Tag Archive | "Le Costantine"

Open day alla Fondazione Le Costantine


Open day alla Fondazione Le Costantine. Una giornata a Casamassella, frazione di Uggiano La Chiesa, con le porte aperte allo shopping natalizio e non e per visitare i laboratori di tessitura e della carta antica con Andrea De Simeis, il prossimo 16 dicembre dalle 9 alle 18,30. Un domenica dedicata alla riscoperta della tessitura tradizionale e della carta antica, immersi nel verde degli uliveti, dei boschi e i profumi dei frutti maturi della macchia mediterranea.

Una proposta della Fondazione Le Costantine, quella dell’Open day, a ingresso gratuito con pranzo su prenotazione, durante il quale si potrà visitare il laboratorio delle tessitrici casamassellesi, esperte utilizzatrici di telai a quattro licci. Si potrà fare shopping e trovare idee regalo tra le borse e le stole, le corsie per la tavola, le lampade, gli asciugamani, tovaglie, tappeti, arazzi e sciarpe in cashmere presenti nello showroom.

Previsti, al raggiungimento minimo d’iscritti, 2 laboratori con pranzo: Facciamo la Carta, di 8 ore e dalle 9 alle 13 e dalle 14,30 alle 18,30, si potrà partecipare, previa prenotazione, al laboratorio sulla carta antica, tenuto dal maestro cartaio e incisore Andrea De Simeis.

Il corso di novelli cartai si articola in 5 sezioni che porteranno all’opera finale, partendo dalla selezione delle fibre vegetali, da cui estrarre la preziosa cellulosa, a quella dei colori e delle tecniche di colorazione antica dei filati con pigmenti naturali estratti dalla flora locale, come cipolla, melograno e cardo, per poi conoscere i profumi della macchia con la distillazione a mezzo di corrente di vapore per indorare i preziosi fogli fatti a mano, a seguire la filigrana, fase in cui si creano preziose piombature a rilievo sul cascio medievale e infine la realizzazione del foglio con il pescaggio delle fibre cellulosiche nel tino d’acqua, la stiacciatura e calandratura dei fogli. Per informazioni, costi e prenotazioni è a disposizione il personale de Le Costantine al numero di telefono 0836.812110 e alla mail info@lecostantine.eu.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Mercatino di Natale e Salento nel cinema alle Le Costantine


Conoscere il Salento attraverso la cinematografia e la produzione artistico-artigianale grazie alla rassegna “Il Salento sullo schermo”.

Presso la fondazione Le Costantine si terrà la rassegna cinematografica e mercatino natalizio “Il Salento sullo schermo” dal 18 al 26 dicembre 2011 e dall’8 al 15 gennaio 2012.

Quattro appuntamenti per presentare momenti di eccellenza del territorio attraverso l’espressione cinematografica e la produzione tessile artigianale.

Salento, non solo sole, mare e vento, ma grazie all’inverno si presenta come una terra da godere nelle mille sfaccettature, tradizioni e si presenta attraverso immagini, storie e silenzi. Grazie anche alla visione che di questa terra hanno tre noti registi, da Ozpetek in “Mine Vaganti”, alla commedia di Albanese “Senza Arte né parte” e fino al “Primo incarico” della Cecere, per poi passare ai tre cortometraggi dei giovani, “Giardini di Luce” di Davide Pepe, “Danza di palloni e di coltelli” di Chiara Idrusa Scrimieri e “Salento Terra di popoli” di Paola Manno.

Il 18 dicembre alle 18 ci sarà l’apertura della rassegna con Luigi De Luca, vicepresidente dell’Apulia Film Commission e Maria Cristina Rizzo, presidente della Fondazione Le Costantine, che dopo una breve presentazione alle 18,30 lasceranno spazio alla proiezione del film di Ozpetek, si potranno visitare i laboratori di tessitura, dove le donne di Casamassella riprendono con maestria e dedizione le tecniche risalenti a centinaia di anni fa, realizzano con antichi telai a quattro licci manufatti tessili e con le loro mani raccontano le atmosfere della loro terra. Sarà allestito un mercatino con originali strenne natalizie e tutti i partecipanti potranno usufruire di uno sconto del 20% su tutti i prodotti, borse e stole dai colori naturali e disegni esclusivi, morbide sciarpe in cashmere, tovaglie, americanini, lampade, tappeti, preziosi arazzi e coperte di lana pregiata.

