Tag Archive | "Puglia"

Puglia nella top ten mondiale tra le wine travel destination


La Puglia è rientrata nella top ten delle Wine Travel destination nel mondo da Wine Enthusiast per il 2013, la rivista americana che si occupa di turismo enogastronomico, una delle più diffuse negli States.

La Puglia sarà l’unica regione d’Italia a fregiarsi del titolo. Tra le altre regioni enoturistiche risultano Monterey-California, Willamette Valley-Oregon e Long Island NY negli Stati Uniti, Rioja- Spagna, Douro-Portogallo e Danube-Austria in Europa e Hunter Valley-Australia, Stellenbosch–Sud Africa, Val de Vinhedos-Brasil.

Per l’occasione la rivista ha realizzato un ampio servizio sulla Puglia, presente nel numero di febbraio e redatto dalla giornalista Monica Larner, corrispondente in Italia ed ospite in Puglia in occasione di uno degli educational organizzati dal Movimento Turismo del Vino.

L’elenco delle cantine di Puglia che aderiscono al Movimento sono anche in Campagna e Sapori, una delle cartoguide di Discovering Puglia, l’iniziativa ideata dall’Agenzia regionale del Turismo, Pugliapromozione, che ha messo in rete per la stagione invernale oltre seicento attività gratuite di turismo esperienziale in quattro aree di interesse Arte e Cultura, Natura e Sport, Riti e Tradizioni e Campagna e Sapori.

Il turismo enogastronomico con Cantine & Masserie ha accompagnato anche le iniziative per l’estate di Puglia Open Days che lo scorso anno ha registrato più di 100 mila presenze e proseguirà anche nel 2013.

Posted in AttualitàComments (0)

In vista la nuova disciplina in materia di B&B pugliesi


Bed and breakfast e attività ricettive in Puglia: dal 22 gennaio nuovi regolamenti, che dovrebbero fare chiarezza in un settore trainante per il turismo pugliese. La IV commissione consiliare si aggiorna per l’esame del disegno di legge in materia di attività ricettiva di bed and breakfast. Un rinvio necessario per dare modo di presentare ulteriori emendamenti, rispetto a quelli già formalizzati dall’assessore al turismo Silvia Godelli.

Il testo tiene conto degli aggiornamenti intervenuti negli ultimi anni nella legislazione nazionale, oltre che dei pronunciamenti della Corte Costituzionale e delle consultazioni con le associazioni interessate. Nell’ipotesi di regolamento sono previste due tipologie di B&B: una a conduzione familiare – con obbligo di dimora – con una dotazione massima di 4 camere e 9 posti letto, senza la fornitura di servizi aggiuntivi. La seconda tipologia riguarda il B&B in forma imprenditoriale a prevalente conduzione familiare svolta in un’unica unità immobiliare presso il proprio domicilio o anche in unità fisicamente distinte, lontane non oltre 500 metri dalla struttura B&B, con non più di 8 camere e 20 posti letto, anche avvalendosi di personale qualificato.
Inoltre si introduce, per quanto concerne l’avvio dell’esercizio dell’attività, l’istituto della Scia – Segnalazione certificata inizio attività – .
Il presidente della IV commissione, Aurelio Gianfreda, ha espresso la volontà di licenziare in tempi brevi il provvedimento in questione, unitamente all’altro che riguarda la disciplina dell’agriturismo.

Posted in TurismoComments (0)

Trenitalia: notizie positive


Trenitalia e i nuovi orari delle ferrovie pugliesi. Il nuovo orario invernale di Trenitalia ha parzialmente accolto le sollecitazioni della Puglia e dal palazzo del Consiglio regionale, come segno di buona volontà dell’Assemblea, verranno rimossi i cartelloni di protesta che incombono sulla stazione centrale di Bari e sui binari. Lo annuncia il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, nel prendere atto del “saldo positivo dei collegamenti ferroviari”, che contano ora 20 coppie di treni a lunga percorrenza così composti: 6 sulla tratta per Roma, 3 per l’hub di Bologna, 7 per Milano, 2 per Torino, 2 per Venezia.
Più precisamente l’azienda ferroviaria ha previsto per il 2013 di incrementare 12 treni Frecciabianca, che si aggiungeranno agli 84 già esistenti. Per migliorare il servizio di collegamento fra Lecce e il nord sono stati disposti 4 treni in più al giorno in partenza da Lecce sono 2 per Milano e 2 diretti a Venezia Santa Lucia e altrettanti saranno i treni che percorreranno la tratta inversa, collegando Milano e Venezia.
Risultano incrementati anche i treni Frecciaargento Lecce – Roma, che saranno 3, e i collegamenti notturni con le vetture Intercity: 2 treni notte sulla tratta Lecce – Milano e 1 sulla Lecce – Torino. Da gennaio scorso troneggiavano due cartelloni sulla facciata della sede consiliare di via Capruzzi, a Bari: La Puglia non è un binario morto. Ridateci i treni.
Introna dice:

