Tag Archive | "Palmariggi"

Palmariggi e l’albero di Natale dalla Statale 16


Da Palmariggi un bellissimo esempio di amore per la natura e per la propria terra. È stato portato ieri in città un autentico albero che adornerà la piazza per raccogliere i desideri dei piccoli palmariggini e forse anche degli adulti.

Si dirà: ma tagliare un albero autentico non è antiecologico? Non in questo caso: quest’albero è un simbolo ben preciso, come ben precisa è la sua provenienza. Si tratta di uno degli alberi tagliati per far posto ai lavori di allargamento presso la Statale 16 nel tratto Maglie-Otranto. Palmariggi, come Uggiano la Chiesa, come Maglie, e altri paesi toccati dalla questione si è battuta  a lungo perché ciò non accadesse, o almeno affinché questi alberi trovassero una nuova casa. E ora questa splendida pianta sarà un monito, affinché una cosa del genere non accada mai più.

Il sindaco Anna Elisa Stifani ha postato la foto su Facebook con questa didascalia:

«Arriva l’Albero di Natale a Palmariggi! È uno degli alberi espiantati per il cantiere della Maglie-Otranto. L’albero diventerà domani Albero dei Desideri dei bambini di Palmariggi che appenderanno ai suoi rami messaggi di pace e speranza. Il bell’albero negli ultimi giorni di vita regalerà almeno un sorriso ai bambini della comunità.»

Posted in AmbienteComments (0)

Importanti scoperte archeologiche: cantiere della statale 16 a rischio?


Importanti ritrovamenti archeologici nel cantiere della statale 16. Nei giorni scorsi, infatti, nell’area di Palmariggi, sono stati rinvenuti frammenti di ceramiche e altri importanti reperti risalenti al Neolitico. L’area interessata dai ritrovamenti insiste sul cantiere della già discussa Otranto-Maglie, al centro dei lavori per l’ampliamento da due a quattro corsie.

L’area, di circa 800 metri e ricadente sul tracciato della superstrada, è situata in località Scarneo. A segnalare la presenza dei reperti nella zona, Christian Villani, che nella già sua tesi di laurea discussa presso l’Università del Salento nel 2004 aveva avanzato l’ipotesi dell’esistenza di un villaggio preistorico nell’area suindicata.

Come da  protocollo, la scoperta è stata segnalata alle autorità competenti e in primis alla Soprintendenza di Taranto, organo deputato ad esprimersi sui ritrovamenti e a sciogliere le riserve sul caso.

Nel frattempo, gli ambientalisti, seppure soddisfatti per le scoperte archeologiche, manifestano dubbi e perplessità e , nella persona di Oreste Caroppo, da sempre in prima linea sull’opportunità di costruire una sorta di strada parco a tutela delle testimonianze neolitiche, sottolineano i mancati studi archeologici, che sarebbero dovuti essere preliminari all’avvio dei lavori. Non si esclude pertanto che, se la risposta delle autorità competenti non dovesse risultare sollecita e tempestiva, gli ambientalisti possano adire per vie legali.

Intanto, l’Ufficio Tecnico del Comune di Palmariggi, che ha provveduto ad inviare alla Soprintendenza Archeologica, competente in materia, la nota con la quale comunicava l’avvenuto ritrovamento, resta in attesa dei provvedimenti che gli uffici ministeriali vorranno porre in essere. L’importante scoperta di Palmariggi si aggiunge ai preziosi ritrovamenti delle scorse settimane nell’area di Muro Leccese, dove sono state ritrovate tre tombe messapiche, al momento al vaglio della Soprintendenza ai Beni Culturali.

La scoperta, la cui portata potrebbe essere di notevole importanza ai fini storici, antropologici e archeologici, è avvenuta durante i lavori di scavo per la fognatura bianca previsti dal Comune. All’iniziale ritrovamento di mura messapiche e di una porta che guardava alla zona sud-est del paese, è seguita la scoperta delle tombe, corredate di resti di scheletri e piccoli vasi, tale da far supporre che si possa trattare di un’autentica necropoli di grande importanza storica.

