Archive | luglio, 2011

Manifestazione massiva contro la cementificazione di Porto Miggiano

Salentini in tumulto contro la cementificazione di Porto Miggiano. Si è tenuto ieri pomeriggio alle 18,30 il sit in di protesta contro le nuove costruzioni che sono previste in un progetto a Porto Miggiano, marina che fa parte del comune Santa Cesarea Terme. Il progetto prevede la realizzazione di cinquecento appartamenti oltre la litoranea Santa Cesarea–Castro e a ridosso della Torre Saracena i servizi annessi.

Un intervento di edilizia pesante che non va proprio giù a cittadini del Salento, amministratori locali come il sindaco di Uggiano La Chiesa Salvatore Piconese, ma anche turisti richiamati attraverso il passaparola, che hanno invaso la Torre Saracena per dire no alla cementificazione della costa. Erano quasi 300 i manifestanti che hanno risposto all’appello e il clima registrato nel corso della manifestazione era di stupore, per un intervento così invasivo, ma allo stesso tempo di entusiasmo crescente per una battaglia che si può e si deve vincere per tutelare la costa salentina.

Alfredo Melissano esponente dell’associazione Nuova Messapia ha invitato tutti alla mobilitazione per la raccolta firme. Ma l’intervento che ha scosso la platea è stato quello di Alex Rizzo, titolare dello storico Baretto di Porto Miggiano, che ha dovuto rimuovere la sua struttura in legno che sorgeva proprio lì. “Sto lottando da anni per poter lavorare – ha detto – il mio Baretto era l’attrattiva per migliaia di turisti che venivano da tutto il mondo, per un locale che dava tutto senza violentare la natura, come invece vuol farsi oggi con questo intervento. Dobbiamo lottare, fare una grande raccolta di fondi per difendere legalmente il territorio dalla violenza in atto”.

Presenti, appunto, anche alcuni politici particolarmente sensibili alla questione. “Nessuna battaglia è impossibile – ha commentato la consigliera comunale magliese d’opposizione Roberta Culiersi – la parlamentare repubblicana Luciana Sbarbati (la stessa corrente di Culiersi, ndr) e la deputata Elisabetta Zamparutti dei Radicali hanno presentato un’interrogazione parlamentare per fare chiarezza sull’iter autorizzativo del progetto, per verificare la regolarità di tutti i passaggi burocratici. Abbiamo fermato i fumi della Copersalento, fermeremo anche questo scempio”.

Infine anche gli ambientalisti hanno fatto sentire la propria voce. “Sono pronte iniziative immediate – ha raccontato Oreste Caroppo del Coordinamento Civico e Save Salento– come la raccolta firme e altre iniziative legali. La tutela della nostra costa e di Porto Miggiano in particolare sono il nostro obiettivo, non possono fermarci davanti a nessun ostacolo”. Una battaglia che assume contorni mitologici, come se si trattasse di Davide che si batte contro il gigante Golia, ma che esalta i manifestanti che si sono dati appuntamento a sabato prossimo, sempre alle 18,30 a Porto Miggiano. La protesta vede di ora in ora adesioni di cittadini e di personaggi pubblici: tra questi ultimi, ad esempio, i Sud Sound System.

Fabio Tarantino

porto_miggiano-001

Posted in Ambiente, Primo PianoComments (0)

Manifestazione massiccia contro la cementificazione di Porto Miggiano! Parte la mobilitazione per la raccolta firme. Più tardi gli aggiornamenti.

porto_miggiano-001

Posted in Ambiente, CronacaComments (0)

