Tag Archive | "Tonino Solombrino"

Betitaly Volley Maglie, tutto secondo i piani


Decima vittoria in altrettante giornate di B2 per la Betitaly Volley Maglie. L’eccellente bottino per ora non vale il primo posto, ma solo perché il team del presidente Gigi Macagnano ha perso un set di troppo nel corso di una partita della stagione, per un calo di concentrazione. Ma il gruppo si trova sempre di più e nell’ultimo turno è arrivata la sesta vittoria per 3-0, segno che questi cali sono molto rari.

Se i tifosi salentini si erano abituati al punteggio pieno al Palabetitaly (cinque volte su cinque) lontano dalle mura amiche non era ancora arrivato il 3­-0. Vittima di turno il Mesagne, la cui classifica (penultimo a 6 punti) non dava molte possibilità alle padrone di casa, almeno sulla carta. Ma, come le ragazze di mister Tonino Solombrino sanno, una volta che si scende in campo non tutto va come previsto.

Il secondo set infatti, dopo un primo vinto in scioltezza 25-13, ha visto il ritorno del Mesagne, capace quasi di fare uno sgambetto alla seconda in classifica, ma che alla fine si arrende 25-22. Terzo set di routine, quindi, per il sestetto magliese, il 25-15 sigilla con una vittoria la seconda delle tre partite “d’attesa” prima del big match che potenzialmente deciderà le sorti di una stagione, in casa del Corato, primo.

In attesa di affrontarlo, la Betitaly macina record su record: miglior difesa stagionale con 651 punti subiti, e minor numero di set persi, 6. Peccato per la trasferta precedente a quella di Mesagne, quando a Pescara si vinse “solo” 3-2, e che ha di fatto decretato la perdita temporanea della testa della classifica. La reazione del gruppo sembra affermare che nelle vesti dell’inseguitore dà il meglio di sé, ma il crocevia si avvicina. Intanto, la prossima domenica a Maglie verrà il Cesare Ragazzi, fresco di una convincente vittoria 3-0 contro la Megaride Napoli. Un incontro da affrontare al meglio per evitare scivoloni dolorosissimi.

Posted in SportComments (0)

Betitaly Volley Maglie, impresa a Pescara


Otto turni di campionato e altrettante vittorie, alcune ottenute su campi ostici. Questo il ruolino di marcia della Betitaly Volley Maglie, che pur avendo vinto “solo” 3-2 in casa della terza, la Dannunziana Pescara, si può finalmente porre come una delle due pretendenti più serie alla promozione in B1.

La squadra di mister Tonino Solombrino ha colto il massimo dall’insidiosa trasferta di Pescara: nessuno aveva mai vinto in questo campionato di B2 in casa delle abruzzesi, che sognavano l’aggancio alla compagine del presidente Gigi Macagnano. Ma i sogni si sono infranti contro un muro, quello difensivo del team salentino, con tutte le atlete brave a evitare una sconfitta che avrebbe ridimensionato il cammino del Maglie in campionato. Paradossalmente, proprio il turno che ha sancito il sorpasso del Corato (vittorioso 3-1 in casa sul modesto Cesare Ragazzi, invischiato a metà classifica) è quello in cui il Maglie esce con il morale più alto.

Dopo un primo set finito 25-19 per le magliesi e un secondo set con lo stesso punteggio, ma a favore delle padrone di casa, il terzo set è stato il crocevia. Il 26-24 finale ha fatto spendere moltissime energie a entrambe le compagini, ma il 2-1 parziale a favore delle ospiti è stato un macigno troppo grosso per il Pescara che, pur facendo suo il quarto set, è letteralmente crollato al quinto set. Il tie break ha segnato la vittoria non solo di Alessandra Labate e compagne, ma un passo avanti dettato dalla voglia di far bene a tutti i costi.

Tra due settimane (durante la prossima sarà osservato un turno di riposo) al Palabetitaly verrà il fanalino di coda, Nuova Pallavolo Campobasso, ancora a 0 punti. Match, sulla carta, di transizione, anche se con un po’ di bravura e di fortuna lo saranno tutti fino al 12 gennaio, quando si andrà a far visita alla nuova capolista Corato. La vera chiave di volta della stagione.