Posted in AttualitàComments (0)

Puteche aperte in una nuova Palmariggi


Ritornano le Puteche Aperte. Palmariggi si mostrerà e “inaugurerà” il centro storico riqualificato, nel frattempo la sindaco Anna Elisa Stifani è stata eletta a capo dell’Unione dei comuni dell’entroterra Idruntino e da quasi un mese è stata avviato il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani ed è stato avviato anche il nuovo sistema di videosorveglianza per il bosco di Montevergine.
Il 30 giugno e 1 luglio Palmariggi, grazie all’Associazione Mons Jovis Comitato Bruschetta, giunge a questa III edizione di “Puteche Aperte”, che vanta il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce, del Comune di Palmariggi e dell’associazione Pro-Loco Montevergine Palmariggi. Quest’anno sono due le serate dedicate alla scoperta di piatti a chilometro zero, dei prodotti enogastronomici e dell’artigianato e musica del Salento. Un’occasione per poter visitare il centro storico di Palmariggi recentemente riqualificato e valorizzato tramite l’impegno dell’amministrazione comunale e al sindaco di Palmariggi, Anna Elisa Stifani, neoeletta presidente dell’Unione dei Comuni dell’Entroterra Idruntino – Bagnolo, Cannole, Cursi e Palmariggi. Il rinnovato centro è stato inaugurato il 3 giugno scorso, in occasione della festa Voler Bene all’Italia, l’asfalto logoro e degradato che negli anni sessanta è stato sostituito con basoli di pietra locale come in origine. Il centro storico acquista un nuovo fascino e comincia a rivivere.
Inoltre dal 4 giugno è stato avviato un nuovo sistema di raccolta dei rifiuti solidi urbani. Gli 11 Comuni facenti parte dell’Aro4 dell’Ato Le2 hanno deciso di modificare la raccolta dei rifiuti al fine di migliorare i risultati della raccolta differenziata. Le percentuali di raccolta dovranno essere aumentate, secondo delle indicazioni che la Regione Puglia ha indicato per ogni Comune. Il Comune di Palmariggi dovrà raggiungere la percentuale del 55% di raccolta differenziata, pena l’applicazione di una maggiorazione dell’Ecotassa la quale peserebbe sulla tassa sui rifiuti. Gli uffici comunali sono a disposizione per qualsiasi ulteriore comunicazione.
Per quanto riguarda il progetto di “videosorveglianza per reati ambientali” finanziato dal Ministero dell’Interno, ottenuti tutti i pareri paesaggistici il progetto esecutivo è stato approvato dalla Giunta del comune di Palmariggi e entro settembre saranno ultimati i lavori. Dieci videocamere per proteggere dai reati ambientali l’area di Montevergine. Il Pon Sicurezza ha approvato il progetto presentato dall’amministrazione comunale in provincia di Lecce destinandogli risorse per 87465,60 euro. Con questo intervento, il comune salentino intende valorizzare una zona di grande ricchezza ambientale e culturale.
La località di Montevergine, infatti, ricade in zona sottoposta a vincolo paesaggistico e comprende un bosco e un Santuario del 1700, edificato nei pressi di un’antica cripta bizantina, sottoposta a vincolo architettonico e archeologico. Purtroppo nella stessa zona si registrano continui e ripetuti fenomeni di abbandono e versamento di rifiuti urbani e speciali, alcuni dei quali pericolosi (oli, inerti, elettrodomestici).
Nell’area verrà installato un sistema di videosorveglianza non invasivo, autoalimentato attraverso piccoli pannelli fotovoltaici. In tutto saranno 10 le videocamere installate e collegate fra loro attraverso un sistema wi-fi, capaci di effettuare riprese a 360°, anche notturne. I dati raccolti verranno trasferiti presso la centrale operativa allestita presso gli uffici della Polizia Municipale.