“Fuori dal cassetto”, un’otrantina sul podio del concorso letterario

Marina Piconese al terzo posto in un concorso letterario nazionale. La giovane otrantina, dopo il buon profitto in alcune altre competizioni tra cui “Caffè blues” e “Blu su bianco”, conquista un altro riconoscimento per l’associazione “Testi&Testi” nel concorso “Fuori dal cassetto”. L’autrice otrantina ha iniziato ad affacciarsi alla narrativa da circa un anno e ha un sogno nel cassetto: scrivere una storia più lunga e completa.Le opere valutate dalla giuria riguardavano la tematica del viaggio; Marina aveva partecipato alla gara con l’opera dal titolo “Terra sotto i piedi”, un racconto che, come si legge nella motivazione della giuria, ha colpito perché “emotivamente molto sentito”, perché “l’autrice ha saputo personalizzare e rivivificare con poetica originalità un topos di molta letteratura italiana del secondo dopoguerra”. Al primo e secondo posto si sono classificati i racconti di Giuseppe Benzoni di Guanzate e di Diana Facile di Milano. Non è stato ancora reso noto il luogo e il giorno in cui si terrà la premiazione, prevista per il mese di settembre. Il concorso, come riferito da Enrico Martina e Angelo Annè, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione, ha come intento quello di diventare un appuntamento fisso annuale e un punto di riferimento per gli autori, puntando ad aumentare di anno in anno la partecipazione e la sua importanza.

Alessandro Conte

Posted in AttualitàComments (0)

Il mare in sicurezza alla Lega Navale di Otranto

“(In)prudenza in mare”. Si intitola cosìl’incontro organizzato dalle sezione di Otranto della Lega Navale Italiana sabato 30 luglio alle 19,30 in via del Porto, presso i locali della sezione. Si tratta di un momento di confronto con quanti si approcciano col mare e si vuole fornire ai meno ma anche ai più esperti qualche regola per entrare in acqua in sicurezza. Tra i temi che saranno trattati: come nuotare e navigare senza rischi, il mal di mare, prima di salire a bordo, come evitare i pericoli durante il nuoto, cosa fare nel caso di incidente durante il nuoto, come affrontare un’immersione. Gli argomenti saranno affrontati da un gruppo di esperti tra cui Francesco De Donno, fiduciario provinciale della Federazione Italiana Nuoto sezione Salvamento, Piergiuseppe Maggio, pneumologo, Franco Muoio e Massimo Donno, esperti sub, Pino Greco, esperto velista Lni. Ci sarà anche una dimostrazione pratica della ripresa delle funzioni vitali in seguito ad arresto cardio-respiratorio a cura di Antonio Muci, referente formazione 118 Lecce, e Daniele Antonaci, coordinatore infermieristico centrale operativa 118. Nei mesi scorsi, circa cinquanta soci della Lega hanno effettuato un corso di abilitazione all’uso del defibrillatore: l’apparecchiatura è presso la sezione e i volontari costituiscono di fatto (non è istituito un turno) quasi un servizio di rapido intervento in zona portuale.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

“Diciannove e settantadue”, a Maglie il casting per il film su Mennea

Dal 29 luglio all’1 agosto al via i casting per “Diciannove e settantadue”. Le selezioni si tengono ogni giorno dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20 in piazza Aldo Moro 9 a Maglie. Il film, una docupellicola su Pietro Mennea, è prodotto dalla Sharoncinema di Maglie: le riprese sono previste per i primi giorni di settembre a Maglie, Otranto e Lecce, oltre che in provincia di Bari. Si cercano soprattutto ragazzi tra gli 8 e i 15 anni, ma anche uomini e donne dai 20 ai 50 anni. “Diciannove e settantadue” è il docufilm sulla storia dell’ex primatista mondiale e medaglia d’oro olimpica dei 200 metri Pietro Mennea, attraverso le tappe salienti della sua carriera agonistica. Attualmente l’atleta esercita la professione di avvocato, è autore di 20 libri e attraverso la “Fondazione Pietro Mennea Onlus” effettua donazioni costanti nel tempo, assistenza a enti caritatevoli o di ricerca medico-scientifica e ad associazioni culturali e sportive. Inoltre diffonde lo sport e i suoi valori, promuovendo la lotta al doping. La pellicola sarà basata su documenti originali: attraverso il racconto principale vengono evidenziati importanti fatti storici che si intrecciano con la storia sportiva e umana di un ragazzo del Sud che trova nello sport la via del riscatto, storia in cui ancora oggi si immedesimano molti giovani meridionali in cerca di una speranza.

