Tag Archive | "Tonino Solombrino"

La Betitaly Volley Maglie rafforza le speranze playoff


La vittoria contro il Bcc San Gabriele Vasto non è mai stata realmente in discussione, a partire dal primo set, chiuso 25-9 per le salentine. Non lo è mai stato perché ormai il gruppo magliese crede nelle proprie potenzialità e tutte le ragazze, da Titti Romano, ad Alessandra Labate alle altre, sanno di avere grosse potenzialità. Al Palabetitaly di Maglie, così, si è svolta una giornata di festa per i tifosi, che hanno visto nel secondo e terzo set (25-14 e 25-19) concretizzarsi l’ennesima vittoria. Ottime le prestazioni di Daniela Stabile e Ilaria Barbaro, anche se forse la showstealer è stata Anna Paola Greco. Ottimi segnali quindi per il tecnico Tonino Solombrino, anche se dalla prossima settimana probabilmente si dovrà sudare di più per i tre punti. Si avvicina infatti il termine della regular season e se da un lato il Maglie rafforza sempre più le speranze di approdare ai playoff per giocarsi il passaggio dalla B2 alla B1, dall’altro anche le avversarie lotteranno con il coltello tra i denti, alcune all’ultima possibilità per salvarsi o per agganciare il treno promozione. Il prossimo turno prevede una di queste partite per la Betitaly: si andrà a Caserta, in casa del Volalto, quattro punti dietro, e che con una sconfitta come quella dell’andata in Puglia, 3-0, perderebbe probabilmente i playoff. Facile dunque aspettarsi un impegno proibitivo per le ragazze del presidente Gigi Macagnano, che dal canto loro avranno la consapevolezza di scacciare un altro pericolo in vista del finale di campionato: tre punti in cascina li porterebbero a sette dalle campane, una enorme iniezione di fiducia per il resto della stagione. I tifosi salentini, che sicuramente accoreranno in massa anche lì, si affidano invece alla cabala: tranne una sola occasione, le compagini campane hanno sempre fatto “beneficenza” al Maglie.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie vince facile contro il fanalino di coda


Sulla carta le favoritissime erano le padrone di casa magliesi, e così è stato: contro la Libertas Aversa è arrivata la vittoria 3-0, il che non solo tiene la Betitaly in corsa per la promozione, ma potrebbe anche portarla in seconda posizione se nella prossima sfida di campionato, anch’essa al Palabetitaly, dovesse arrivare l’ennesima vittoria. La partita, rimandata due settimane fa per la neve, sin dall’inizio si mette bene per le salentine, che vincono il primo set 25-16: ottimo il lavoro di Mara Di Martile e tutte le altre, sempre attive per non correre rischi inutili. La vittoria è stata praticamente decisa sul secondo set, quando cioè le ospiti casertane hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo per rimettere in sesto l’incontro, incontrando un muro e perdendo 25-17. C’è da dire che, nonostante i numerosi infortuni che hanno falcidiato il gruppo di mister Tonino Solombrino, la differenza tra i due collettivi era comunque nettissima. Il terzo set ha forse visto le salentine “sedersi”, sentendo già al sicuro la vittoria, con le campane che hanno sfiorato la vittoria del parziale, arrendendosi 25-22. Se questa rappresentativa della Campania non poteva impensierire la Betitaly, altro discorso è la capolista Gricignano, anch’essa della provincia di Caserta, con il quale potrebbe innescarsi un finale di stagione al cardiopalmo.
Sfruttando al meglio gli scontri diretti e con un passo falso delle campane, potrebbero arrivare non solo i playoff, obiettivo ormai acclarato per il team del presidente Gigi Macagnano, ma addirittura la promozione diretta, e sarebbe la seconda consecutiva. Alla vigilia, da cenerentola, non molti tifosi si sarebbero aspettati questa svolta, ma la società ha saputo lavorare bene, con gli ultimi acquisti di peso che la mettono di diritto tra le favorite per il salto in serie B1.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie vince il derby pugliese


