Tag Archive | "Guillermo Giacomazzi"

Lecce: torna la vittoria ed il primo posto in classifica


Grazie a un ottimo primo tempo e a un secondo tempo “cu tutto lu cuore” il Lecce batte il Treviso e rivede la testa della classifica. L’esordiente tecnico Antonio Toma, salentino di Maglie, subentrato all’esonerato Franco Lerda, si affida al suo credo tattico di riferimento: il 4.2.4 super offensivo, fatto di pressing alto e scambi veloci. Il Lecce parte fortissimo e già al quarto minuto si porta in vantaggio con un bel gol di testa di Bogliacino, il quale traduce in gol l’assist dell’ottimo Ignacio Pià. Ma la squadra giallorossa non si ferma e sospinta dai 4500 fedelissimi del Via del Mare continua a spingere. Le occasioni da gol si susseguono: al 7′ e al 13′ è Jeda ad andare vicino al gol con due belle conclusioni di destro. Mentre al 19′ e  al 21′ tocca al centrale di centrocampo Memushai sfiorare il gol con due potenti conclusioni dalla distanza. Il Treviso – schierato con un classico 4.4.2 – si fa vedere solo con una fiacca conclusione di capitan Tarantino, tranquillamente respinta in angolo da Benassi. Al 26′, poi, è capitan Giacomazzi a raddoppiare con un gran colpo di testa da centro-area, sempre su assist dalla sinistra di Pià. La partita sembra non avere storia, anche perché la reazione degli ospiti sembra non arrivare e il Lecce gestisce bene la partita.

Nel secondo tempo, invece, la squadra salentina pare tornare alle solite amnesie, che ne hanno caratterizzato il cammino negli ultimi mesi di campionato e così il Treviso si fa sotto e al 54′ minuto accorcia le distanze con un calcio di rigore ben calciato da Tarantino e causato da un fallo del distratto e pasticcione Tomi su Strizzolo. Dopo pochi minuti i padroni di casa possono portarsi sul tre a uno, ma Jeda fallisce un calcio di rigore, questa volta assegnato al Lecce per un fallo di Piccioni su Chiricò. Il Treviso comincia a credere nella rimonta e assume anche un atteggiamento più offensivo e così dalla girandola dei cambi, Toma passa al più prudente 4.3.3, con De Rose a dare man forte a centrocampo alla coppia Memushai – Giacomazzi. Chevanton ne frattempo è subentrato a Jeda e Falco a Chiricò.

Ma, al 70′ minuto accade ciò che non ti aspetti: Benassi si fa male in uscita e i giallorossi rimangono senza portiere e senza più cambi a disposizione. Così Chevanton si offre di passare in porta e , pur soffrendo, il Lecce riesce a mantenere il due a uno, aiutato in questo anche dal calore del pubblico, che canta e incita la squadra a non mollare. Alla fine è vittoria e nuovo primato in classifica nel girone A di Lega Pro.

A fine gara in sala stampa il mister Antonio Toma si dice particolarmente soddisfatto:

“Nel primo tempo ho visto il calcio che piace a me: intensità, squadra corta, scambi veloci, ci è riuscito di fare tutto quanto abbiamo studiato alla lavagna e provato in allenamento. Nel secondo tempo invece siamo calati fisicamente  perché in queste due settimane ho sottoposto la squadra a un grande lavoro fisico e anche per un cambio tattico del Treviso, passato al 4.3.1.2, mentre noi non siamo <saliti> abbastanza con i centrali difensivi per annullare questa loro mossa, con la quale i nostri centrali di centrocampo sono andati in difficoltà. Ma sono comunque soddisfatto del gran cuore dimostrato dai ragazzi nei momenti di maggiore difficoltà”.

Deodato Giovanni Guida

Posted in SportComments (0)

Lecce-Inter: una grande vittoria per la svolta


La partita della svolta è arrivata. Con la vittoria sofferta e bellissima contro i campioni dell’Inter alla prima giornata del girone di ritorno, il Lecce prende tre punti importantissimi in chiave salvezza e acquista una notevole dose di autostima, necessaria quanto i punti in classifica per realizzare quella che fino a qualche settimana fa sembrava un’impresa impossibile. Al cospetto di circa 15mila spettatori -gran parte dei quali di fede nerazzurra-, i quali rendono comunque calorosa una giornata uggiosa, al Via del Mare le due squadre si presentano con assetti tattici diversi: il Lecce col solito 3.5.2, nel quale spiccano l’impiego dei nuovi acquisti Miglionico-al centro della difesa- e Blasi-nel cuore del centrocampo. Entrambi risulteranno decisivi per il buon esito della gara, in quanto capaci, come si sperava, di apportare esperienza e personalità alla squadra gialllorossa. L’Inter, invece, articola un 4.3.1.2 con Sneijder alle spalle del due Milito-Pazzini, con il formidabile brasiliano Maicon ed il veloce giapponese Nagatomo pronti a far decollare il gioco sulle fasce laterali.

La partenza della gara è vivace da parte di tutte e due le squadre.

Nel corso dei repentini capovolgimenti di fronte le occasioni migliori capitano prima a Muriel per il Lecce, il quale in velocità ridicolizza Samuel, ma non riesce ad insaccare, complice la pronta uscita di Julio Cesar, poi a Milito- complice l’unica distrazione di Benassi-, allo stesso Samuel di testa e a Pazzini per l’Inter, ma sugli ultimi due Benassi compie due parate capolavoro, che danno il via al suo pomeriggio da eroe sportivo. E così, al 40′ minuto, proprio nel momento migliore dei nerazzurri milanesi, il Lecce passa in vantaggio con uno splendido gol di capitan Giacomazzi, il quale a centro area raccoglie un cross dell’ottimo Oddo e con un bel diagonale trafigge inesorabilmente il portiere ospite. Il primo tempo, dunque, si chiude sull’uno a zero per i giallorossi salentini.

Nella ripresa Ranieri cambia l’assetto della sua squadra passando al 4.4.2, con Alvares che prende il posto di Sneijder, nel chiaro intento di allargare il gioco sugli esterni. L’inter diventa padrona del campo, ma il Lecce si difende con ordine e precisione. Due gol, per la verità, i nerazzurri riescono pure a segnarli, prima con Samuel e poi con Milito, ma entrambe le marcature sono macchiate dalla posizione di fuorigioco dei due, prontamente rilevata dal collaboratore di linea dell’arbitro Banti. Poi per il Lecce entra Obodo per Giacomazzi -infortunato- e l’altro nuovo acquisto, il giovane Seferovic, al posto di Muriel e per l’Inter Zarate per Obi. La gara rimane apertissima ed al 90° serve un altro miracolo di Benassi sulla conclusione ravvicinata di Pazzini per salvare il risultato e sul conseguente contropiede giallorosso e Julio Cesar, invece, ad evitare il due a zero sulla forte conclusione dell’ottimo Di Michele.

Finisce così la partita. Il Lecce vince uno a zero e l’esultanza sfrenata sotto la curva nord di mister Cosmi la dice lunga sull’importanza di questa vittoria.

Ora sotto con un’altra settimana di passione: mercoledì il Lecce sarà di nuovo in campo ad Udine e domenica avrà lo scontro diretto in casa contro il Bologna. Il tutto in attesa degli ultimi colpi di mercato, che chiude martedì 31 gennaio. Si parla insistentemente dei ritorni di Delvecchio e Boijnov in entrata e della cessione di Oliveira alla Fiorentina, in uscita.

Deodato Giovanni Guida

Posted in Senza categoriaComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+