Posted in SportComments (0)

Settima vittoria consecutiva, perentorio 3-0 sul Casoli


Uno dei punti di forza di questa Betitaly Volley Maglie è la capacità di chiudere pratiche facili con facilità, senza cioè complicarsi la vita contro team sulla carta inferiori. Si è visto nell’ultimo turno di B2, quando nel Salento è venuta la rappresentativa abruzzese del Casoli.

La CSA Group Pallavolo Casoli, con soli 6 punti e invischiato nella lotta per non retrocedere, era venuta a giocarsi tutte le sue possibilità senza timore e soprattutto senza avere nulla da perdere. Invece le ragazze di mister Tonino Solombrino hanno saputo rintuzzare gli attacchi delle ospiti, anche se qualche rischio l’avevano corso nel primo set, dove Daniela Stabile e compagne perdevano 24-21, prima del “provvidenziale” infortunio a Fiore, la palleggiatrice abruzzese. Alessandra Labate e le altre hanno saputo rialzarsi prima di perdere il set, portandolo a casa non senza difficoltà.

Da lì tutto è andato in discesa, con il Palabetitaly, sempre pieno di tifosi magliesi, che ha confermato uno strano ma piacevole primato: in 4 partite interne di questa stagione, nessun set è stato vinto dalle avversarie di turno, e i 12 set vinti sono lì a confermare la bontà del lavoro del sodalizio magliese, con Gigi Macagnano in grado di creare un gruppo forse ancora più forte di quello della scorsa stagione.

Sta tornando sempre più in forma Ilaria Barbaro, talentuosa giocatrice ferma ai box per un infortunio da tempo, ma che contro il Casoli è rientrata e ha mostrato parte del suo repertorio, in attesa di migliorare e togliersi la ruggine di dosso. Quale migliore occasione di sabato prossimo, con una trasferta proibitiva ma che mostrerà cosa si può aspettare la Betitaly dal campionato di B2: il Maglie, primo a 20 punti in coabitazione con il Corato, andrà a Pescara contro la seconda, a quota 17 punti, in un campo sul quale il gruppo di casa ha sempre vinto. Una sfida da dentro o fuori, che il Maglie affronta con il morale alle stelle.

Posted in SportComments (0)

Il Maglie batte la prima ma non aggancia i playoff


Si chiude la stagione 2011/2012 della Betitaly Volley Maglie con l’ennesima vittoria al Palabetitaly, e nonostante la caratura dell’avversaria i tre punti non bastano per approdare ai playoff da neopromossa. La contemporanea vittoria del Volalto Caserta, 3-0 sul proprio campo ai danni del Casoli, che a sua volta non aveva più nulla da chiedere al campionato, rende nullo il 3-1 con cui le ragazze di mister Tonino Solombrino hanno liquidato la prima in classifica. La gara con il New Volley Gricignano, in una cornice di pubblico difficile da vedere anche nelle serie superiori, comincia con un primo set nel quale la capoclasse riesce in un’impresa che non succedeva dal 2011 nel palazzetto magliese: il primo set, dopo un finale al cardiopalma, va alle ospiti per 26-24. Set deciso dal primo parziale, 8-0 per le casertane, che le padrone di casa non sono mai riuscite a ribaltare. Ma dal secondo set in poi salgono in cattedra le salentine, guidate da Alessandra Labate in giornata di grazia, e i set dal secondo al quarto vanno al Maglie, anche se la partita si decide sui numerosi errori alla battuta delle ragazze neopromosse in B1. Il 3-1 finale è stato accolto dai tifosi con un boato, appena smorzato dal risultato del Volalto Caserta: la vittoria di quest’ultimo team era preventivabile, il Maglie ha forse pagato, a suo tempo, il non aver affrontato al meglio il match sul campo del Volalto. Lì, il 3 marzo, la squadra del presidente Gigi Macagnano perse 3-0, una sconfitta che col senno di poi è stata decisiva. Come detto, però, i tifosi e la squadra aspettavano di non toccare il terzo posto al termine della sfida con il Gricignano, e hanno festeggiato coi tifosi il campionato tutt’altro che deludente. C’è stato spazio per un saluto più che sentito, con tanto di striscione esposto, una volta tanto, dalle atlete e rivolto al pubblico. Ripetendo l’ottimo lavoro svolto dalla dirigenza l’estate scorsa, la prossima stagione potrebbe riservare alle salentine soddisfazioni ancora maggiori.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Palabetitaly Volley Maglie vince 3-0 e condanna il Potenza alla C


