportunità e finanziamenti per scambi giovanili, progetti interculturali, mobilità, giovani e democrazia e Servizio Volontario Europeo.

A seguire, verso le 12, si svolgerà la presentazione di progetti finanziati dal programma nel Salento, idee e best practice.

Alle 13 prevista una pausa per il pranzo, per poi riprendere alle 14,30 la discussione di gli elementi base di progettazione e modalità di presentazione dei progetti nell’ambito del programma Gia.

Alle 15,30 spazio alle testimonianze dei giovani che hanno partecipato al progetto di scambio giovanile Move e alle 16 open session, ovvero presentazione delle associazioni partecipanti e condivisione di idee progettuali. La chiusura dei lavori è prevista alle 17.

Al seminario prenderanno parte e interverranno esperti dell’Agenzia Nazionale Giovani, associazioni del territorio attive nel campo della gioventù,6 esperti di progettazione europea, mentre una parte della sessione pomeridiana sarà dedicata alla promozione delle associazioni locali. Le associazioni che volessero prendere parte e promuoversi sono invitate a diffondere la loro attività, preparando una breve presentazione, comunicandola all’indirizzo euro.opportunita@email.it.

Jenny De Cicco

Posted in AttualitàComments (0)

Concerto per l’Unicef a Giuggianello


Il 3 gennaio prossimo a Giuggianello presso la chiesa di Sant’Antonio Abate a partire dalle 20, il comune più piccolo del Salento offrirà il concerto di beneficenza “Antiqua Manent”.

Antiqua Manent è la manifestazione cui il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito l’Alto Patronato Presidenziale e la fregerà anche della Medaglia Commemorativa Presidenziale.

L’evento è organizzato con l’alto patronato del presidente della Repubblica Italiana e i patrocini di regione Puglia, provincia di Lecce e dell’Unione comuni Terre di Mezzo, di cui Giuggianello fa parte.

Il concerto a scopo benefico sostiene la campagna Unicef “Un pieno di calorie”, che prevede la raccolta fondi affinché i bambini malnutriti di tutto il mondo siano sempre meno.

Antiqua Manent ha un precedente di successo, il 28 luglio 2010 fu organizzato presso il Parco Rini di Spongano con l’esibizione dell’Ensemble Prothimia, composto da musicisti pugliesi e internazionali, in un concerto di musiche da Camera della prima metà del Settecento per Flauto Traversiere e archi.

Per questa edizione suonerà l’Ensemble La Villanesca che propone un programma composto da una selezione delle più belle pagine dell’Italia del Seicento.

Saranno eseguiti brani per dulciana – ossia fagotto rinascimentale – due violini e clavicembalo, in diverse combinazioni di organico.

L’ensemble La Villanesca è nato nel 2010 a L’Aia, in Olanda, dall’incontro di quattro musicisti di varia provenienza accomunati dalla passione per la musica del XVII secolo. Tutti i componenti hanno studiato Prassi Esecutiva della Musica Antica su Strumenti Originali nelle migliori scuole specializzate d’Europa e si esibiscono regolarmente con orchestre ed ensembles di Musica Barocca in Europa e in tutto il mondo.

L’ensemble è composto da Kim Stockx alla dulciana, al violino Enrique Gómez-Cabrero Fernández e Luca Alfonso Rizzello, all’organo João Rival e mostrano con franchezza l’approccio al repertorio antico caratterizzato da una particolare attenzione alle fonti e alle testimonianze antiche, attraverso le quali cerca di recuperare il gusto e la sensibilità del periodo Barocco.

I brani eseguiti saranno quelli di autori barocchi, come Castello, Fontana, Bertali, Cavalli, Merula, Cima e Uccellini.

Jenny De Cicco

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Serata ecologica e beneficenza a Giuggianello


Nuova iniziativa dell’associazione giovanile Millepiedi di Giuggianello. Prevista per domenica 18 dicembre dalle 18 presso piazza Degli Eroi, l’iniziativa “Niente di Nuovo”. L’associazione Culturale Mille Piedi con il patrocinio del Comune di Giuggianello e la collaborazione della parrocchia Sant’ Antonio Abate organizza un mercatino dell’usato che avrà per protagonisti i bambini delle scuole primaria e dell’infanzia di Giuggianello e Sanarica, un modo diverso e concreto per sensibilizzare bambini e adulti alle tematiche del riciclo, riuso e della sostenibilità, la lotta allo spreco.