Jenny De Cicco

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Cannole, il paese celebra la Festa dell’Emigrante

Il 31 luglio e l’1 agosto, presso piazzale Europa a Cannole, si terrà la Festa dell’Emigrante, dedicata a tutti coloro che sono emigrati all’estero, specialmente in Svizzera, a partire dagli anni ’50. Verranno proiettati in prima serata filmati con testimonianze di cannolesi e durante le due serate si potranno degustare prodotti tipici locali e specialità elvetiche come i bratwurst e cervelat. La festa, organizzata dall’amministrazione comunale, prevede la collaborazione con l’Associazione Cannolesi in Svizzera e l’associazione giovanile socio-culturale “La Tirricata”, nata per rinsaldare i rapporti tra la popolazione locale e i suoi migranti e per far conoscere il fenomeno dell’emigrazione salentina. Dai porti e dalle stazioni del Mezzogiorno partirono navi e littorine, con migliaia di italiani diretti in America e in Nord Europa per trovare fortuna: in totale furono quasi tre milioni le persone emigrate da Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. A partire dagli anni ‘50 l’emigrazione aveva come destinazione soprattutto Stati europei in crescita come Francia, Svizzera, Belgio e Germania ed era considerata da molti, al momento della partenza, come emigrazione temporanea, spesso solo di alcuni mesi, per lavorare, guadagnare e costruire poi un migliore futuro in patria. Tuttavia molti degli emigranti rimasero poi nei Paesi d’arrivo dando vita alle comunità italiane all’estero.

Jenny De Cicco

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

“SALVIAMO PORTO MIGGIANO!”: PARTE LA BATTAGLIA DEL COMITATO DI TUTELA

Troppo cemento sul futuro di Porto Miggiano, al via la protesta. Il 30 luglio alle 18.30, presso la località balneare salentina, ci sarà un sit in di protesta contro le nuove costruzioni previste da un progetto che modicherà radicalmente l’aspetto attuale dei luoghi. “Contro l’edilizia selvaggia a Porto Miggiano, oasi naturale stuprata sempre di più dagli interessi privati. Proviamo almeno a fermare almeno la costruzione nella zona sotto la torre”: questo l’accorato appello degli ambientalisti, che parte da Facebook: l’idea è quella di darsi appuntamento a Porto Miggiano ogni sabato alle 18,30 fino alla fine dell’estate per dare maggiore risonanza alla protesta. “Dopo aver devastato la zona verso la spiaggetta con una colata di cemento, adesso anche la zona dove c’era il Baretto è stata transennata e sono iniziati nuovi lavori – dichiarano sul social network Giuseppe Galati e Riccardo Vosa del Comitato di tutela per Porto Miggiano – Stanno devastando Porto Miggiano, hanno costruito su tutta la zona che sovrasta il porto e va alla spiaggetta, hanno chiuso la parte sotto la Torre per costruire anche là. È prevista l’edificazione di più di 500 unità abitative, che prevedono lo sbancamento totale della collina”. Appuntamento alla Torre saracena sabato alle 18,30.

Fabio Tarantino

Posted in Attualità, Cronaca, Primo PianoComments (0)

Emergenza Roghi, “Save Salento” al prefetto: “Subito i catasti delle aree bruciate”