In attesa del recupero della quindicesima giornata di B2, quando a Maglie verrà quella Libertas Aversa che due domeniche fa non è riuscita a raggiungere il Salento causa neve, la Betitaly macina altro gioco e fa sua l’undicesima vittoria su 15 incontri disputati. L’Acqua Amata Turi ha giocato il tutto per tutto, cercando di strappare agli ospiti una vittoria che sulla carta sembrava già del Maglie, ma a fare la differenza, la determinazione delle ragazze di mister Tonino Solombrino al tie break. Andando con ordine, il Maglie perde l’ennesimo primo set, un 25-15 che fa partire decisamente male il derby pugliese di B2. Ma la squadra di Gigi Macagnano riesce a riprendersi prima di lasciare alle valenti avversarie anche il secondo set: con i parziali di 25-22 e 25-20 si porta sul 2-1, mettendo al sicuro almeno un punto. Nonostante questa tranquillità, non riesce ad arginare l’assalto disperato delle padrone di casa, che riescono a giocare alla pari il quarto set, spuntandola per 25-21. Davvero molto brave, ma dovrebbe essere anche la Betitaly a fare mea culpa. Cosa che in effetti accade, e al momento decisivo, al tie break del quinto set, le salentine, trascinate da Neire Scupola, Stefania Gatto e Alessandra Labate, vincono con un perentorio 15-7 che fissa il finale sul 3-2. Da notare il buon esordio di Alessandra Labate, sfumato lo scorso turno per i problemi procurati dalla neve: la giocatrice ha fatto valere le sue doti nei momenti più opportuni, mostrando di poter essere utilissima alla causa, amalgamandosi bene col gruppo che sta già dando molte soddisfazioni ai tifosi. E proprio dei tifosi parla il presidente Gigi Macagnano: “Forse siamo l’unico team di B2 ad avere l’apporto dei tifosi su qualsiasi campo. Un plauso va a loro, presenti dappertutto e sempre pronti a incitare la squadra.” Il prossimo turno, come detto, vedrà il recupero della sfida con la Libertas Aversa, fanalino di coda, e sarà la prima di due partite al Palabetitaly: con il bottino pieno nel doppio appuntamento interno, la lotta playoff potrebbe entrare nel vivo.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Betitaly Volley Maglie, il campionato si ferma per neve


I tifosi della Betitaly Volley Maglie hanno atteso fino alla fine, ma si sono dovuti arrendere alle decisioni della federazione e al maltempo. Molte squadre per spostarsi in trasferta avrebbero dovuto passare per l’A 14, che all’altezza di Avellino è stata chiusa per il maltempo. A poca distanza dall’autostrada le automobili parcheggiate sono state sommerse dalla neve nell’arco della notte precedente le partite di B2, lo stop al campionato era nell’aria e si è concretizzato quando la Libertas Aversa, insieme a molte altre squadre, ha comunicato che non sarebbe riuscita ad arrivare sul campo. La quindicesima giornata del girone H di serie B2 è stata così posticipata al 18 febbraio, data in cui inizialmente avrebbe dovuto esserci un turno di riposo. Le ragazze di mister Tonino Solombrino avevano grossissime aspettative proprio sui match di questa giornata: tutte le prime tre in classifica avrebbero infatti dovuto affrontare trasferte insidiose, mentre la Betitaly era attesa in casa contro il fanalino di coda dell’Aversa. A questo va aggiunto che Alessandra Labate, pezzo da novanta acquistato poche settimane fa e proveniente direttamente dall’A2, sarebbe scesa in campo per il debutto con la casacca magliese. Si attendeva insomma il pubblico della grandi occasioni, con un occhio su New Volley Gricignano, Dannunziana Pescara (battuta dal Maglie proprio la settimana scorsa) ed Elencosi Livi Potenza: uno scivolone da parte di questi team avrebbe spianato la strada alla squadra del presidente Gigi Macagnano. La corsa ai playoff però potrebbe essere solo rimandata: domenica prossima si farà visita all’Acqua Amata Turi, in provincia di Bari, e con una vittoria, l’ennesima in trasferta, il recupero della quindicesima giornata potrebbe portare ancora più soddisfazioni.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie vince e convince in casa della seconda