Avevo preso atto della disponibilità del ministro Passera e dell’amministratore delegato delle Ferrovie, Mauro Moretti, a non aggravare la perifericità delle destinazioni pugliesi con una programmazione ferroviaria ragionieristica. Le nostre proteste sono servite, ma le nostre esigenze restano tuttora attuali e devono diventare una realtà condivisa, sul piano di un confronto con Roma che deve restare un tavolo permanente, sempre aperto, sempre attento ai problemi del trasporto ferroviario da e per il Mezzogiorno, da e per la Puglia.

Numeri confortanti solo in parte e che colmano solo in parte il divario dei trasporti con il resto del paese e che lasciano spazio a polemiche future.

Posted in AttualitàComments (0)

B&b e Agriturismi pugliesi: necessarie linee guida chiare


Agriturismi e bed and breakfast:per la Puglia turistica è importante che abbiano riferimenti legali precisi. Queste tipologie d’attività, b&b e agriturismi, sono sottoposte a regimi fiscali agevolati e spesso, portate avanti a conduzione familiare, sono diventati un importante mezzo di sostentamento. Per l’esigenza di regolamentare suddette attività, lo scorso 3 dicembre si sono tenute audizioni in IV commissione consiliare.

I b&b sono una realtà ricettiva da svolgere per un massimo di 6 mesi l’anno, esclusivamente nella propria abitazione, in cui non vige l’obbligo di emissione di ricevute e i ricavi dell’attività vengono assimilati alla dichiarazione dei redditi sotto la voce “altro reddito”.

Gli agriturismi sono invece nati per far rivivere le aziende agricole e d’allevamento, usufruiscono di sconti fiscali, di incentivi economici e devono somministrare prevalentemente i prodotti dell’azienda stessa.

In merito ai b&b è stato approvato un disegno di legge il 9 maggio scorso dalla Giunta regionale e il 3 dicembre sono stati ascoltati i rappresentanti di Federalberghi, Associazione ospitalità Puglia, Cisl e Confcommercio e per gli agriturismi le audizioni hanno fatto riferimento a un testo unificato di provvedimenti legislativi precedenti, hanno riguardato i rappresentanti di Terra Nostra, Coldiretti, Turismo Verde, Upi Puglia, Agriturist e Confcommercio.

Il presidente della IV commissione Aurelio Gianfreda ha sottolineato l’intendimento di approvare la legge nell’ambito della consigliatura e ha invitato i rappresentanti delle associazioni a presentare eventualmente altre osservazioni per iscritto entro metà gennaio, a seguito dell’inizio imminente della sessione bilancio in consiglio.

Durante la sessione di ascolto delle categorie l’assessore alle politiche agricole Dario Stèfano è stato accusato di aver scarsamente coinvolto le associazioni nella fase precedente all’audizione. L’accusa è stata bollata da Stèfano come “ingenerosa”, ed ha ricordato che il testo in esame è quello unificato derivante dalla proposta di legge e disegno di legge ed è stato messo a punto da un gruppo di lavoro interno alla commissione. Ragione per cui ora l’iniziativa legislativa è nelle mani dei commissari e subito dopo dell’aula. Le legge punta a normare e non a liberalizzare il settore. Dario Stèfano ha dichiarato che

In questo ambito faremo tesoro delle indicazioni che ci perverranno. L’obiettivo è di arrivare a un’offerta agrituristica più qualificata e più tipizzata.