L’ennesima sfida con una compagine potentina si è conclusa con l’ennesimo 3-0 per le ragazze di mister Tonino Solombrino: la Betitaly Volley Maglie ha regolato lontano dal proprio campo l’Asci Potenza per 3-0, condannandolo di fatto alla retrocessione in serie C. I padroni di casa non avrebbero potuto incontrare avversaria più ostica nell’ultima partita interna di questa stagione di B2, partita decisiva ai fini della salvezza. Le salentine stanno sparando le ultime cartucce per sperare ancora nei playoff, anche se ormai, nonostante il misero punto di distacco dalla terza in classifica, il Volalto Caserta, potrebbe essere decisivo a una sola giornata dal termine, e con le casertane attese da un incontro contro un Casoli che non ha più nulla da chiedere al campionato. Il film della partita ha ricalcato molto quelli delle scorse partite: un primo set in cui le avversarie davano il tutto per tutto, ma le ospiti riuscivano a contenere la furia casalinga per uscire fuori alla distanza. Finisce 25-22 il primo parziale, ed è solo il preludio al 25-16 del secondo e il 25-19 del terzo set. Anna Paola Greco e le altre hanno inseguito la vittoria aspettando uno scivolone da parte del Volalto che non è arrivato, ed ora la porta per i playoff ha un piccolo, impropabile, spiraglio aperto.
Infatti, se il team casertano aspetterà il rilassato Casoli, la Betitaly terminerà la regular season davanti al proprio pubblico, ospitando la capolista schiacciasassi del Gricignano. Il primo posto è ormai al sicuro, ma le campane sicuramente venderanno cara la pelle, forti di un gruppo che ha meritato la promozione diretta in B1. E restando ai verdetti già ufficializzati dalla stagione sportiva 2011/2012, come detto il Gricignano è già matematicamente in B1, mentre il secondo posto è al sicuro per il Livi Potenza. Terzo posto in ballo tra Volalto e Maglie, con la prima che potrebbe sfruttare il punto di vantaggio sul team del presidente Gigi Macagnano, e passando in zona retrocessione, all’Asci Potenza, retrocesso in C, fanno compagnia Aversa, Salerno e Vasto.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Il Casoli si arrende al Maglie e al fortino Palabetitaly


Guardando ai numeri della Betitaly Volley Maglie, il gran campionato 2011/2012 di B2 si sta costruendo sul Palabetitaly, campo casalingo delle salentine, su cui quasi nessun avversario è venuto a raccogliere punti. Da dicembre scorso, poi, nessuno ha nemmeno vinto un set. La gara con la Pallavolo Casoli, che dava più di qualche timore al tecnico Tonino Solombrino e al gruppo magliese, ha seguito la falsariga della scorsa settimana, quando si andò a vincere in casa del Salerno: le avversarie a dare il tutto per tutto nel primo set e, ciononostante, perderlo, arrendendosi di fatto al Maglie per il resto dell’incontro. Il primo parziale è difatti stato il più combattuto dei tre, come attesta il 25-21 finale. Le abruzzesi hanno cercato di approfittare di un assetto nuovamente cambiato dal tecnico magliese, ma grazie alla panchina lunga le prestazioni della Betitaly non hanno avuto una flessione vistosa. Rosa Maria Hechavarria, tornata titolare, ha dato il giusto contributo per rintuzzare gli attacchi ospiti, fino al punto decisivo. Il secondo parziale (25-12) così come il terzo (25-16) sono stati salutati, punto a punto, dai tifosi, accorsi in massa per il penultimo turno interno della regular season. La speranza è infatti che ci siano altri match da disputare al Palabetitaly prima della fine della stagione, speranze aumentate dopo il mezzo passo falso del Volalto Caserta, terzo. Il team del presidente Gigi Macagnano, infatti, grazie a questa vittoria, la diciottesima del campionato, dimezza lo svantaggio con il Volalto, che occupa la terza e ultima posizione utile per i playoff. Quello che dà più fiducia al Maglie è che il 3-2 con cui ha vinto con affanno è arrivato contro il Salerno, che le salentine avevano regolato 3-0 appena sette giorni fa. Tutto questo mentre la prima, il Gricignano, addirittura perde, anche se ormai è fuori portata per il Maglie. La prossima settimana si andrà in casa dell’Asci Potenza per la penultima giornata: in due partite potrebbe succedere davvero di tutto.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Pronostico rispettato a Salerno per la Betitaly Volley Maglie