La Betitaly Volley Maglie riprende a conquistare punti contro ogni avversaria. In questo caso la tifoseria e tutto l’ambiente aspettava una vittoria scacciafantasmi dopo la sconfitta a Gricignano, contro la capolista. E la reazione è arrivata contro la seconda in classifica, la Dannunziana Pescara che all’andata aveva violato il Palabetitaly 3-2. Le ragazze salentine hanno “restituito” con gli interessi, il 3-1 finale dimezza le distanze tra Maglie e Pescara, riaprendo i giochi per i playoff. Eppure la partita non era iniziata nel migliore dei modi, con un 25-17 a favore delle padrone di casa che portavano nubi nere sul prosieguo del match. A questo punto quello che è stato definito, non a torto, il capolavoro delle ospiti, con la migliore prestazione da inizio campionato: 25-18, 25-13 e 25-16 i tre netti parziali con i quali, dal secondo al quarto set, la Betitaly ha costruito una vittoria che porta tre punti, chiudendo il miniciclo di due trasferte terribili con una vittoria e una sconfitta. Da questi incontri si evince la crescita delle atlete allenate da mister Tonino Solombrino, che stanno confermando di avere le carte in regola per giocarsi le carte per l’approdo ai playoff. Per una neopromossa, raggiungerli sarebbe già un grosso obiettivo raggiungerli, ma dall’ultima giornata è uscito un altro particolare: nelle partite decisive il Maglie c’è, e nei playoff potrebbero arrivare le vittorie giuste per puntare addirittura alla B1. La settimana prossima si tornerà in casa per affrontare la Pallavolo Aversa, fanalino di coda con soli 11 punti, a fronte dei 29 del Maglie. Sulla carta il pronostico è chiuso, anche contando che la Campania, tranne una settimana fa, ha sempre portato bene alla squadra di Gigi Macagnano in questo campionato. Ma guai a sottovalutare incontri del genere, una sconfitta potrebbe compromettere il cammino della Betitaly.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie si inchina alla capolista


Una Betitaly in serie positiva si scontra con la capolista, in fuga solitaria. La sconfitta alla vigilia non sarebbe stata accolta come una tragedia, e così è stato. Il 3-1 con cui le padrone di casa hanno chiuso l’incontro però dà i giusti meriti anche al Maglie, che a parte i primi due set, letteralmente regalati alle avversarie, ha giocato alla pari, meritandosi anche molti complimenti dai dirigenti avversari a fine incontro. Forse si puntava un po’ troppo sul neoacquisto di assoluta qualità, Alessandra Labate, che ha militato con onore anche in A1, e la giornata no di alcune atlete salentina ha fatto il resto. Per la prima volta, poi, contro una rappresentante della Campania non arriva la vittoria, anche se il terzo set vinto e il quarto set in cui si è sfiorato il 2-2, fa capire quanto il Maglie sia andato vicino al colpaccio. Invece, e meritatamente, il ruolino di marcia del Gricignano ora recita 11 vittorie e 1 sola sconfitta. Di questo match però le ragazze di mister Tonino Solombrino hanno molto da salvare: dall’ottima prestazione di Stefania Gatto, al contributo comunque più che sufficiente di Labate, alle altre che, pure in giornata no, hanno fatto tremare le gambe della campana. Le cinque vittorie consecutive subito precedenti a questo stop, però, tengono la squadra del presidente Gigi Macagnano attaccata al treno playoff, e se la capolista comincerà a rallentare, potrebbe tornare in corsa anche per la promozione diretta. Ma restando alla seconda, la Dannunziana Pescara, sarà proprio lei la prossima avversaria della Betitaly, sempre lontano dal Palabetitaly. Incontro che segna anche l’inizio del girone di ritorno, e il precedente dell’andata porta nere nubi su questo scontro: finì 3-2 per le ospiti del Pescara, la prima di sole due sconfitte davanti al pubblico amico.
Nella prossima giornata, però, sarà in ballo molto più della “vendetta”: la classifica recita Gricignano 35 punti, Pescara 30, Elencosi Livi Potenza 29 e Maglie 26.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Betitaly, perentorio 3-0 sul Potenza