Il consigliere del Gruppo Misto-Psi Franco Pastore, segretario della commissione Sviluppo, ha dichiarato:

In Puglia l’evoluzione del modello b&b è stata importante dal punto di vista numerico, ora bisogna che ci sia una evoluzione, che da una gestione e conduzione di tipo familiare si passi a un modello di gestione imprenditoriale, evitando di cadere nell’antitesi modello alberghiero. La cosa importante e normare il settore per evitare che possano crearsi situazioni di concorrenza sleale, al limite del lecito.

Posted in AttualitàComments (0)

Puglia marchio di qualità


Nastri di partenza per il marchio Prodotti di Qualità Puglia. Lanciato in questi giorni il marchio di qualità collettivo comunitario con indicazione di origine, fortemente voluto da Dario Stèfano e da poco approvato in Parlamento regionale, assessore alle politiche agroalimentari. Il marchio garantisce la qualità e l’origine del prodotto.
La regione Puglia, ai sensi del Reg. (CE) n. 207/09, ha depositato l’11/06/2012 all’Ufficio per l’Armonizzazione nel Mercato Interno – Uami la domanda di registrazione del marchio Prodotti di Qualità Puglia, la Regione, con il marchio, intende valorizzare i prodotti agricoli e alimentari con un elevato standard qualitativo controllato, portare a conoscenza dei consumatori, attraverso azioni informative e pubblicitarie, le caratteristiche qualitative dei prodotti e dei servizi contrassegnati dal marchio che partecipano al sistema di qualità alimentare riconosciuto dalla Regione Puglia ai sensi del reg. CE n. 1698 del Consiglio del 20 settembre 2005, promuovere e sostenere il marketing commerciale e la vendita di tali prodotti, trasmettere il messaggio principale d’indicazione di qualità del prodotto e quello secondario d’indicazione d’origine del medesimo e assicurare una tracciabilità completa dei prodotti.
La concessione dell’utilizzo del marchio Prodotti di Qualità Puglia è disciplinata da quanto previsto dal regolamento d’uso del Marchio e rientrano tra i prodotti che possono fregiarsene quei prodotti agricoli e alimentari regolati da sistemi di qualità riconosciuti dall’Unione Europea (Dop e Igp), che partecipano ai sistemi di qualità alimentare ai sensi del Regolamento CE n. 1698 del Consiglio del 20 settembre 2005.
Tra i servizi che possono rientrare quelli di ristorazione per la somministrazione dei prodotti a marchio “Prodotti di Qualità Puglia”.
E’ previsto un programma di controllo della qualità eseguito dall’organismo di controllo designato ed approvato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali o in altri casi eseguito da organismi di controllo indipendenti, abilitati a eseguire i controlli secondo le vigenti norme europee, iscritti nell’Elenco Regionale degli O.d.C.
Soddisfatto l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Dario Stefàno

“Per uno strumento che ci consentirà di portare con ancora maggiore forza sui mercati nazionali ed esteri la qualità dei prodotti pugliesi. Inoltre il marchio oltre a qualificare le produzioni ci consentirà di mettere a sistema tutte le nostre produzioni agroalimentari di qualità all’interno di un paniere unico. Va sottolineato infatti che con l’approvazione del “Pacchetto Qualità” da parte dell’Ue sono stati accolti gli emendamenti da noi proposti sull’utilizzo dei marchi di qualità anche per le produzioni Dop-Igp e alla compatibilità degli stessi rispetto alle norme sull’etichettatura. Significa, ad esempio, che è possibile l’applicazione del marchio “Prodotti di Qualità Puglia” anche all’olio extravergine di oliva. Un risultato che noi riteniamo strategico. Mi aspetto una grande collaborazione da tutte le organizzazioni professionali e alle centrali cooperative alla campagna di adesione che sarà lanciata il mese prossimo e che dovrà portare entro la fine dell’anno a una forte e rappresentativa adesione delle imprese agroalimentari al marchio.”