Nuova trasferta e nuova vittoria per la Betitaly Volley Maglie: questa volta i valori in campo facevano pendere l’ago della bilancia decisamente a favore delle salentine, ma proprio da match “facili” arrivano a volte le maggiori sorprese. Non è stato così in questo caso e le ragazze di mister Tonino Solombrino hanno chiuso in fretta la pratica Salerno: 25-15, 25-5 e 25-11. I soli 31 punti raccolti dalle avversarie fotografano bene la classifica delle due compagini, il Maglie in lotta per approdare ai playoff e il Salerno impelagato nelle ultime posizioni. Ma le padrone di casa hanno tentato, nel corso del primo set, di opporsi alle ospiti, arrivando a giocarsi, a tratti, la vittoria del primo parziale. Ma una Daniela Stabile in giornata di grazia è riuscita, con l’aiuto di tutte le compagne, a controbattere sempre e dare tranquillità al team che, ricordiamolo, è pur sempre alla prima esperienza in B2. Il 25-15 ha, di fatto, dato la vittoria della partita al Maglie: generosissime le ragazze campane, ma dopo aver dato tutto nel primo parziale per cercare di cogliere una vittoria a dir poco proibitiva, hanno tirato i remi in barca. Il 25-5 del secondo set indica chiaramente la piega che ha preso l’incontro, così come il 25-11 del terzo set, quando Mara Di Martile e le altre hanno cominciato a dosare le forze in vista dei prossimi impegni. Come domenica prossima, quando al Palabetitaly giungerà il Casoli: la squadra abruzzese è da tempo in fase crescente e, toltasi dalle sabbie mobili della zona playout, si sta prendendo grosse soddisfazioni su tutti i campi. Il presidente Gigi Macagnano, però, è fiducioso: “Partite come quelle di Salerno lasciano l’amaro in bocca. Non per il risultato, sia chiaro, ma perché ricevere i complimenti delle salernitane, che ci trovano più forti della capolista Gricignano, fa pensare a cosa sarebbe successo con una vittoria al posto giusto e con noi in zona playoff, invece di dover rincorrere. Ma siamo pur sempre una neopromossa e va benissimo così: faremo tesoro dei, piccoli, errori di questa stagione per vedere se la fortuna ci assisterà nel finale di campionato, o al massimo per giocarci tutto la prossima stagione.”

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Betitaly Volley Maglie, al Palabetitaly settima vittoria consecutiva


Il Palabetitaly si sta trasformando, giornata dopo giornata, un vero e proprio fortino per la Betitaly Volley Maglie, che si impone 3-0 contro i campani dell’Acca Volley Montella. Le salentine colgono il settimo successo consecutivo, con l’ultimo stop interno datato ormai novembre 2011. Da inizio 2012 poi, ben cinque partite, nessuna compagine ospite riesce a strappare nemmeno un set al Maglie. Peccato per l’andamento discontinuo in trasferta, altrimenti il team del presidente Gigi Macagnano avrebbe le carte in regola per lottare per la prima posizione, fermamente nelle mani della schiacciasassi Gricignano. Il primo set del match contro il Montella, in realtà, stava per risolversi a favore delle ospiti, brave a crederci fino in fondo. Le campane sono giunte fino al 23-16, quando mister Tonino Solombrino sceglie il cambio giusto: fuori Maria Hechavarria, che pur giocando senza risparmiarsi, è incappata in una giornata tra luci e ombre, e dentro Neire Scupola. L’apporto dell’atleta ha portato al 27-25, con il primo set al cardiopalmo. Le ospiti nel secondo set, quello che poi è risultato essere decisivo, non hanno avuto la forza di reagire per acciuffare il momentaneo pareggio: il 25-13 che ha portato al 2-0 ha fatto esultare non solo il pubblico sugli spalti, ma anche il team magliese. Il terzo parziale, di conseguenza, è stato giocato per portare a casa il 3-0 senza patemi: il 25-20 attesta che comunque le ospiti c’erano e che potranno togliersi belle soddisfazioni nel resto del campionato. Per la Betitaly discorso invariato in chiave playoff, con le prime della classe che continuano a correre. A quattro giornate dal termine, ancora tutto in gioco, ma la società e i tifosi credono a questo traguardo, che a inizio campionato di B2, da neopromossa, sembrava pura fantascienza. Dopo la pausa pasquale si andrà a Salerno: una convincente vittoria potrebbe essere, a questo punto, decisiva.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Vittoria di Potenza per la Betitaly Volley Maglie