Questa giornata ha avuto tutta l’aria, per la Betitaly, di match di transizione in vista dei prossimi due impegni, sulla carta i più difficili del campionato. Che l’Asci Potenza, allo stato di cose attuali, debba lottare per la permanenza in serie B2, era assodato. Ma studiando meglio la classifica dopo il nettissimo 3-0 ai danni delle potentine, risulta che ora il Maglie è a pari punti con l’Elencolisi, team dello stesso capoluogo basilicatese, e a una sola lunghezza dal Pescara, secondo a quota 27. L’ennesima soddisfazione data ai tifosi del Palabetitaly passa dalle giocate di Rosa Maria Hechavarria, Mara Di Martile, Daniela Calò e tutte le altre: ottimi gli schemi del tecnico Tonino Solombrino, e i tre parziali (25-15, 25-13 e 25-13) parlano chiaro. Daniele Stabile, Ilaria Barbaro e Neire Scupola sono state tra le più efficaci, segno anche che la dirigenza, capitanata dal presidente Gigi macagnano, ha lavorato bene e ha portato le pedine giuste a Maglie. L’ottimo stato di forma è indicato dai numeri: da dicembre scorso, quando è iniziato il filotto positivo che dura tutt’ora, sono stati concessi solo 5 set alle avversarie, mentre sono arrivate altrettante vittorie. La parte più difficile però inizia ora, con le due sfide a cavallo tra fine girone di andata e inizio di ritorno: prima si andrà a far visita al Newvolley Gricignano, prima in classifica con 5 punti di vantaggio sulla seconda e 6 sulle salentine, e subito dopo seconda trasferta consecutiva, stavolta a Pescara, contro quel Dannunziana che all’andata vinse in Puglia, seppur 3-2 dopo un tie break soffertissimo. Inutile dire che sono il crocevia della Betitaly: vincere significherebbe far capire alle altre pretendenti alla promozione che la cenerentola c’è, mentre due risultati negativi potrebbero essere fatali ai sogni di gloria delle ragazze magliesi. Facendo un passo alla volta, ad attendere la Betitaly è la capolista campana, terra che in questo campionato è sempre stata generosa con il Maglie.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly comincia il 2012 con un successo


Dopo l’ottima prestazione in Abruzzo, le vittorie consecutive per la Betitaly Volley Maglie diventano quattro, e ben otto negli ultimi dieci incontri. Adesso i playoff sono davvero a un passo, in classifica il secondo posto dista infatti appena un punto. Alcuni aspetti del team possono essere ancora limati, ma la strada è quella giusta, e l’ottimo lavoro del tecnico Tonino Solombrino si vede. Anche l’ultimo turno si è risolto con una vittoria lontano dalle mura amiche, forse il segno più tangibile della crescita di questa compagine, che è pur sempre una matricola in B2. Contro il Casoli è arrivata la vittoria per 3-1, positive le prestazioni di Mara Di Martile, Titti Romano e di tutto il gruppo. I primi due set, nonostante qualche sbavatura di troppo, hanno di fatto chiuso il match, con un 2-0 frutto di due parziali in bilico fino alla fine: 25-23 e 27-25 i risultati, con la squadra padrone di casa a cercare il varco giusto per mettere in difficoltà il Maglie, che comunque ha espresso un gioco migliore. La voglia di prevalere, per gli abruzzesi, si è concretizzata in un terzo set chiuso 25-23, e un 2-1 che poteva riaprire l’incontro. Lo spettro del quinto set, e della perdita di un preziosissimo punto, si faceva viva nel team del presidente Gigi Macagnano, ma il quarto set si chiudeva sul 25-22 decisivo. In grande spolvero Anna Paola Greco, Di Martile ed Emanuela Romano. A quest’ultima va un plauso particolare, è scesa in campo nonostante la febbre e la sua prestazione non ne ha risentito.