L’associazione radicale “Save Salento” ha scritto una lettera al prefetto di Lecce, Mario Tafaro, affinché intervenga nell’emergenza roghi nel Salento, ormai rivelatasi in tutta la sua gravità e virulenza. “Save Salento” ha richiamato infatti l’attenzione sull’importanza della legge quadro 353 del 2000 sulla prevenzione degli incendi, che prevede l’obbligo, in capo ai Comuni, di redigere un apposito catasto delle aree bruciate, finalizzato a disincentivare le speculazioni sui terreni incendiati, impedendo cambi di destinazioni d’uso, fabbricazioni successive e attività di caccia e pastorizia. “Save Salento” denuncia anche come spesso, dietro un incendio appiccato, si nasconda il tentativo di sbarazzarsi di boschi, pinete e macchia al fine di liberare da vincoli ambientali, naturalistici e paesaggistici intere aree del territorio salentino, e renderle disponibili allo sfruttamento economico e produttivo o, peggio, al cemento. In tal senso l’associazione ha rivolto un appello al prefetto affinché proceda a una verifica puntuale dello stato di attuazione e di aggiornamento dei catasti in tutta la provincia di Lecce, per obbligare i comuni eventualmente sprovvisti a un pronto e immediato adempimento. Il fenomeno degli incendi estivi parte anche da questo tipo di omissioni, e si avvantaggia anche della sensazione dell’impunità:. luoghi come Porto Miggiano, Porto Selvaggio e le Cesine sono da tempo sotto la grave pressione, più o meno manifesta, di interessi volti allo sfruttamento economico e all’insediamento di strutture sui litorali e sui costoni di roccia. “La politica – afferma Antonio Bonatesta, segretario di “Save Salento” – ha il compito di tornare al centro della scena, e l’azione del prefetto servirà sicuramente a riaccendere l’attenzione delle classi dirigenti e dell’opinione pubblica sull’esistenza e sulla validità di strumenti che, come i catasti delle aree bruciate, aspettano solo di trovare pronta applicazione”.

Fabio Tarantino

Posted in Cronaca, Primo PianoComments (0)

Torna a Giuggianello il premio “Monolite d’argento”, i premiati di quest’anno

Quinta edizione del premio “Monolite d’argento”. La manifestazione si tiene alle 20,30 del 6 agosto in via san Cristoforo a Giuggianello. Il premio verrà conferito ad alcune tra le personalità salentine più influenti. Il Salento si conferma baluardo di cultura grazie alla manifestazione avviata dieci anni fa dal Centro di cultura sociale e di ricerche archeologiche, storiche e ambientali di Giuggianello, che, affascinato dalla bellezza de “Lu Forticiddhu te la Vecchia”, ha dato il via al ciclo di manifestazioni a cadenza biennale con il nome di Monolite d’Argento. Il Centro, con il premio, si prefigge l’obiettivo di mettere in risalto le personalità salentine che si sono distinte per l’eccellente carriera negli ambiti della cultura, del sapere, dell’imprenditoria, della solidarietà e del volontariato. Cos’è “Lu Forticiddhu”? È quella struttura litica sul pianoro del Colle delle pietre sacre (meglio noto come “Colle dei fanciulli e delle ninfe”, sulla serra di Giuggianello, a 112 metri sul livello del mare), che si erge maestosa tra l’argento degli ulivi e le enormi rocce naturali, ritenute sacre sin dalle epoche più antiche. Tra le leggende che gravitano attorno a questa imponente pietra vi è quella del masso oscillante d’Ercole, derivata dalla cultura classica e di cui parlò anche Aristotele nella sua “De Mirabilibus Auscultationibus”. Il filosofo ateniese sosteneva che, nella parte più estrema della Japigia, esistesse una pietra talmente grande e pesante da essere impossibile da spostare. Tuttavia Ercole, lottando contro i giganti del Salento, ostili al suo sbarco, riuscì a sollevarla senza il minimo sforzo, gettandola dietro le sue spalle. Il masso si sarebbe sistemato in maniera tale da poter oscillare con la semplice pressione di un dito. Il premio-icona del monumento, dunque, sarà conferito alle personalità individuate dal consiglio di amministrazione e dal comitato scientifico esecutivo: quest’anno il riconoscimento va a Mario Marti per il contributo dato alla critica letteraria. L’ultranovantenne continua, infatti, a pubblicare opere con straordinaria e meravigliosa vivacità. Un altro premio andrà alla memoria di Oronzo Parlangeli, docente universitario di Dialettologia e glottologia, scomparso prematuramente in seguito ad un incidente automobilistico e studioso che intraprese la ricerca dialettale, nel folklore e nella lingua messapica. Altri premi saranno attribuiti a Gianni Carluccio per il notevole contributo dato alla ricerca archeologica nel Salento e nella sua Vaste, e anche per la costituzione dell’archivio del grande tenore leccese Tito Schipa, ad Armando Marrocco, artista galatinese di nascita ma residente e attivo a Milano per l’eccellente contributo dato nel campo dell’arte nelle sue molteplici forme, ad Antonio Quarta per aver incrementato lo sviluppo dell’imprenditoria salentina e per il sostegno dato alle iniziative culturali. Infine a Vito e Anna Schimera per l’impegno profuso nel campo della solidarietà come volontari della Fondazione Avs, visto che i due, per cinque anni – dal 1991 al 1996 – hanno vissuto in Uganda dedicandosi intensamente al progetto sanitario per le popolazioni del distretto di Kitgum e nel progetto di assistenza, cura e prevenzione per gli ammalati di Aids. Ultimo, ma non meno importante, il premio alla cittadinanza di Giuggianello per la sensibilità dimostrata nella realizzazione del museo civico, avendo donato tutti gli strumenti legati all’attività agricola, oltre a quelli che hanno caratterizzato la vita domestica e familiare di un tempo. L’evento sarà condotto da Monia Palmieri con la partecipazione di alcuni giovani talenti locali.