Posted in Senza categoriaComments (0)

Mappaperta, il santuario di Montevergine da rivalutare


È stato presentato sabato 2 giugno presso il “Bollenti Spiriti Camp” e domenica alla cittadinanza di Palmariggi, il progetto Mappaperta, realizzato da tre giovani talenti salentini, Rino Carluccio, Alessio Chiga e il palmariggino Mauro Baldassarre. Il Comune di Palmariggi consapevole che occorre dare fiducia e valorizzare le capacità e le potenzialità dei giovani professionisti locali, è stato partner del progetto che è risultato vincitore del bando Principi Attivi della Regione Puglia. Mappaperta è una mappa aperta del territorio in cui si abita o si frequenta. Sulla mappa è possibile scrivere, disegnare, annotare, proporre. La mappa è messa a disposizione dell’intera comunità da parte del comune. È una sorta di gioco di comunità a cui tutti possono partecipare, sfruttando solo la propria conoscenza reale del territorio. Basta solo navigarci dentro, seguire le regole dei tool per costruire forme e riempirle di informazioni. L’obiettivo è costruire insieme un database di informazioni utili alle politiche pubbliche a carattere urbanistico. Si costruisce un sistema di conoscenze condiviso attraverso 5 chiavi di lettura: la memoria storica del luogo, le pratiche abitudinarie dei fruitori, le modalità di accesso e attraversamento, le emergenze ambientali e paesaggistiche, le libere proposte di riqualificazione a fini socio-economici dell’area. Le informazioni saranno preziose per poter costruire un insieme di conoscenze, utili alla redazione di un progetto di riqualificazione e rigenerazione dell’area del santuario di Montevergine. Il Comune di Palmariggi ha intenzione di intraprendere una azione di rigenerazione e valorizzazione del parco di Montevergine. Per rigenerazione si intende un sistema di azioni integrate a carattere materiale e immateriale, messe a punto per riqualificare parti di città. Si parte dalla conoscenza reale delle risorse presenti sul territorio (risorse ambientali, territoriali ma anche socio economiche). Il parco di Montevergine è uno dei luoghi identitari e paesaggistici più pregiati del territorio comunale. Il parco sorge attorno al santuario di Montevergine. Il santuario è un luogo di culto molto frequentato dai fedeli durante tutto l’anno e in particolare nel mese di maggio, mese dedicato alla Vergine. Oltre a essere meta di fedeli e di pellegrini, Montevergine, per la sua collocazione geografica e per le sue caratteristiche ambientali e paesaggistiche rappresenta una vera oasi collinare a servizio delle popolazioni locali. L’ampia zona pinetata e attrezzata, i percorsi nella macchia mediterranea, il suggestivo panorama che da un naturale balcone rende possibile l’affaccio sull’intero canale d’Otranto rendono la località una delle più apprezzate in tutto il Salento. “Mappaperta per Montevergine” mette a disposizione un laboratorio virtuale attraverso il quale è possibile contribuire al progetto di riqualificazione del parco. Un bell’esempio, innovativo e immediato, di partecipazione attiva. I cittadini di Palmariggi possono dare il proprio contributo e le proprie idee per quello che potrebbe essere un processo di salvaguardia e sviluppo di Montevergine. Il progetto è aperto a tutti, non solo ai cittadini di Palmariggi, l’area di Montevergine è frequentata da visitatori che vengono da tutto il Salento. Raduni scout e di varie associazioni di volontariato, pellegrinaggi, gite, sono all’ordine del giorno a Montevergine, perciò l’invito a partecipare è rivolto a tutti coloro che conoscono e amano questo luogo.