Soddisfatta la dirigenza, come si evince dalle parole del massimo dirigente salentino: “Teniamo i piedi a terra, ma non possiamo non essere soddisfatti di portare nel sud Italia il vessillo del volley femminile salentino, e con risultati tutt’altro che deludenti”.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie non si ferma più


Al Palabetitaly va in scena l’ennesima vittoria di quest’annata per la Betitaly Volley Maglie, a punteggio pieno in casa da quando i tifosi possono assiepare gli spalti casalinghi. Il 3-1 con cui è stato battuto l’Orakom Virtus Fari Salerno è stato comunque frutto di un match tiratissimo e che in molti momenti ha fatto temere alle atlete di mister Tonino Solombrino di perdere almeno un punto. Ma la spinta dei tifosi si è fatta sentire nei momenti di difficoltà e il Maglie ha fatto valere la differenza di posizione in classifica anche sul campo. I primi due set sembravano mostrare un solo vincitore, con i padroni di casa sul 2-0 grazie alle giocate di Ilaria Barbaro e Mara Di Martile che hanno fruttato i parziali 25-17 e 25-19, ma probabilmente proprio questo uno-due ha favorito un calo di concentrazione del Maglie, con la vittoria a un passo, e le ospiti sono state brave ad approfittarne. Il Salerno ha costruito la vittoria del terzo set punto a punto, fino a dilagare nel finale: il 25-17 riapriva non solo la contesa, ma faceva tremare le gambe delle padroni di casa.

I giusti cambi del tecnico Solombrino, uniti al calore dei tifosi, riportava però le cose sui giusti binari nel corso del quarto set: la reazione veemente delle salentine, a partire da Titti Romano e Daniela Stabile, lasciava alle corde il Fari Salerno, con un 25-15 finale che porta a tre le vittorie consecutive. Adesso di fronte al Volley Maglie il riposo natalizio, che capita proprio nel momento migliore di forma. Per non perderlo, la squadra del presidente Gigi Macagnano ha già pronto un triangolare, il 29 dicembre, per tenere alta la tensione: oltre al Maglie (B2) ci sarà il Collepasso (C) e il San Pietro Vernotico (B1). Proprio il presidente Macagnano, nell’augurare buon Natale ai tifosi, fa il punto della situazione: “Chiudiamo il 2011 da protagonisti assoluti, con la vittoria della Coppa Puglia, la vittoria del campionato di C e questo ottimo avvio di B2. Speriamo di poter cominciare il 2012 con ancora maggiore determinazione e consapevolezza delle nostre forze.”

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Betitaly Volley Maglie, tre punti ad Avellino


Nuova vittoria per le atlete del tecnico Tonino Solombrino, e dopo la vittoria ai danni dell’Aversa, la Campania si conferma prodigo di punti per la squadra salentina. Il 3-1 sul Montella Avellino significa anche tre punti in classifica, che permettono un bel passo avanti e l’avvicinamento alla zona playoff, mai così vicina. Solo due punti dividono la compagine magliese dalla zona “importante”, e dopo la vittoria di ieri il gruppo è sempre più conscio dei propri mezzi. Il primo set è infatti andato subito al team del presidente Gigi Macagnano, anche se il risultato, 27-25, attesta una lotta senza quartiere per l’ultimo punto. Lotta che è tornata in pareggio dopo il secondo set, vinto dai padroni di casa per 25-23, poi nel corso del terzo e del quarto è salita in cattedra Rosa Maria Hechavarria, che grazie al prezioso contributo delle compagne, come Neire Scupola e Titti Romano, ha portato i punti decisivi a segno. 25-22 e 25-21 i due parziali che hanno chiuso l’incontro sul 3-1, attestando il buno momento di forma della cenerentola del campionato, cenerentola che non vuole farsi da parte e, dalla sesta posizione in graduatoria della serie B2, vuole giocarsi tutte le chance per approdare ai playoff. La promozione appare comunque proibitiva, ma due salti di categoria consecutivi la proietterebbero ancora di più nella pallavolo che conta. La dirigenza continua a predicare umiltà, anche se si può chiudere in maniera ottimale il 2011: la prossima domenica a Maglie ci sarà Betitaly-Fari Salerno, e le ragazze di Solombrino, mantenendo l’ein plein sulle squadre campane, forse riusciranno ad agganciare il treno playoff appena prima della pausa natalizia.