Il doppio turno contro le squadre potentine, come è successo all’andata, è servito per ridare fiducia al gruppo magliese. Il team del presidente Gigi Macagnano infatti, dopo lo stop della settimana scorsa contro la vicecapolista, nella stessa città batte la Corporelle Potenza e si rialza subito, in vista dei prossimi e decisivi incontri. Lo stesso successe all’andata, e dopo il doppio scontro inanellò quattro vittorie consecutive con tre soli set persi in tutto: se succedesse lo stesso adesso il Maglie si lancerebbe prepotentemente verso i playoff. La vittoria ottenuta in casa del Corporelle dimostra ancora una volta che le ragazze di mister Tonino Solombrino hanno coscienza dei propri mezzi, non lasciandosi intimorire nemmeno dalle pesanti assenze. Come recita un vecchio adagio, tutti sono importanti e nessuno è indispensabile, e così ha fatto la Betitaly: con Ilaria Barbaro e Alessandra Labate ferme ai box, il resto del gruppo è sceso in campo adattandosi ai cambi di ruolo dovuti alle emergenze. I primi due set, seppur combattuti, si sono conclusi 25-20 e 25-21 per le salentine. Risultati quasi identici, che sottolineano il gran cuore delle padrone di casa e la superiorità di gioco espresso dalle ospiti. Le sfide in Basilicata però, questa stagione per il Maglie si confermano a rischio scivolone, e il terzo set va al Corporelle per 27-25, bravo a sfruttare tutte le occasioni e a portarsi sul 2-1. La stanchezza comincia a farsi sentire, ma mister Solombrino rimescola bene le carte e sale in cattedra Mara Di Martile, coadiuvata dalla solita Daniela Stabile, Titti Romano, Rosa Maria Hechavarria e tutte le altre. Il quarto set così si dimostra decisivo, un nuovo 25-20 fissa il risultato finale sul 3-1. Il prossimo turno vede “finalmente” il ritorno a Maglie, di fronte ci sarà il Montella. Sulla carta le avellinesi non hanno molte speranze: il precedente dell’andata è la vittoria in Campania, 3-1, del Maglie. Se la Betitaly bisserà il successo, la possibilità di risalire la china in classifica è più che concreta.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Maglie cade in Basilicata


Due sconfitte nelle ultime tre giornate non sono affatto un ruolino da playoff, e infatti la sconfitta rimediata a Potenza contro l’Elencosi Livi allontana le salentine da quello che a inizio campionato era solo un sogno. È un peccato perché la squadra del presidente Gigi Macagnano avrebbe meritato almeno un punto, se non la posta piena, per quanto fatto vedere nel match, tranne un black out nel secondo set. Già il primo set, infatti, era appannaggio del Maglie, con un 25-22 e l’1-0 meritato da parte delle ragazze di mister Tonino Solombrino. La Betitaly, nonostante sia scesa in campo con la giusta determinazione, si spegne però nel secondo set, quando le padrone di casa vincono 25-10 e si portano sul pareggio. Sembra solo una parentesi e i tifosi, una quarantina, accorsi dal Salento, possono esultare di nuovo a inizio terzo set, quando Daniela Calò e socie sembrano ritrovare la verve. Ma quando le potentine iniziano a tremare, cede per infortunio Alessandra Labate, e nonostante i cambi in corsa per rimettere in sesto la situazione, l’Elencosi Livi Potenza fa suo il terzo set, un 25-18 figlio della sfortuna che di fatto decide l’incontro. Il quarto set, infatti, nonostante la prova superba di Daniela Stabile, va alla squadra seconda in classifica per 25-22, che vince un incontro combattutissimo e bissa il successo dell’andata contro le salentine, ottenuto al Palabetitaly. Purtroppo le brutte notizie non finiscono qui: le prime sei vincono tutte, escluso il Maglie, e se la prima e la seconda si allontanano, la Betitaly scende al quinto posto, superata dalla Dannunziana Pescara e dal Volalto Caserta. Il campionato resta aperto a tutti i risultati, a cominciare dalla prossima giornata, quando si tornerà in Basilicata, questa volta contro il De Gasperi Potenza. Uno scivolone delle prime, e il contemporaneo successo delle salentine, potrebbero ribaltare tutto ancora una volta.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Il fattore Palabetitaly decisivo per il volley magliese