Posted in Senza categoriaComments (0)

Palmariggi e l’entroterra idruntino si colorano di “Azzurro Park” e di “Rosa” in onore di Melissa Bassi


È bicolore la quindicesima edizione di Azzurro Park. Il colore del cielo e del mare si stempera nel rosa e si veste di nero, nel ricordo doloroso dell’attentato alla scuola ”Morvillo-Farcone” di Brindisi, nel quale ha perso la vita Melissa Bassi. La Fondazione Azzurro Park con il patrocinio del Comune di Palmariggi, la Provincia di Lecce, la Regione Puglia, l’Unione dei Comuni dell’Entroterra Idruntino, l’Associazione Italiana Celiachia e l’Azienda di Promozione Turistica di Lecce, promuove un evento di tre giorni, domenica 27 maggio, venerdì 1 e sabato 2 giugno, dedicato all’infanzia più sofferente e vessata, e in memoria della giovane ragazza di Mesagne. La stella cometa di Azzurro Park, astro guida di tutti coloro che in Italia e all’estero, come singoli o come associazioni religiose o laiche si occupano di bambini, porta dal cielo di Brindisi notizie che spengono anche le notti più luminose. La bomba alla scuola brindisina ha tolto il respiro all’intero Paese ma non a Melissa, perché i bambini non muoiono, si allontanano dalla terra per ritornare in cielo. Quest’anno, in seguito a tragico evento, la Fondazione che si occupa dei più piccoli sulla terra, ha deciso di interessarsi anche a una bambina speciale che sta in cielo. L’evento che comincerà domenica 27 Maggio e proseguirà l’1 e il 2 giugno, pur mantenendo la sua originaria struttura organizzativa e funzione primaria, ha subito al contempo una conversione e un arricchimento d’intenti. Così il pensiero amorevole verso tutti i bambini è divento memoria dolorosa per una sola bambina. E chi ama e ride con i più piccoli, oggi non poteva non piangere la perdita di una piccola donna. Comincia proprio con una celebrazione in suo onore il primo degli appuntamenti organizzati da Azzurro Park. La biciclettata, per i sentieri delle campagne dell’entroterra idruntino, prevista per domenica 27 Maggio, si concluderà con la Santa Messa presso il Santuario della Madonna dell’Abbondanza. I partecipanti e gli organizzatori, alla presenza delle autorità civili e militari, si ritroveranno uniti nella preghiera per ricordare Melissa Bassi, e per affidare al Signore la sua anima incolpevole. Ma l’altra faccia della medaglia di un fatto doloroso è un avvenimento gioioso, porta d’accesso necessaria per andare avanti. Per questo le serate del primo e del due giugno apriranno un varco infinito verso una vita che sceglie di continuare, con e per tutti i bambini. Palmariggi, il primo fine settimana di giugno, si agghinda a festa e ospita un luna park “diffuso”, un vero e proprio parco dei divertimenti per i più piccoli- completamente gratuito- con clown, face-painter, animatori, trampolieri e maestri giostrai da tutta la Puglia, tutto si svolgerà dentro una dolcissima cornice di caramelle e nuvole di zucchero filato. In questa quindicesima edizione, tuttavia, si è scelto di posticipare, a data da definire, la tradizionale premiazione rivolta a quanti, dietro le quinte della vita di tutti i giorni, si adoperano con slancio e disinteresse per gli altri, nel segno dell’impegno e dell’altruismo. Per ora l’unica onorificenza, che alcuno mai avrebbe voluto assegnare, è per la giovane Melissa Bassi.

Maria Rosaria Contaldo

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Tre giorni con la Protezione Civile


Incontro, confronto e dimostrazione. Tre giorni di festa per la Protezione Civile a Palmariggi, presso il suggestivo santuario di Montevergine.
Un opportunità di assistere alle prove e alle esercitazioni degli uomini e donne che volontariamente scelgono di dedicarsi alla tutela del prossimo, ma anche una semplice occasione d’incontro e confronto tra volontari e addetti alla sicurezza ed all’ordine civile.
Queste saranno anche giornate dedicate alla divulgazione dei servizi offerti dall’organo Protezione Civile, per comprenderne più a fondo il ruolo e l’indubbia utilità.
L’incontro annuale si terrà a Montevergine a partire da venerdi 27 aprile, con il raduno con l’allestimento del campo-scuola della Protezione Civile alle 14 e l’esercitazione prevista per le 17, il programma è simile anche per sabato 28. Mentre il raduno vero e proprio si svolgerà domenica 29 dalle 9, quando si procederà alla registrazione degli arrivi delle associazioni e delle forze dell’ordine partecipanti. Si terrà alle 10 la sfilata dei gonfaloni dei comuni partecipanti e dei volontari presenti con passaggio d’onore davanti alle autorità, per proseguire con i saluti delle autorità e alle 11,30 la messa officiata dal rettore del santuario e concludere la mattinata con il pranzo presso il campo del santuario.
Il pomeriggio si aprirà alle 15 con le simulazioni d’interventi d’emergenza di protezione civile e prove di soccorso, poi alle 16,30 presso la sala segreteria si svolgerà l’incontro con la Presidenza del Csvs sui servizi e le opportunità offerti e proposti da parte delle associazioni.