Posted in AttualitàComments (0)

Soluzione al problema ferroviario pugliese? I privati


Continuano le difficoltà dei trasporti su rotaia pugliesi. Dopo i tagli e il mancato reintegro totale delle tratte verso il Nord del Paese, Giannicola De Leonardis in una nota stampa in cui il consigliere regionale e presidente della settima Commissione Affari Istituzionali auspica:

“L’apertura a una società privata per spezzare il sempre più marcato isolamento della Puglia e la politica fortemente discriminatoria operata da Trenitalia nei confronti del Mezzogiorno d’Italia è un’operazione coraggiosa e necessaria al tempo stesso, da salutare e sostenere con favore, condotta in prima persona dall’Assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità Guglielmo Minervini. il successo del collegamento notturno tra Bari e Torino prossimo venturo garantito dalla società Arenaways, che potrebbe concretamente mettere in luce le contraddizioni di un management che ha sempre fatto riferimento a una presunta carenza della domanda per giustificare e motivare decisioni assurde e fortemente lesive del diritto alla mobilità di migliaia e migliaia di utenti, contravvenendo al delicato ruolo di gestore di fatto di un servizio ancora pubblico di estrema importanza; con conseguente scadimento della qualità e quantità del servizio offerto, e isolando in particolare nelle ore notturne una fetta significativa di popolazione dal resto del Paese.Mi auguro che nell’immediato futuro questa apertura ai privati sia ancora più marcata, in attesa di un intervento del Governo per rivedere completamente la programmazione e l’impiego di risorse pubbliche operate dal manager Moretti, per un riequilibrio complessivo dell’offerta sull’intero territorio nazionale, senza colpire e affondare unicamente la poco gradita dorsale adriatica.”

I pugliesi si auguravano la riapertura delle tratte ferroviarie soppresse da tempo, considerando il nodo cruciale rappresentato dalla stagione estiva, tempo dell’anno di raccolta per il granaio d’Italia, non solo per le colture ma principalmente per la nuova economia che punta sul turismo e necessitante di ottimi collegamenti per poter crescere o per lo meno mantenersi su livelli di sostentamento.

Posted in AttualitàComments (0)

Regionale 8: soddisfazione trasversale della politica pugliese


Soddisfazione trasversale nel parlamento regionale pugliese per l’avvio dei lavori della regionale 8.
Lavori iniziati con un ritardo di 24 anni come sottolinea anche il consigliere Udc Salvatore Negro:

“L’avvio dei lavori per la realizzazione della Regionale 8 ci lascia soddisfatti: la grande esperienza dell’impresa esecutrice nel settore stradale e la capacità esecutiva della stessa impresa ci fanno ben sperare sulla qualità dei lavori e nel rispetto dei tempi di esecuzione. Ma non possiamo fare a meno di evidenziare che l’opera arriva con 18 anni di ritardo e che poteva essere realizzata molto prima e con notevole risparmio di risorse finanziarie pubbliche – Lo ha detto il presidente del gruppo Udc, il quale in passato più volte è intervenuto per sollecitare l’avvio dei lavori di questa importante infrastruttura che collegherà la tangenziale di Lecce a Melendugno – Il ritardo con cui si apre il cantiere per la realizzazione della Regionale 8, dopo un lungo e dispendioso contenzioso, ci sia per il disagio che hanno dovuto sopportare gli utenti sia per lo spreco economico-finanziario che si risolve sempre ai danni delle tasche dei cittadini. La mala-burocrazia, lo andiamo sottolineando da tempo, è il male da estirpare per ridare credibilità alle istituzioni e alla politica. Non possiamo più correre il rischio di perdere investimenti preziosi per la realizzazione di opere pubbliche, ma soprattutto dobbiamo assicurarci che tali opere siano realizzate in tempi certi. Solo così possiamo ridare fiato all’economia del nostro territorio, assicurare servizi e recuperare terreno sul campo della credibilità perduta. Per tali ragioni ci auguriamo che presto possano essere avviati anche i lavori per la realizzazione della Maglie–Otranto e altre opere la cui realizzazione rischia di perdersi nei meandri della macchina amministrativo-burocratica.”

Ma soddisfazione per l’avvio anche da parte di Saverio Congedo del Pdl

“Con il via libera ai lavori della Regionale 8, attesa da anni, dal Salento arriva un segnale importante in un momento storico in cui tutto il Paese cerca di liberarsi dalle lentezze e dalle lungaggini che ne hanno segnato la storia recente. È una buona notizia innanzitutto perché il progetto della strada regionale è quello di una infrastruttura moderna e soprattutto sicura per un’arteria tra le più trafficate e pericolose. Ma è giusto anche sottolineare che si tratta di una opera pubblica dall’indubbio risvolto economico e occupazionale. La firma oggi in Prefettura, infatti, sblocca un cantiere da decine di milioni di euro che ha una ricaduta benefica significativa sulle imprese e sui posti di lavoro. L’auspicio a questo punto è che l’iter dei lavori prosegua spedito in modo che la nuova superstrada del Salento sia al più presto realtà”.