Sarebbe il miglior regalo da poter fare ai tifosi, ormai di nuovo sugli spalti del Palabetitaly.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie si “vendica” sul Potenza


Il ritorno alla vittoria non poteva cadere in un momento più opportuno, per la Betitaly. Le due sconfitte consecutive delle scorse settimane avevano tolto un po’ di sicurezza nel team del presidente Gigi Macagnano, ma il tecnico Tonino Solombrino ha saputo ricompattare il gruppo, e i risultati si sono visti proprio nella giornata che ha segnato il ritorno dei tifosi sugli spalti del Palabetitaly dopo la squalifica. Peccato che la vittoria contro il Corporelle Potenza sia arrivata solo al tie break: il 3-2 fa sfumare un punto in più che a un certo punto sembrava cosa fatta. Ecco, qui c’è ancora da lavorare, il calo avuto poteva risultare fatale. Il film dell’incontro vede un primo set tiratissimo, che finisce 24-26 per gli ospiti, ma al secondo rispondono subito le padrone di casa che, spinte dal pubblico delle grandi occasioni, chiudono sul 25-16. Mantenendo questa trance agonistica i tre punti sarebbero arrivati, invece il terzo set vede soccombere, a margine di una dura battaglia, la Betitaly per 27 a 29. In questo frangente sono comunque brave le ragazze, Titti Romano e Rosa Maria Hechavarria su tutte, a raddrizzare l’incontro: 25-23 al quarto set e un perentorio 15-7 al tie break portano anche un 3-2 che è lo specchio di quanto visto in campo. Se da un lato, infatti, il team della Basilicata ha venduto cara la pelle, arrendendosi dopo quasi due ore di lotta, dall’altro le atlete di casa hanno fatto di tutto per vincere, anche in onore dei tifosi accorsi. Proprio di loro parla il presidente Macagnano: “Non potevamo festeggiare meglio il ritorno del nostro pubblico nel palazzetto. A loro prometto che nel prossimo futuro arriveranno ancora altre soddisfazioni.” Forse a partire già dalla prossima giornata, quando si tornerà in Campania, stavolta per affrontare il Montella, compagine avellinese.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Stop interno per la Betitaly Volley Maglie


Come la prima giornata, il Maglie capitola 3-2 in casa. All’esordio fu il Dannunziana Pescara a vincere 3-2, mentre questa volta, con lo stesso risultato, a passare sono le ragazze dell’Elenco sì Livi Potenza. Uno stop che ci può stare, dato che il team del presidente Gigi Macagnano mantiene una onorevole posizione di medio-alta classifica. Esclusa la schiacciasassi New Volley Gricignano, a punteggio pieno dopo 7 incontri, il secondo posto dista appena cinque punti. Il film della partita è stato avvincente: più di due ore di match, continui capovolgimenti di fronte, con i padroni di casa che hanno saputo rialzarsi dopo il primo set, perso 25-23. Ai parziali le ragazze di mister Tonino Solombrino erano state sempre in vantaggio, per cui riprendersi dopo questo primo set era difficile. Ma, come detto, i valori espressi in campo si sono ribaltati, e con i successivi due set (25-13 l’eloquente risultato del secondo, 28-26 il terzo) si porta in vantaggio 2-1. A questo punto forse i padroni di casa peccano nel sentire la vittoria troppo vicina, non si legge in altro modo la debacle del quarto set, un 25-16 troppo netto per quanto visto in campo nei primi tre. Le ospiti, guidate dal bravo tecnico Nino Gagliardi, capiscono che la vittoria è a un passo, mentre Rosa Maria Hechavarria e socie non riescono a trovare gli spunti giusti per la vittoria al tie break. Vittoria che arriva per gli ospiti, un 15-11 che porta comunque un punto al Maglie, a differenza delle sconfitte per 3-0 o 3-1. Ma punti che potevano essere di più, ed è su questo che l’allenatore deve lavorare in settimana. Il calendario per la settimana prossima prevede un altro dei suoi curiosi scherzi: a Maglie arriverà la seconda delle tre compagini potentine. Di nuovo Puglia-Basilicata, quindi, e di nuovo a Maglie, ma stavolta il pubblico potrà finalmente accedere agli spalti, con la squalifica, rimediata negli scorsi playoff, conclusa.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+