L’evento verrà aperto dal seminario dell’ingegnere ambientale Luigi Antonazzo e in seguito si terrà il mercatino dell’usato, in cui i bambini si diletteranno a vendere giochi, libri, abiti e tutti gli oggetti che non utilizzano più.

Dopo le fatiche dei più piccoli la serata continuerà con le magie del Mago Dorian e le “piccole” note della banda dei bambini di Casarano e inoltre stand gastronomici allieteranno la serata.

Il ricavato dell’evento verrà devoluto in beneficenza a sostegno di un bambino affetto da una rara malattia.

Jenny De Cicco

Posted in Ambiente, Eventi e SpettacoliComments (0)

La battaglia anti eolico di Giuggianello è giunta a un nuovo atto


Il 29 novembre, con un comunicato congiunto, il Coordinamento Civico apartitico per la Tutela del Territorio e della Salute del Cittadino, il Forum Ambiente e Salute del Grande Salento e il Comitato Nazionale contro fotovoltaico ed eolico nelle aree verdi hanno espresso disappunto nei confronti della Regione Puglia. Il progetto prevede l’impianto di decine di torri eoliche industriali, alte oltre 100 metri sulla Collina dei Fanciulli e delle Ninfe a Giuggianello.

Per impedirne l’installazione, è stata intrapresa una petizione rivolta al Presidente della Repubblica, promossa da Italia Nostra e dal Coordinamento civico di Maglie e chiede il ritiro delle autorizzazioni.

La Regione Puglia autorizzò gli impianti e incaricò gli avvocati di rappresentare le ditte nel ricorso per sbloccare il progetto tramite il Consiglio di Stato, svicolando di fatto dalle due sentenze del TAR di Lecce che lo bloccavano e dovute alle richieste d’Italia Nostra, della Provincia di Lecce e dai comuni di Otranto, Poggiardo, Muro Leccese, Uggiano la Chiesa e Giurdignano, che a causa dell’eolico potrebbero subire un danno d’immagine per l’impatto paesaggistico delle pale.

Carlo Durante, amministratore delegato della Maestrale Green Energy, dopo la sentenza del 2010, dichiarò la fine di una fase di nove anni, rilevando la necessità di rimodernare il progetto e disse che il ritardo forzato avrebbe dato modo di lavorare ancora meglio con e per il territorio.

Dove sarebbero gli scandali citati nel comunicato? Giuggianello ha ricevuto, quest’anno, il riconoscimento di capitale dei piccoli comuni d’Italia 2010-2011, per la politica di tutela del territorio, alla presenza del governatore Nichi Vendola, che ha sostenuto di non poter ritirare le autorizzazioni concesse alle ditte eoliche, per non incorrere in una richiesta di risarcimento danni alla Regione – come spiegò Oreste Caroppo portavoce del Forum Ambiente – e ora esiste in loro favore una sentenza del Consiglio di Stato.

Se il progetto dovesse essere attuato, anche la visuale del faro di Torre Sant’Emiliano a Otranto sarebbe compromesso, la torre è protetta in tema d’impianti di energia rinnovabile dal Regolamento Regionale 24 del 30/12/2010 e in vigore dall’1 gennaio 2011, mentre la Regione non ha ancora ritirato le autorizzazioni per gli impianti eolici che dovrebbero sorgere sulla collina.

Jenny De Cicco

Posted in Ambiente, Politica, Primo PianoComments (0)

Ancora arresti per droga nel Salento


Arresti per possesso e spaccio di stupefacenti a seguito dei controlli dei carabinieri in tutto il territorio compreso nell’area di Maglie, ieri.

I militari della stazione di Nociglia hanno colto in flagranza di reato due ragazzi, di 26 e 23 anni di San Cassiano, fermati uno nel proprio comune, l’altro a Botrugno.

Giovanni Negro e Antonio Monteduro, operai, sono stati accusati di detenzione illecita di sostanza stupefacente. Alle 23,30 di ieri presso la villa comunale di San Cassiano, i carabinieri hanno fermato e controllato dapprima di Negro, trovato con 50 grammi di marijuana in una tasca interna del giubbotto.

 Durante il primo controllo i militari hanno notato allontanarsi un’auto, che si dava alla fuga alla loro vista. Intorno alle 2.30 della notte, l’azione dei carabinieri ha condotto all’individuazione del secondo giovane, Monteduro, a Botrugno. Il 23enne, stava rincasando, dopo aver nascosto l’auto in una strada poco distante dalla propria abitazione. Come i carabinieri avevano ipotizzato, il giovane era in possesso di alcuni grammi di droga.