Jenny De Cicco

Posted in AttualitàComments (0)

Progetto Viva+ a Palmariggi


I comuni salentini continuano il percorso ecosostenibile per una migliore qualità della vita e un mino consumo di risorse.
L’amministrazione comunale di Palmariggi, guidata da Anna Elisa Stifani, continua l’impegno nella salvaguardia dell’ambiente e del risparmio energetico aderendo al progetto Votiva+, un progetto della Direzione Energia e Trasporti della Commissione Europea, del Ministero dell’Ambiente e del Ministero dello Sviluppo Economico.
Votiva+ consiste nella sostituzione delle lampadine votive a incandescenza, in maniera completamente gratuita, che verranno sostituite con l’installazione di lampade elettroniche al led.
Senza alcun costo né per l’amministrazione né per i cittadini, le lucine saranno sostituite in questi giorni sia sui loculi comunali che su quelli di proprietà della confraternita.

Secondo i calcoli sviluppati dalla Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (Aeeg), il risparmio portato dall’iniziativa porterà al risparmio sulla bolletta energetica fino a 3,07 euro a punto luce all’anno, registrando consumi anche del 90% inferiori rispetto alla situazione preesistente.
Le vecchie lampadine saranno svitate dal proprio alloggiamento la vecchia lampada a incandescenza e avvitate al suo posto le lampade elettroniche al led.
La gratuità dell’iniziativa è possibile grazie al programma d’incentivazione nazionale per l’incremento dell’efficienza energetica negli usi finali dell’energia, attuato in seguito all’entrata in vigore dei Decreto Ministeriale del 20/07/2004.
Il progetto nasce dall’esigenza di ridurre i costi legati alla fornitura di energia elettrica e la crescente attenzione alle politiche ambientali richiesta agli amministratori hanno spinto Gesco Srl, in qualità di E.S.Co. – dall’acronimo inglese Energy Service Company – regolarmente accreditata presso l’Autorità per l’energia elettrica e il gas (Aeeg), a promuovere, in alternativa ai tradizionali sistemi di illuminazione, una soluzione caratterizzata dalla massima efficienza.
loculi, tombe e cappelle cimiteriali sono infatti caratterizzati da una accensione costante nell’arco delle 24 ore, le lampade votive a tecnologia led rappresentano la scelta ideale per ridurre drasticamente i consumi di energia elettrica. Il bassissimo assorbimento che contraddistingue le lampade a led realizzate in esclusiva per questa iniziativa – solo 0,20 watt – le rendono particolarmente indicate per essere impiegate anche assieme a pannelli fotovoltaici.

Jenny De Cicco

Posted in Ambiente, AttualitàComments (0)

Canti di Passione a Palmariggi


Tutta la tradizione nei festeggiamenti prepasquali. Accade a Palmariggi dove la Pro Loco Montevergine ha organizzato, in occasione della Quaresima 2012, la manifestazione Canti di Passione, giunta alla sua seconda edizione. L’evento ripropone, nel solco della più genuina autenticità, la tradizione dei cantori della Passione. Il 23 marzo alle 19 presso la chiesa barocca della Madonna della Palma di Palmariggi ci sarà l’evento-concerto che vuole tenere viva la bellezza di quel mondo rurale e pastorale del passato, in cui non era insolito, alle soglie della Pasqua, incontrare di sera per le piazze del paese, agli incroci delle strade o nei vicinali antistanti le masserie, gruppetti di musicisti improvvisati che portavano alla gente le strazianti note dell’organetto e della fisarmonica, ricordando le ultime ore di Gesù. Saranno perciò le canzoni della tradizione a tenere banco in questa serata, in cui si affacceranno, comunque, anche le note di importanti cantautori contemporanei che hanno cantato la Passione.

