Luca Mosca: C’è musica nella musica

Sabato 26 gennaio il compositore e pianista milanese Luca Mosca torna a Lecce con il concerto C’è musica nella musica da Bach a Duke Ellington, da Kate Bush ai Beatles. Luca Mosca vuole dimostrare come la musica nasce sempre da altra musica, come in Bach e in Beethoven si possa trovare dello swing, che le forme classiche si possono incontrare in Duke Ellington e in Kate Bush e che ci può essere arte nella musica commerciale e del divertimento nella musica d’arte, senza che queste si escludano a vicenda.

Si può dire di Luca Mosca che è un musicista e compositore molto prolifico. Nato a Milano nel 1957 ha iniziato a comporre fin da giovane, soprattutto dopo essersi diplomato in pianoforte, in clavicembalo e in composizione al  Conservatorio G. Verdi di Milano. Il suo linguaggio è del tutto personale e unico ed è basato su un uso regolare del totale cromatico in cui la componente ritmica è fondamentale. Fa oltre spesso uso di virtuosismi vocali e strumentali. Suonando in tutta Italia propone nei concerti principalmente programmi composti da musica contemporanea, autori del novecento storico e sue composizioni.

Il concerto si svolgerà presso i Cantieri Teatrali Koreja di Lecce, start ore 21, ingresso 6 euro.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Musica made in Salento con I Granma a Parabita e Ninfa Giannuzzi a Lecce

A quattro giorni dall’uscita del nuovo singolo Dormi e Sogna, in rotazione su Radio 105, accompagnata dalla pubblicazione dei videoclip, i Granma questa sera si esibiranno a Bakayokò di Parabita dove suoneranno i pezzi del loro primo album Non Cambierà, pubblicato nel 2012. La band è presente da diversi anni nella scena musicale salentina e negli ultimi anni ha condiviso il palco con importanti artisti come Santana e Zucchero, dei quali hanno aperto alcuni concerti e hanno partecipato, tra l’altro, al tour estivo di Radio2 – Xfactor con Max Gazzè, Arisa, Alex Britti e Giuliano Palma.

Per leggere la recensione http://www.otrantooggi.it/2013/01/22/dormi-e-sogna-dal-21-gennaio-il-nuovo-videoclip-dei-granma/

Dalla musica rock a quella popolare ma sempre made in Salento con il concerto Ruba Mazzo di Ninfa Giannuzzi, accompagnata dalla chitarra di Valerio Daniele, al Coffeandcigarettes di Lecce. Ninfa Giannuzzi è un caposaldo della musica popolare salentina, con diversi lavori discografici alle spalle e vari anni di partecipazione al concertone della Notte della Taranta di Melpignano. Start ore21, ingresso libero.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Luigi Mariano, il cantautore Asincrono al La Gatta al Lardo di Lecce

Il cantautore Luigi Mariano, salentino di origine ma trasferitosi a Roma ventuno anni fa, dopo essersi fatto conoscere in particolare nella capitale ed essere stato in giro per l’Italia, porta la sua musica anche nella sua terra natia, dove è tornato per una serie di tappe del suo tour Canzoni e storie nel disagio di un tempo sfalsato. Il suo è un repertorio di inediti e di omaggi ai grandi cantautori italiani.

Come ogni cantautore di rispetto con le sue canzoni Luigi Mariano è in grado di passare dai toni intimistici, con cui affronta temi come quello dell’amore, alla denuncia sociale, e dai toni seriosi a quelli più ironici, con una scrittura semplice e diretta e una voce che rispecchia gli ascolti della formazione, in particolare Giorgio Gaber.

Asincrono non è solo il nome del suo primo album, pubblicato nel 2010, ma anche l’aggettivo con cui è definito questo cantautore per l’assenza di schemi, sia nella scrittura che nel suo modo di spaziare tra vari generi, dal blues al folk alla rumba e spesso anche al pop.

La Gatta al Lardodi Lecce (in Via dei Verardi 7) ospiterà il suo prossimo live, questa sera, venerdì 25 gennaio. Start ore 21,30, ingresso libero.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Dormi e sogna, dal 21 gennaio il nuovo videoclip dei Granma

Con un nuovo videoclip, pubblicato il 21 gennaio – è possibile vederlo su youtube al link http://www.youtube.com/watch?v=8OKbaiGY6bI – i Granma, una delle rock band salentine del momento, lanciano Dormi e sogna, il secondo singolo estratto da Non Cambierà, il loro primo EP pubblicato nel maggio del 2012, prodotto da Flavio Ibba e Umberto Iervolino con l’etichetta Red Rose.