La regionale 8 collegherà Melendugno a Lecce con 24 anni di ritardo. Ieri in Prefettura la firma del contratto tra la ditta appaltatrice davanti all’assessore regionale Fabiano Amati alle Opere pubbliche, mette la firma sul tortuoso iter affrontato dalla R8. Nel ‘88 il Cipe stanziò 110770000000 di lire per il primo lotto della strada Circumsalentina, un itinerario sottocosta ben attrezzato, efficiente e sicuro.
Il I lotto originario prevedeva il tratto da Lecce ad Otranto, comune poi sottrattosi al progetto, come anche Giurdignano e la conseguente perdita dello stanziamento, recuperato dall’Ati, prima agiudicataria dei lavori e del Servizio Lavori pubblici della Regione.
Il progetto è stato in seguito rivalutato e ridisegnato in maniera meno impattante sul territorio, ma non meno grande e l’asfalto della R8 ora dovrebbe intersecare quello della tangenziale di Lecce e non più da San Cataldo per salvaguardare le Cesine e in direzione Melendugno e Otranto in futuro e dovrebbe poi sostituire la S.P.1. La fine dei lavori è prevista in tre anni, per un costo complessivo è di circa 55 milioni di Euro, la spesa destinata ai soli lavori è 37, 67 milioni.

Posted in AttualitàComments (0)

Ecomusei, case del patrimonio immateriale


Le tradizioni orali e i beni immateriali da tutelare, in Puglia anche con leggi. Approvata in questi giorni la seduta in sesta commissione sulla proposta di legge che prevede interventi regionali a tutela e valorizzazione delle musiche e delle danze popolari di tradizione orale.

Il vicepresidente della commissione Giovanni Alfarano ha detto:

«Sono stati approvati all’unanimità l’articolato e tutti gli emendamenti. La legge è stata armonizzata con le altre discipline vigenti nell’ordinamento regionale, anche grazie alla presenza dell’assessore alla cultura, Silvia Godelli. Ora sarà l’ufficio legislativo ad esprimere il suo parere prima della definitiva approvazioni. Si tratta della proposta del consigliere Sergio Blasi – già sindaco di Melpignano e uno degli ideatori della Notte della Taranta – che tende alla salvaguardia della memoria musicale, attraverso il sostegno alla ricerca e alla pubblicazione di documenti originali, cioè delle registrazioni delle performance degli anziani cantori, “i veri depositari di saperi musicali che sono quasi del tutto attinenti alla tradizione orale e alla realizzazione e di una rete di archivi multimediali dove questo straordinario patrimonio possa essere conservato e fruito dalla collettività”.»

Fa eco l’assessore regionale all’Urbanistica Angela Barbanente:

«Sì all’unanimità al regolamento che disciplina il riconoscimento dell’ecomuseo di interesse regionale. Con questa iniziativa si stabiliscono i criteri ed i requisiti per il riconoscimento della qualifica di ecomuseo di interesse regionale. Gli ecomusei d’interesse regionale potranno costituire una rete regionale al fine di ottimizzare le risorse, favorire lo scambio di esperienze e il trasferimento di buone pratiche, disporre di occasioni di confronto e di dibattito sui temi e problematiche riguardanti l’istituzione ecomuseale quale strumento atto a promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio, concertare le iniziative e le azoni comuni da intraprendere a livello regionale e nazionale e svolgere il ruolo di interlocutori qualificati per una migliore definizione delle politiche regionali nel settore.»

L’assessore al lavoro, Elena Gentile ha consegnato alla Commissione il Piano straordinario per il lavoro in Puglia del 2011. “Il lavoro prende forma” è una ricerca che comprende tutti i dati relativi all’occupazione, le risorse investite, i destinatari potenziali, le linee di intervento e le azioni specifiche.