A seguito di una perquisizione nell’abitazione i militari hanno rinvenuto oltre 37 grammi di marijuana e 8 di hashish, due grammi di semi di cannabis indica, assieme al materiale per il confezionamento e 170 euro in contanti forse ricavati dell’attività di spaccio, ritrovati dai militari nella camera da letto del giovane e dichiarati sotto sequestro.

Arresto per droga anche a Giuggianello, nel primo pomeriggio ieri i carabinieri di Muro Leccese hanno arrestato in flagranza di reato di Pierpalo Tunno, un disoccupato di 31 anni incensurato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il giovane, fermato durante un controllo stradale, aveva con sé 5 grammi di marijuana e 250 semi di cannabis indica ora sotto sequestro. Per Tunno si sono aperte le porte di Borgo San Nicola.

Jenny De Cicco

Posted in Cronaca, Primo PianoComments (0)

Microfono aperto, l’arte aperta a tutti


L’associazione culturale di Giuggianello Mille Piedi il 6 ottobre ha compiuto due anni. Per festeggiare il “compleanno” la sera di sabato 8 ottobre ritorna la manifestazione Microfono Aperto, un evento creato per dar voce alla cultura e all’arte di ogni genere, dedicato a chiunque abbia voglia di prenderne parte attivamente o anche solo come spettatore. La musica, la letteratura, la pittura e qualsiasi tipo di espressione culturale diventano le protagoniste del sabato sera, un modo piacevole e differente per passare una serata arricchendosi con divertimento. Il microfono è aperto a tutti coloro che hanno dentro di loro una vena artistica, un’occasione per chi non ha abitualmente la possibilità si esprimersi con la propria arte. Durante la serata si possono esporre i propri dipinti, cantare le proprie canzoni o leggere delle poesie. L’associazione è nata due anni fa dall’iniziativa di un gruppo di giovani che amano profondamente la cultura, considerandola come un elemento prezioso della nostra società, che va nutrito e coltivato con varie iniziative in cui poter coinvolgere il maggior numero possibile di persone. Il luogo in cui si svolge la manifestazione è molto intimo, dall’aspetto “popolare” e caldo, uno spazio non troppo grande per fare in modo che non ci sia dispersione ma un maggior raccoglimento. Cultura, arte e musica accompagnate da un bicchiere di sangria sono gli ingredienti di questa speciale serata. L’inizio è previsto per le ore 22.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Giuggianello capitale dei Piccoli Comuni Italiani, è festa


Al centro del dibattito i piccoli comuni italiani. Il paese più piccolo del Salento, Giuggianello, organizza per il 23 settembre alle 20 la manifestazione conclusiva per la sua consacrazione a capitale dei piccoli centri italiani. Alla manifestazione interverranno la presidente dell’Associazione Nazionale Piccoli Comuni Italiani, Franca Biglio, il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola e la vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone. I temi su cui verterà l’incontro-dibattito saranno le novità legislative del governo nell’ultima manovra finanziaria e le prospettive che attendono i cittadini di questi piccoli paesi.

Il tavolo di discussione concluderà l’esperienza inedita sia per Giuggianello sia per la Puglia, ma aprendo le porte alla festa di fine settembre in Abruzzo. Il piccolo comune del leccese ha sempre mostrato attivismo e sensibilità per le problematiche dei piccoli centri. I piccoli comuni rappresentano una grande realtà italiana. Ridotte dimensioni geografiche che, attraverso il rafforzamento delle politiche turistiche, potrebbero sfociare divenire fonte di reddito anziché un problema. “Giuggianello è l’unico comune della Puglia ad aver avuto questo prestigioso riconoscimento – dichiara il sindaco rappresentante Anpci Puglia Giuseppe Pesino – Con questa manifestazione vogliamo dare la giusta chiusura dell’anno di rappresentanza, celebrandola degnamente all’interno dei festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Al presidente Vendola sarà affidata la Chiave dei Piccoli Comuni d’Italia, che oltre a essere un ricordo tangibile dell’iniziativa sarà conservato nella Casa di tutti i pugliesi, la sede della presidenza regionale, monito agli attuali e ai futuri governanti delle esigenze e delle virtuosità dei piccoli centri”.