Dormi e sogna è la dedica a una bambina alla quale le lacrime e la paura hanno preso il posto dei sogni perché impotente vittima della pedofilia. Un tema delicato trattato con la giusta congiunzione tra l’aggressività e la rabbia che solo con il rock si possono esprimere e la giusta dose di delicatezza adatta per parlare a una bambina. Una unione che caratterizza un po’ tutto il rock dei Granma, irruente  e rumoroso, vicino all’intramontabile rock più classico di provenienza americana, tenue e leggero al contempo, grazie anche alla voce molto vicina al genere pop ricordando molto quella dell’ex Timoria Francesco Renga e a tratti anche quella del salentino Giuliano Sangiorgi dei Negramaro.

La band è composta da Alfredo Quaranta alla voce, Davide QbA Apollonio al basso, dal chitarrista Andrea Martina e da Antonio Donadeo alla batteria. Il primo singolo, Non Cambierà, è stato incluso nella compilation Puglia Sounds New, pubblicata in allegato al numero di Novembre 2012 di XL di Repubblica.

Posted in CulturaComments (1)

Partycide, il party della musica elettronica a Trepuzzi sabato 19

Il Livello Undiciottavi di Trepuzzi ospiterà la quarta edizione di Partycide, la festa elettronica che vede alternarsi in consolle durante la lunga notte di sabato 19 gennaio tutti i suoi migliori dj resident con le maggiori produzioni elettroniche salentine: i Disco Splatters, un duo che dà il suo personale tocco al vasto mondo dell’electro, spremendo al massimo i synth puntando a rendere più presenti le bassline e le kick; Tsunami J, la dj salentina Jenny Plantera, legata al classico vinile con cui, dal 2010, sperimenta vari generi; Deltamove, il progetto di Vittorio Zap (dJ/Producer), Davide Kein (Dj/Producer) e Matteo Panka (Graphic-Designer), che dal 2011 amalgamano colore e suono, proponendo una selezione varia priva di limiti di genere e di tempo e i salentini Klanstepparz, che nascono ispirati da artisti come The Prodigy, Chemical Brothers, Noisia, Pendulum, Feed Me, la cui principale caratteristica sta nello stile fatto di batterie devastanti, bassi aggressivi e synth estremi.

Il progetto Partycide è realizzato grazie alla collaborazione tra Livello Undiciottavi, Blow up e Phunkstein’s Family. La musica sarà accompagnata da video installazioni, gadget e altre novità. Start ore ore 23,00, ingresso a pagamento.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Mino de Santis, cantautorato salentino da Scarcagnizzu a Caminante

Il suo sembra un nome d’arte ingegnosamente cucito addosso alla sua pelle di cantautore salentino: è Mino De Santis. Scarcagnizzu è il suo primo stralunato album pubblicato nel 2011 a cura del Fondo Verri che a distanza di due anni oggi sta spopolando grazie al modo ironico e sofisticato con cui il paroliere tugliese riesce a raccontare le varie facce della società salentina, utilizzando il dialetto per essere più diretto e visceralmente vicino ai temi che tratta: l’affetto per la propria terra in Salentu, l’inquieto malcontento di un padre che non riesce ad avere un figlio maschio in Lu Masculazzu, la ridicola esaltazione della gente in La festa patronale. Del 2012 è il secondo album, Caminante, pubblicato da Lupo Editore con la neonata etichetta musicale Ululati, con cui Mino continua a descrivere la curiosa società salentina fatta di Nobili e Cafoni, di ipocrisia che si crea intorno alla morte in Lu ccumpagnamentu, di ubriaconi in U Mbriacu, di sproporzionate celebrazioni durante Lu Fidanzamentu, con un remake del tema che De Andrè trattò con Bocca di Rosa in La Zoccola.

Nonostante il dialetto e i temi popolari quello di Mino De Santis non si può definire genere popolare. I testi sono poesie dialettali di alto spessore e dal punto di vista strumentale è un mix tra il classico cantautorato italiano, in cui padroneggiano armoniosamente la sua voce baritonale, chitarra classica e fisarmonica, uniti alla musica balcanica e al valzer.