Jenny De Cicco

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Nuovo porto di Otranto, il Tar annulla il vincolo

Nessun vincolo per la baia del porto di Otranto. Il Tribunale amministrativo regionale per la Puglia, Lecce – sezione prima si è infatti pronunciato sul vincolo imposto dalla Soprintendenza per i Beni culturali, annullandolo, dunque liberando di fatto le acque antistanti la baia e “tranquillizzando” così i progettisti del nuovo porto. Con il decreto della Soprintendenza per i Beni culturali, che era stato impugnato dal Comune di Otranto il 16 novembre 2010 , il direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici della Puglia aveva dichiarato d’interesse particolarmente importante il “tratto di mare antistante il centro antico di Otranto”, sottoponendolo a vincolo diretto e dunque rendendo impossibile qualsiasi tipo di intervento che non fosse puramente a fini conservativi o di studio. Relatore nell’udienza pubblica del 15 giugno 2011 il giudice Claudia Lattanzi che, ascoltati l’avvocato Finocchito per il Comune e l’avvocato Pedone per l’Avvocatura dello Stato, ha deciso su un atto non solo giuridico, ma ricco di risvolti politici: il progetto di ampliamento del porto, così come disegnato, rischiava infatti di non veder la luce per i vincoli posti sulla baia. E lo specchio d’acqua coinvolto risultava molto esteso, includendo tutta l’area che intercorre tra il faro in zona Punta e oltre l’attuale molo San Nicola: sostanzialmente, quindi, tutto il tratto interessato dalla cantierizzazione per il nuovo porto turistico di Otranto. Di qui il ricorso al Tar da parte del Comune, e il blocco era giunto proprio nel momento dell’approvazione delle pratiche progettuali per il nuovo porto, destando non poca preoccupazione circa l’eventuale avvio dei lavori. Per questo il Comune ha ritenuto opportuno ricorrere al Tar contro il decreto di vincolo archeologico, incaricando dell’impugnazione l’avvocato Mauro Finocchito. Le motivazioni che giustificano la decisione del Tar in favore della scelta dell’amministrazione locale sono di seguito riportate: “Il notevole interesse archeologico di tutto il territorio che gravita intorno al porto di Otranto, per l’estraneità dei rinvenimenti all’area vincolata e la discutibilità dei riferimenti alla stessa, non appare sufficiente a giustificare l’imposizione del vincolo diretto su tutto il tratto di mare antistante il centro antico di Otranto”. Il decreto di vincolo, poi, ha come unico supporto “una grande quantità di materiali ceramici dispersi sui fondali e concrezionati agli scogli”, cioè uno solo degli elementi su cui si fonda il vincolo, peraltro di dubbio rilievo ai fini della dichiarazione di particolare interesse” di un’area così vasta e tanto importante nell’economia locale. Questa decisione del Tar segna dunque un’altra vittoria della giunta Cariddi, dopo il ricorso degli operatori alberghieri per la sospensione della tassa di soggiorno che il Tar non ha concesso.