Jenny De Cicco

Posted in CulturaComments (0)

Un corso di pizzica a Le Costantine


Parte il 16 ottobre il corso sulle tradizioni salentine, presso la tenuta Le Costantine di Casamassella. Dalle 19 alle 21,30, presso la tenuta biodinamica Le Costantine di Uggiano la Chiesa, in collaborazione con l’associazione Ecosalento – turismo sostenibile, si tiene il corso-documentario, condotto da Anna Cinzia Villani, che propone la diffusione della pizzica tramite l’insegnamento pratico dei passi e movimenti della danza tradizionale, grazie alle vive testimonianza degli anziani. Un modo nuovo per scoprire la realtà e le differenze tra il ballo tradizionale e ciò che si vede oggi nelle piazze. Anna Cinzia Villani è a oggi tra le voci femminili più rappresentative del Salento. Cantante, musicista e ideatrice di progetti, mette in relazione il respiro antico della sua terra con i linguaggi musicali contemporanei, rivelando la possibilità di un’equilibrata sintesi tra tradizione e modernità. L’ attività di cantante che svolge da quindici anni è affiancata dalla continua ricerca e conoscenza di stili e modalità dei maestri cantori e danzatori e la conseguente divulgazione tramite i tanti laboratori di canto e danza sul territorio nazionale e non solo.

Si è esibita in varie edizioni del “Pisa Folk Festival” e de “La Notte della Taranta”, nel Teatro Bibiena di Mantova e nell’Olimpico di Vicenza, e ha partecipato all’edizione 2003 del Carnevale di Venezia e all’edizione 2009 della Biennale. Lo stage prevede tre appuntamenti consecutivi. Anna Cinzia Villani ha conosciuto la musica tradizionale del Salento in un periodo di riscoperta e di fermento nei confronti delle tradizioni, in cui i più giovani si appassionavano a suoni che sembravano ormai sorpassati, dato che i cantori popolari avevano già da tempo effettuato un processo di rifiuto verso tutto ciò che ricordava loro la miseria e la fatica a cui erano costretti un tempo. La quota di partecipazione è di 49 euro a persona per l’ intero docu-corso. Le lezioni saranno a numero chiuso e previa prenotazione

Jenny De Cicco

Posted in CulturaComments (0)

“Tessere di Storia” in mostra alle Costantine di Casamassella


Tessere di Storia. Questo il titolo dell’evento che prende il via questa sera alle 20,30 e che si protrarrà fino al 21 agosto, tutti i giorni, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 20 presso le Costantine a Casamassella. L’esposizione di opere pittoriche dell’artista Milva Chemello viene affiancata ai prodotti artigianali della tessitura salentina. Un evento proposto dalla stessa fondazione uggianese, una manifestazione all’insegna dell’identità culturale e paesaggistica orientale e soprattutto salentina. Milva Chemello espone le sue opere che, come vere e proprie tessere, mettono insieme e descrivono terre lontane e lo stesso Salento, visto dall’artista come la terra d’Oriente d’Italia. Oriente e Salento, apparentemente lontani, si uniscono diventando un tutt’uno in queste tele e portano lo sguardo del visitatore lungo un percorso tra rocce, masserie e castelli. Verranno proposte all’interno della manifestazione, inoltre, tecniche e opere di un’arte antica, quella della tessitura, risalenti a centinaia di anni fa. Tecniche di tessitura come quella antica dei “pinti” o quella più recente “a fiocco”. Si passa perciò dai tappeti ai cuscini, dai copriletti agli asciugamani, dalle coperte di lana alle borse e stole, tutto rigorosamente creato dalle sapienti mani delle donne di Casamassella. Tessitrici che, con l’utilizzo di telai a quattro licci, intrecciano fili di cotone con pazienza e amore. Lavori, quelli artigianali, che con il tempo vanno via via scomparendo e che vivono di queste iniziative per poter essere divulgati alle generazioni future. Questa iniziativa culturale è frutto dell’impegno della Fondazione.

Alessandro Conte

Posted in CulturaComments (0)

Luoghi che raccontano storie di scena a Uggiano e Casamassella


Le storie dei luoghi in un evento della Pro Loco Naturistico di Uggiano la Chiesa e Casamassella, in programma il 9 agosto alle 19 presso la fondazione Le Costantine a Casamassella, con la collaborazione della stessa fondazione “Vigilaria… i luoghi che raccontano”. L’evento è nato grazie anche alla compagnia “Làmia Teatro”, che si è avvalsa di un periodo di residenza artistica all’interno della fondazione di Casamassella con l’intento di mettere in connessione le peculiarità del territorio salentino con la sua cultura e le sue tradizioni. Teatro, cultura e ambiente, Uggiano, Casamassella e Otranto, la porzione di territorio che fa da specchio concavo e amplifica una cultura vasta e densa, quella della caratteristica di fascinazione del Salento. La compagnia Làmia Teatro ha così creato una serie di interventi teatrali pensati perché a ogni luogo si attribuisca la sua storia, all’interno di cinque percorsi proposti da Naturistico e che si snodano nella splendida campagna di Uggiano la Chiesa e Casamassella. L’intento è di farsi attraversare dai luoghi e dalle storie apprese da varie fonti: tra queste un peso rilevante è costituito dai racconti popolari, spesso basati sulle figure delle macàre, le streghe salentine ancora operanti in maniera sotterranea e l’aspetto forte di una terra ricca e fertile che si vede sempre più disumanizzata, e sulla suggestione dell’elemento acqua, che dà la vita ma può dare anche la morte. L’itinerario teatrale a conclusione della residenza ideata e coordinata da Francesca Minosi.