Jenny De Cicco

Posted in TurismoComments (0)

50 e 50, raccolte 25mila firme


Raccolte 25mila firme per la legge elettorale sul 50/50 di genere. Sono 10mila firme più del necessario, ma la raccolta non si ferma, grazie ai pugliesi uomini e donne che chiedono alla Regione di dotarsi di una legge elettorale sulla parità di rappresentanza femminile-maschile.
ieri alle 12 il comitato promotore delle legge “50&50” ha consegnato al presidente del consiglio regionale Onofrio Introna il registro con le firme di chi appoggia la proposta di legge popolare sulla doppia preferenza.
Il percorso per l’approvazione della proposta di legge, che prevede il passaggio in commissione e poi in consiglio, è partito ufficialmente, anche con il taglio della torta decorata a tema.
La portavoce del Comitato promotore Magda Terrevoli ha tagliato la torta per la proposta di legge di iniziativa popolare “50&50” in Consiglio regionale e nelle liste elettorali per le elezioni Regionali.
Il risultato è giunto così presto per merito della mobilitazione che ha raggiunto anche i piccoli centri della Puglia e ieri alle 12 il comitato promotore 50&50 ha consegnato le firme al presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna.
I passaggi più importanti della proposta di legge sono che in ogni lista nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura superiore al 50%, la lista che non rispetti questa caratteristica non è ammessa, in tutti i programmi di comunicazione politica deve essere assicurata la presenza paritaria di candidate/i di entrambi i sessi, nei messaggi autogestiti deve essere messa in risalto con pari evidenza la presenza di candidate/i di entrambe i sessi nella lista presenta dal soggetto politico che realizza il messaggio, si possono esprimere uno o due voti di preferenza, se si esprimono due preferenze queste non possono riferirsi a due candidate/i dello stesso sesso, se si esprimono due preferenze per candidate/i dello stesso sesso la seconda preferenza è nulla.
Queste le linee guida proposte dal comitato promotore della legge, composta dalla consigliere regionale di parità, la commissione regionale di Pari Opportunità, la consulta regionale femminile, le consigliere di parità provinciali di Bari, Lecce, Taranto, Brindisi, Foggia, le donne dei partiti Idv, Pd, Pdl, Psi, Rifondazione Comunista, Sel, UdC, e dei movimenti La Puglia per Vendola, La Puglia prima di tutto, Movimento Schittulli, le associazioni Donne in rete – Foggia, Centro di documentazione cultura delle donne – Bari, Un desiderio in comune – Bari, Sui generis – Lecce, Maschile/Plurale: Uomini in gioco, Coordinamento delle associazioni femminili – Bari, Udi – Comitato promotore 50/50, Giulia: giornaliste unite libere e autonome.
Una nuova era della politica potrebbe essere vicina.

Jenny De Cicco

Posted in PoliticaComments (0)

Più terra per i giovani?


Incentivi per riportare giovani braccia all’agricoltura e non ironicamente.
La Puglia conta circa 2mila giovani sotto i 40 anni che praticano l’agricoltura come lavoro anche usufruendo degli incentivi all’insediamento regionali del Programma per lo sviluppo rurale.
La Regione Puglia nel tentativo di abbassare l’età media degli operatori e imprenditori, ha puntato su un modello innovativo d’incentivi trasformando in vere aziende le idee progettuali risultate idonee alla valutazione preliminare. Vantaggi anche per la Regione realizzando l’istruttoria tecnico-amministrativa delle richieste di contributo che hanno superato la fase preliminare.
A parlarne a Roma è stato l’assessore regionale otrantino Dario Stefàno, negli scorsi giorni nello spazio espositivo pugliese durante Forum della pubblica amministrazione.
“Abbiamo reso le nostre politiche attrattive per i giovani – ha spiegato Stefano – mettendoli in condizione di operare al meglio. Sono stati erogati oltre 250 milioni di euro tra premi a fondo perduto, incentivi , corsi di formazione e consulenze. Crediamo tanto in questa esperienza tanto che ci stiamo impegnando a riportare l’attenzione del Parlamento Europeo sulla necessità di costruire un disegno di politica agricola comune, rispondente all’esigenza di sburocratizzazione avanzata dalle imprese agricole. Non possiamo, però, vivere il tema dell’innovazione solo come elemento di miglioramento tecnologico e burocratico, ma introdurlo anche nel loro modello organizzativo. Le aziende sono troppo piccole e disaggregate, inadeguate alle richieste quantitative del mercato”.