Jenny De Cicco

Posted in PoliticaComments (0)

No all’eolico, ambientalisti mobilitati per la collina dei Fanciulli e delle Ninfe


Prosegue l’azione di tutela della collina dei Fanciulli e delle Ninfe. Il luogo si trova nei feudi di Giuggianello, Palmariggi e Minervino, e sono in tanti gli ambientalisti che si muovono affinché il progetto del parco eolico venga spostato in una zona di minor interesse naturalistico. La petizione, sposata anche dal Coordinamento civico di Maglie, è proseguita nel corso della Festa de lu Mieru in questo fine settimana. “Quest’anno – dicono dal Coordinamento – dagli appelli degli artisti sui palchi fino ai banchetti informativi e ai volontari tra le strade, l’estate salentina è stata attraversata da una diffusa mobilitazione trasversale, giovane e apartitica in difesa del paesaggio del Salento, vilipeso e attaccato su più fronti da più speculazioni come quelle del cemento e delle energie”. La petizione avviata da Italia Nostra Onlus è curata dal Coordinamento civico di Maglie per la tutela del territorio e la salute dei cittadini: la stessa Italia Nostra sezione Sud Salento ha già raccolto centinaia di firme in pochissime e brevi occasioni, e il Coordinamento altre centinaia durante la sola scorsa Notte della Taranta di Melpignano, per fermare la costruzione dei tre impianti industriali adiacenti per venti mastodontiche torri eoliche di 125 metri d’altezza ciascuna, e molte strutture annesse, sulla collina dei Fanciulli e delle Ninfe. “L’indiscussa Stonehenge megalitica d’Italia – continuano gli ambientalisti – e i suoi dolmen, menhir e rocce sacre enormi, naturali altari primitivi ammantati di suggestioni e leggende dai tempi protostorici sino ai nostri giorni, narrate anche da autori greci e latini antichi, rischiano di essere deturpati da progetti pazzeschi industrializzanti devastanti, in luoghi improponibili, dominio di grotte magiche, voragini, antri, villaggi neolitici, e d’uliveti antichi e monumentali, che i Greci dicevano costituiti anche da alberi gementi nella notte, derivati dalla metamorfosi in ulivi di fanciulli pastorelli messapici, a opera di stupende divine leggiadre e giovani ninfe indispettite, e tanti alberi lì, plurisecolari e dai tronchi contorti”. La petizione di Italia Nostra chiede al presidente della Repubblica, alla Regione e ai comuni coinvolti di ritirare ogni autorizzazione concessa in merito per fermare ogni ipotesi di anacronistica alterazione paesaggistica e sostanziale del sito.

Posted in Ambiente, PoliticaComments (1)

“Oliva Sound”, a Giuggianello la serata conclusiva del progetto


Serata conclusiva domenica 7 agosto alle 21, presso Grotta san Giovanni (strada provinciale Palmariggi – Giuggianello), per “OlivaSound- Ulia ssonu”, che significa “volevo suonare” per i non salentini. Si tratta del progetto che ha per titolo il gioco di parole tra il verbo volere al condizionale e il termine “oliva”, che in dialetto leccese si scrivono e pronunciano nello stesso identico modo. Il progetto OlivaSound si tiene nella magica atmosfera dei paduli scorranesi, tra l’1 e l’8 di agosto, musica e ambiente nell’unicum dei laboratori che hanno coinvolto partecipanti provenienti da Spagna, Francia e Italia. Una settimana in cui i partecipanti si incontreranno per riscoprire il rapporto con gli altri e anche attraverso la natura, una prospettiva diversa sul territorio attraverso la lente della musica, una grande possibilità per condividere le proprie alternative. OlivaSound è un progetto finanziato dall’Unione Europea: tra le attività che i ragazzi svolgeranno ci sarà un grosso ruolo per la musica, praticata anche attraverso particolarissimi strumenti prodotti dai degenti del reparto di Psichiatria del nosocomio scorranese. Il 7 agosto alle 21 si terrà la presentazione dei lavori dei ragazzi coinvolti nello scambio culturale, e a seguire l’esibizione di due band emergenti; alle 22 le musiche popolari e immaginifiche dei “Les Troublamour” e a mezzanotte la “New Orleans Dixie Band”, sei musicisti un po’ retrò: cinque fiati e una batteria, jazz e blues dal delta allo swing, musiche dal mondo e fanfare balcaniche.

Jenny De Cicco

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+