Jenny De Cicco

Posted in Politica, Primo PianoComments (0)

Tennis Otranto, al via il Torneo nazionale di 4° categoria

Eliminatorie in corso al Circolo tennis “Mario Stasi” di Otranto per la categoria Non Classificati. I primi quattro raggiungeranno l’altra categoria, quella dei Classificati, alla fase finale del torneo nazionale di tennis di 4a Categoria singolare maschile e femminile che si terrà dal 25 al 31 luglio. In quella settimana, i partecipanti, 70 per la categoria maschile e 20 per quella femminile, a partire dalle 16 si daranno battaglia nei due campi in cemento per aggiudicarsi il montepremi finale. Il primo e secondo classificato, sia maschile che femminile, riceveranno la coppa e un premio in denaro. Nello specifico, alla categoria maschile andranno 150 euro e 75euro. Invece alle vincitrici toccheranno rispettivamente 50 euro e 25 euro. Quest’iniziativa, considerato il buon numero di partecipanti provenienti da ogni parte d’Italia, ha soddisfatto gli organizzatori del circolo tennistico idruntino. Anche Andrea Conte, uno dei frequentatori più assidui dei campi tennistici otrantini, esprime il suo entusiasmo per l’iniziativa agonistica in corso: “Auspico che ciò possa contribuire a far crescere la considerazione per il tennis nella nostra città”.

Alessandro Conte

Posted in Senza categoriaComments (1)

Mental Fitness, come ti riduco lo stress: corsi a Cannole

Partono i corsi di “Life Mental Fitness” della life coach Alessandra Mattioni, presso il “Petraria Green Village” di Cannole (largo Vittorio Veneto), da lunedì 1 agosto alle 19. Petraria è situato a Cannole, un paese ricco di un passato ancora vivo e di splendidi paesaggi, nonché città delle lumache vicina al parco naturale di Torcito. Un’ora al giorno di relax mentale per liberarsi dallo stress e dalla fatica accumulata durante l’anno offerta agli ospiti della struttura, cioè inclusa nel pacchetto vacanze per un maggiore equilibrio e una mente più creativa, serena e produttiva. Con semplici e divertenti esercizi fisici e mentali a suon di musica, la life coach Alessandra Mattioni allenerà la mente al buonumore e alla “zona soluzione”. Per creare gli stimoli inaspettati e innovativi della neurobica, utilizzando cibi tipici del Salento e i profumi delle erbe aromatiche della flora mediterranea, e scoprendo anche le proprietà curative della pizzica. Alessandra Mattioni ha un master in Programmazione Neuro-Linguistica, è esperta di comunicazione e specializzata nella gestione degli stati d’animo e dello stress. Tiene regolarmente corsi e conferenze di educazione alimentare, ove illustra come favorire l’insorgere di stati emozionali positivi e gestire al meglio lo stress attraverso uno stile alimentare sano e appagante. Tiene da anni corsi di Pnl applicata alla comunicazione, alla vendita, alla definizione degli obiettivi, aiutando i propri clienti a trasformare i desideri in risultati, insegnando come definire obiettivi ben formulati, idonei cioè ad attivare tutte le risorse neurologiche per il loro conseguimento. È autrice di “Nutri il tuo buonumore. Vincere lo stress a favore di stati d’animo positivi con l’alimentazione”, edito da Macro Edizioni nel 2008, e “Nutri il tuo buonumore. Perché l’alimentazione incide sullo stress e come favorire stati d’animo positivi”, edizione di Althena nel 2007. Inoltre è stata promotrice di varie iniziative, prendendo parte nell’ultima edizione della Notte Bianca di Lecce e de La Cultura del Cibo di Corigliano d’Otranto.

Jenny De Cicco

Posted in CulturaComments (0)

Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+