Posted in CulturaComments (0)

Palmariggi s’illumina di meno


Ieri sera, il Comune di Palmariggi è stato ospite in diretta della trasmissione Caterpillar di Radio2 in occasione dell’evento “M’Illumino di meno”. Non è il primo anno che l’amministrazione di Palmariggi segue quest’evento che vuole sensibilizzare al risparmio delle risorse energetiche, parafrasando una celebre poesia di Eugenio Montale. L’amministrazione comunale ha infatti partecipato per il terzo anno consecutivo alla manifestazione, ma quest’anno i protagonisti sono stati i ragazzi delle scuole di Palmariggi, che attraverso il Consiglio Comunale dei Ragazzi hanno promosso una campagna di sensibilizzazione presso le famiglie della comunità. “I ragazzi hanno redatto del materiale informativo sulla manifestazione – si legge nel comunicato del sindaco Anna Elisa Stifani – e sul decalogo del risparmio energetico che contiene semplici regole da adottare nella vita quotidiana per dare il proprio contributo alla causa del risparmio energetico e sull’utilizzo di fonti alternative di energia. Palmariggi è stato scelto fra i vari vomuni d’Italia, dopo gli interventi da Vicenza, Udine, Napoli, Bari, grandi città italiane. L’amministrazione comunale è da sempre impegnata in iniziative che riguardano la tutela dell’ambiente e seppur con le poche risorse a disposizione cerca di dare il proprio contributo e il buon esempio”. Sindaco, assessori, Consiglio Comunale dei Ragazzi, ragazzi delle scuole, genitori sono stati impegnati in una tre giorni di volantinaggio di sensibilizzazione al tema del risparmio. La macchina comunale è stata utilizzata per diffondere per le vie del paese l’inno di “M’illumino di meno” e gli slogan sul risparmio ideati dai ragazzi. Una vera colonna sonora durante la distribuzione del materiale informativo sull’evento e sul decalogo del risparmio. “L’utilizzo della macchina dell’arrotino – continua Stifani – come l’ha definita uno dei conduttori Rai, ha destato la curiosità dei redattori e dei conduttori della trasmissione radiofonica. È stato un po’ come tornare indietro nel tempo, a quando i vecchi banditori, attraversavano le vie del paese per informare la popolazione. Un passo indietro, una riflessione, rispetto a tante abitudini poco sostenibili e poco rispettose dell’ambiente che comportano sprechi di risorse ambientali ed economiche”.

Posted in Ambiente, Politica, Primo PianoComments (0)

Palmariggi premia le donne del Mediterraneo


Un premio a chi si occupa di cooperazione internazionale. È quello che sarà conferito tra l’8 e il 10 dicembre a Palmariggi, all’interno del Premio Donne del Mediterraneo, realizzato dall’Istituto di Culture Mediterranee della Provincia di Lecce e dal Comune di Palmariggi. Il premio s’ispira ai principi di cooperazione internazionale e pace tra i popoli, e intende valorizzare particolarmente il contributo delle donne dell’area mediterranea alla costruzione di spazi comuni di dialogo e coesistenza tra popoli, culture e religioni, alla risoluzione dei conflitti in atto, alla promozione dei diritti umani e dell’empowerment femminile, all’integrazione economica e allo sviluppo partecipati e sostenibili. Il riconoscimento, per quest’edizione sarà conferito all’associazione di donne israeliane Machsom Watch, che opera nella zona di Gerusalemme e lungo il confine fra Israele e i territori palestinesi. “Machsom Watch – si legge nella motivazione al premio – è un’associazione nata nel 2001 con lo scopo di monitorare i blocchi stradali e posti di blocco militari israeliani disseminati a centinaia lungo il confine con la Cisgiordania e nella zona di Gerusalemme, per denunciare le violazioni dei diritti umani e civili compiute da parte dell’esercito e della polizia d’Israele ai danni dei palestinesi. Armate di coraggio, le donne di Machsom Watch quotidianamente si recano in prossimità dei posti di blocco lungo le linee di confine, a ridosso del Muro di separazione, presso i famigerati tornelli presidiati dai soldati dell’Idf e osservano quel che succede: quando vedono cittadini palestinesi costretti a lunghe e ingiustificate attese, quando sono testimoni di comportamenti aggressivi, controlli degradanti e soprusi di qualsiasi tipo da parte dei soldati di turno, si interpongono con efficacia e con fermezza. Poi rendono pubblici i loro rapporti sulle ingiustizie e gli abusi di cui sono state testimoni”. Le socie che interverranno per ritirare il premio sono Daniela Yoel e Nava Elyashar.