Jenny De Cicco

Posted in Ambiente, Politica, Primo PianoComments (0)

L’estate sta arrivando, i treni no


La Puglia rischia di rimanere isolata fin dall’inizio della stagione turistica. Ad affermarlo in una nota il vice capogruppo PdL, Massimo Cassano: “Al momento ci sono solo ipotesi allo studio per ricollegare la Puglia al resto d’Italia con i convogli a lunga percorrenza.
Evidentemente – come da tempo denunciato –la politica locale ha abbaiato, ma senza mordere, promettendo azioni giudiziarie, class action, eclatanti proteste istituzionali, senza però che cambiasse nulla nelle decisioni deleterie assunte da Trenitalia.
E così siamo alle porte dell’estate e ancora non c’è traccia delle ripresa dei treni notturni sulle tratte per il nord Italia e il resto dell’Europa, con il rischio del collasso della stagione turistica. Quanto sta accadendo per i trasporto su rotaia in Puglia aggiunge al danno la beffa di una politica obsoleta messa in atto dai vertici di Trenitalia che isolerà sempre di più la nostra regione e costringendo sempre più passeggeri a viaggi al limite del decoro e dell’umana sopportazione.
Non solo: domani inizia il conto alla rovescia verso l’avvio (all’inizio di giugno) dell’orario estivo di Trenitalia, sarebbe quindi bene chiarire la faccenda quanto prima, altrimenti la battaglia per togliere la Puglia dall’isolamento dei trasporti sarebbe irrimediabilmente persa.

Il diritto alla mobilità, in una Paese che vuol dirsi civile e moderno, deve essere garantito in modo assoluto e incondizionato a tutti, ancora di più a chi ha fatto in passato e potrebbe continuare a fare per il presente e il futuro, del treno il principale mezzo di spostamento per viaggi, di lavoro, di piacere, di studio. Tagliare sui trasporti, e sui treni in particolare, non è ammissibile dal momento che si aggrava ulteriormente una situazione già di per sé ridotta in condizioni precarissime, in un settore fondamentale per la qualità della vita di tutti noi. Ben vengano dunque azioni istituzionali, incisive e ferme, che vedono uniti tutti i partiti, i sindacati, le associazioni, i sindaci. E che questa volta almeno, alla politica degli annunci possa fare seguito quella politica del fare, di cui attualmente la Puglia è rimasta orfana”.
La Puglia vacanziera, attende speranzosa risposte da istituzioni ed enti.

Jenny De Cicco

Posted in Attualità, Politica, Primo PianoComments (0)

Otranto borgo fiorito di Puglia


Otranto si aggiudica la scorsa settimana il primo posto nel posto nel bando regionale Borghi Fioriti, “I fiori e la natura nei borghi”.
Il bando è promosso dall’Assessorato al Turismo della Regione e prevede l’erogazione di un finanziamento a favore di due progettualità inerenti la realizzazione di un evento tramite l’allestimento dei borghi fioriti, che si terranno durante la settimana pugliese dedicata ai fiori nei Borghi, dall’1 al 6 giugno 2012.
Al bando regionale, pubblicato in data 21 novembre 2011, rivolto alle amministrazioni comunali della Puglia con meno di 15mila abitanti, ha partecipato anche il Comune di Otranto, aggiudicandosi il primo posto.
L’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Otranto, Lavinia Puzzovio, coordinatrice del progetto, dimostra grande entusiasmo per il riconoscimento e dice: “Sono molto contenta del risultato, siamo arrivati primi in Puglia. È un progetto nato dalla sinergia fra pubblico e privato, con la fattiva collaborazione dei giovani, delle associazioni e dei commercianti presenti sul territorio otrantino. Un’altra importante vittoria per la nostra città che prenderà colore dall’1 al 6 giugno, grazie agli allestimenti floreali che si snoderanno da Porta Alfonsina e per tutto il borgo antico, fino al monumento dedicato alla Kater I Rades in area Ex Fabbriche. Ci sarà, inoltre, il coinvolgimento dei bambini con laboratori ludici e varie iniziative a essi dedicate, e la sera, nei locali del centro storico, una serie di eventi con tanta musica. Tutto ciò contribuirà senz’altro a migliorare l’appeal turistico della città in un periodo di inizio stagione che speriamo possa, anche quest’anno, confermarci il trend crescente di presenze degli ultimi anni”.

Jenny De Cicco

Posted in Attualità, Primo PianoComments (0)

Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+