Jenny De Cicco

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Le Costantine inaugurano “Voler bene all’Italia”


“Voler bene all’Italia” parte stamattina da Uggiano, e mille e mille sorprese ci attendono presso la fondazione Le Costantine di Casamassella. Sarà lì che si inaugurerà l’ottava edizione della manifestazione organizzata da Legambiente insieme ad Anci, Coldiretti, Symbola, che vede coinvolti domani 8 maggio, in una grande giornata di festa, oltre 2mila piccoli comuni sparsi su tutto il territorio nazionale. “L’evento – spiega la presidente della fondazione, Maria Cristina Rizzo – vuole essere un tributo a tutte quelle piccole grandi realtà del nostro Paese che nel tempo hanno saputo custodire e tramandare saperi e tradizioni, e che contribuiscono ogni giorno a valorizzare le proprie eccellenze, dall’artigianato all’enogastronomia, dalla tutela del paesaggio al potenziamento della biodiversità. Ancora, quelle che si adoperano in modo significativo per la coesione sociale e culturale e che diffondono con impegno una cultura di solidarietà e pace. È per questo che per l’edizione 2011 di “Voler bene all’Italia”, per i comuni salentini, è stata scelta anche la sede delle Costantine, che ben sintetizza i valori e lo spirito dell’iniziativa”. L’apertura della manifestazione è prevista per oggi alle 11,30 alla presenza della stessa Rizzo, del presidente regionale di Legambiente Francesco Tarantini, e del sindaco di Uggiano la Chiesa Salvatore Piconese. Dopo i saluti delle autorità e una breve presentazione dell’evento, è in programma alle 13 una degustazione dei prodotti tipici del territorio, mentre alle 15 ci sarà una rilassante passeggiata nel bosco della fondazione, vera oasi di pace in cui si godono profumi e colori del Salento. Si continua alle 16.30 con la visita nel laboratorio di tessitura, dove le donne di Casamassella riprendono con maestria e dedizione le tecniche risalenti a centinaia di anni fa e realizzano con antichi telai a quattro licci. Ancora tessitura alle 18 con la presentazione del libro ”L’Arte della Tessitura nel Salento”, di Antonio Monte e Maria Grazia Presicce.

Angela Leucci

Posted in Ambiente, Economia, Primo Piano, TurismoComments (0)

Casamassella, tutto (quasi) pronto alle “Costantine” per le Tavole di San Giuseppe.


Sono iniziati i preparativi delle Tavole di San Giuseppe presso la fondazione “Le Costantine”, nata nel 1982 per volontà della nobildonna Giulia Starace per “mettere in rete” le donne devote di Uggiano e Casamassella.

Si respira infatti aria di festa nelle sale della struttura: le signore impastano alacremente, con gesti antichi e sapienti, la farina e l’acqua per far la pasta; nell’aria piena di pollini si diffonde l’odore dolciastro della preparazione; il clima è mite. La storia si ripete assieme ai movimenti delle mani e le memorie riaffiorano, ricordando di quando erano le nonne a farlo, lasciandoci guardare in punta di piedi ai margini di quel tavolo imbiancato di farina, in attesa di assaggiare la pasta cruda.

Per otto giorni la masseria sarà quindi un brulicare di vita, un richiamare gesti ancestrali per la preparazione di questi piatti della tradizione, fino alla Rappresentazione delle Tavole: un tempo necessario proprio alla particolarità di questi pasti caldi durante i quali saranno serviti i vermicelli, la “massa” e altre pietanze caratteristiche e certamente estranee alle “tavole fredde”, approntate con cibi di veloce preparazione. Attori principali della rappresentazione saranno i “Santi” che consumeranno il pasto il 18 e 19 marzo, impersonati dai ragazzi della scuola media di Uggiano, e dunque i futuri custodi delle tradizioni.

Presidente della fondazione è Maria Cristina Rizzo (ex sindaco di Uggiano), appassionata di cultura popolare salentina e promotrice dell’evento, proprio perché ”in passato questi appuntamenti erano momento autentico di condivisione con i meno fortunati, e un modo per chiedere intercessione al Santo, mentre oggi le Tavole sono allestite solo per mantenere le tradizioni locali”. Infatti anche questo evento comincia a diventare turisticamente interessante: fino ad ora sono stati principalmente visitatori locali, ad accorrere alle Tavole, ma ora comincia a prevedersi un’affluenza turistica considerevole: complice anche la proverbiale stizza di San Giuseppe nei confronti delle massaie devote mal organizzate, che si traduce – racconta la leggenda – nella decisione di far inacidire il cibo appena preparato o di apparire in sogno per chiedere maggiore impegno nel rituale.

Jenny De Cicco

Posted in Cultura, TurismoComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+