Posted in CulturaComments (0)

Carolina Bubbico per le strade di Palmariggi


Tutti pazzi per il video di Carolina Bubbico “A me piacerebbe ridere”, con la regia di Gianni De Blasi e realizzato nell’ambito del progetto Officine della Musica. Ma cos’ha di speciale questo video, almeno per gli abitanti dell’entroterra idruntino? Ha di speciale che è stato girato a Palmariggi. Nel video si vede la cantante e musicista jazz Carolina Bubbico, su uno strano mezzo di trasporto musicale, degno delle migliori fantasie di Neil Gaiman, per le strade e le campagne di Palmariggi. Il tutto insieme con un certo numero di autoctoni, che descrivono le loro emozioni attraverso espressioni facciali e che sembrano quasi perplessi o infastiditi da questa inusuale presenza, come accade spesso nei nostri paesi quando si vede arrivare qualcuno che, palesemente, non è del luogo. Il video è molto divertente e parte proprio dalla campagna palmariggina, tra un ulivo e un muretto a secco, per finire alla straordinaria piazza del paese con la chiesa sullo sfondo e l’edicola sul lato, in cui si ritrovano varie umanità, tra una panchina a una scalinata, e ci sarà anche qualcuno che verserà una lacrima. Sarà una bambina con il suo sorriso a fermare la corsa della Bubbico su questo strano mezzo di trasporto. Musica stupenda, parole toccanti e una voce che fa tremare le ginocchia, sono questi gli ingredienti non certo accessori di quello che ci si augura sia un grande successo musicale.

Posted in AttualitàComments (0)

Palmariggi elegge il consiglio comunale dei ragazzi


Nominato il consiglio comunale dei ragazzi a Palmariggi. “Il percorso per la nomina del Ccr – ha commentato il sindaco Anna Elisa Stifani – è stato fortemente voluto dall’amministrazione comunale, come già sperimentato in molti comuni. Esso rappresenta un importante momento di innovazione e di partecipazione dei ragazzi alla vita della comunità. Il Ccr si prefigge lo scopo di fare dei piccoli cittadini di oggi adulti consapevoli di domani, con un accresciuto senso di appartenenza al proprio territorio e alle sue peculiarità”. All’elezione hanno partecipato gli alunni delle classi terza, quarta e quinta della scuola primaria e i ragazzi di prima della scuola secondaria. Sono stati eletti consiglieri Cazzetta Gabriele, Cazzetta Giuseppe, Cazzetta Melissa, De Iaco Tommaso, Gabrieli Samuel, Palma Marta, Rango Marco, Rizzo Martina, Toma Valentina e Zezza Alessandro. Il 9 novembre presso la sala consiliare del comune, il Ccr riunito nella prima seduta ha eletto sindaco Zezza Alessandro. I ragazzi, che saranno seguiti in questo percorso dagli insegnanti, avranno modo di confrontarsi, analizzare le istanze, proprie e dei compagni, e portarle all’attenzione del consiglio comunale degli adulti. I due sindaci, quello vero e quello dei ragazzi hanno sottoscritto un protocollo d’intesa a difesa dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Posted in AttualitàComments (0)

Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+