Le ragazze magliesi avevano bisogno di un pronto riscatto dopo la sconfitta di sette giorni fa, e così è stato. A fare le spese della furia del gruppo di mister Tonino Solombrino è stato l’Isernia, con la compagine ospite ferma al palo quanto a set strappati alle avversarie. Finisce 3-0, un crescendo per le padrone di casa (25-22, 25-21 e 25-16) che legittimano il terzo posto, nonostante le vittorie delle dirette inseguitrici, in attesa del prossimo incontro, possibile svolta della stagione. A inizio primo set la squadra del presidente Gigi Macagnano ha anche dovuto fare i conti con un infortunio che ha rischiato di tagliare le gambe alle salentine, quello occorso a Ilaria Barbaro, ma le compagne hanno continuato a giocare come prima e le avversarie hanno dovuto mollare pian piano, come risulta emblematicamente dai parziali. Ma restando ai numeri, non freddi ma ricchi di informazioni, si evincono alcuni dati interessantissimi: il Palabetitaly si dimostra ancora una volta l’arma in più del Maglie, grazie anche alla spinta e al calore dei tifosi. Salgono a quota 6 le vittorie interne consecutive, le ultime 4 poi sempre 3-0. Da inizio 2012 nessuna avversaria è riuscita a strappare un set al Betitaly in casa, ed è da novembre scorso che il Maglie è in serie interna positiva. L’ultima sconfitta, il che ci riporta al presente, è del 26 novembre, quando l’Elencosi Livi Potenza passò 3-2 al tie break. Dopo più di tre mesi, i potentini sono secondi mentre il Maglie terzo, e il prossimo turno di campionato vede le salentine far visita proprio al Potenza. La sconfitta dell’andata grida vendetta, e con il piglio giusto il Maglie può far suoi almeno due punti. In uno scontro diretto, sarebbe già un grossissimo passo avanti, che probabilmente porterebbe definitivamente la Betitaly nei playoff.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie cade a Caserta


Statisticamente, prima o poi doveva succedere, ma la prima sconfitta senza appello in campionato, 3-0, arriva nel momento peggiore per le ragazze di mister Tonino Solombrino. Sulla carta, la sfida in casa del Volalto Caserta era aperta a tutti i risultati, tra cui lo stop, ma realisticamente almeno un punto era alla portata delle salentine, per non dire l’intera posta in palio. Invece le padrone di casa hanno sfoderato una eccellente prestazione, a cui non ha fatto da contraltare il team del presidente Gigi Macagnano. Il solo risultato del primo set, 25-9 per le campane, dice tutto quel che c’è da dire sul match.
L’incontro è stato praticamente deciso all’inizio del secondo set, quando le ospiti ce l’hanno messa tutta per raddrizzare la partita: Alessandra Labate e socie sono riuscite a siglare due punti prima del ritorno delle casertane, che ne hanno infilato 12 consecutivi. Il 25-13 con cui si è concluso è stata pertanto una ovvia conseguenza. Nel terzo set, di nuovo le salentine hanno tentato di rientrare in partita, con Mara Di Martile a dare man forte alle compagne, ma il 2-0 precedente ha dato al Volalto la tranquillità necessaria per chiudere l’incontro con un sofferto 25-18. Contro la quarta in classifica però si doveva fare di più, anche perché batterla avrebbe significato eliminare un’altra contendente ai playoff: invece così le casertane recuperano tre dei quattro punti di svantaggio sulla terza, appunto la Betitaly Volley Maglie. Le padrone di casa portano a quattro le vittorie consecutive, mentre proprio a quattro si ferma il filotto del Maglie. La Campania, da terra dispensatrice di punti, si sta rivelando la bestia nera: l’ultimo stop per Solombrino era arrivato proprio in casa del Gricignano, primo in classifica. Ma la compagine pugliese è già pronta a buttarsi alle spalle la sconfitta e pensare al prossimo turno, quando al Palabetitaly arriverà l’Isernia, vincente 3-1 all’andata.
Vendicarsi e avanzare di tre punti in classifica sarebbe un nuovo inizio.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+