I lavori di Mino De Santis sono un riverbero delle sue passioni, il rock, la bossa nova, il blues, lo swing e la musica popolare ma soprattutto il cantautorato italiano e quello francese da De André a Brassen, da Paolo Conte a  Ivan Graziani e a tutti i grandi poeti che hanno fatto la storia della musica italiana.

Posted in CulturaComments (0)

Focara di Novoli 2013 con musica, arte e gastronomia

Alle ore 20 di questa sera, 16 gennaio, a Novoli appuntamento con la tradizionale Fòcara, il più grande falò del bacino del Mediterraneo con i suoi 25 metri di altezza e 20 di diametro. Il fuoco spesso brucia ininterrottamente per diversi giorni e nel frattempo si ascolta musica, si balla e si degustano prodotti gastronomici tipici.

I protagonisti del Fòcara Festival sono artisti provenienti da ogni parte del mondo: Mory Kanté, Enzo Avitabile & Bottari, Raiz, Sud Sound System, Asian Dub Foundation e Balkan Beat Box. La musica è accompagnata dalla mostra mercato dei prodotti tipici e la Rassegna delle Cantine del Parco del Negramaro e dell’Associazione Città del Vino. Inoltre ci sarà spazio per l’arte con una mostra dedicata a Ugo Nespolo autore del manifesto d’autore e dell’installazione sulla Fòcara 2013 e agli scatti di Mario Cresci che documentano l’edizione 2012 della festa. Ospite anche Letizia Battaglia, Premio Fòcara Fotografia 2013.

Durante l’edizione di quest’anno inoltre ci sarà l’unione tra Novoli e Oria che con il Torneo dei Rioni e la Fòcara coniugano la storia delle loro tradizioni locali, per contribuire a promuovere la cultura della Puglia anche fuori dall’Italia. La Città di Oria parteciperà con gli sbandieratori e i Gonfaloni dei 4 Rioni, Lama, Castello, San Basilio e Judea di Oria.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Stasera Serena Spedicato presenta il suo album My Waits. Tom Waits Songbook

Con l’album My Waits. Tom Waits Songbook la cantante salentina Serena Spedicato omaggia Tom Waits, cantautore e attore statunitense che nella sua carriera musicale ha spaziato in vari generi, dal rock sperimentale al blues, al folk rock e al jazz. Il lavoro verrà presentato venerdì 4 gennaio  al Teatro Paisiello di Lecce.

Le canzoni di Waits dei primi album, da Closing Time a Heartattack and Wine,  sono state arrangiate dal bassista Pierluigi Balducci, co-leader della formazione Nuevo Tango Ensambl che accompagnerà Serena in questo concerto insieme a Gianni Lorio al bandoneon e al pianoforte, Antonio Tosques alla chitarra e Pierluigi Villani alle percussioni. I brani di Waits, proiettati in un moderno jazz, indossano una veste completamente nuova, sia nell’arrangiamento strumentale che nella voce, che nella dolcezza si Serena si allontana dalla più tenebrosa interpretazione waitsiana.

Serena Spedicato ha una lunga formazione e una intensa esperienza sul campo. È autrice e compositrice e ha collaborato con numerose formazioni acid-jazz, funky, corale e polifonico. Corista di Arthur Miles,  solista nel progetto Alessandro Quarta & his Blues Band e della Big Band Grande Salento Orchestra di Maurizio Petrelli collabora con artisti quali Roy Paci & Aretuska, Radiodervish, Massimo Manzi, Michele Rabbia, Marco Tindiglia, Arthur Miles, Arnoldo Foà e tanti altri.

Il cd è prodotto da Koinè by Dodicilune ed è promosso con il sostegno di Puglia Sounds – P.O. FESR Puglia 2007-2013 Asse IV e distribuito da IRD. Start ore 21, ingresso 5/8/10 euro.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Amore e Purgatorio ormeggia a Cutrofiano con il live di dei Fonokit

Al Jack’n Jill di Cutrofiano il primo giorno dell’anno si festeggia con il concerto dei Fonokit, una delle band più importanti del panorama musicale locale in Italia. Una serata all’insegna del rock alternativo d’autore, con il frontman Marco Ancona alla chitarra e alla voce, Ruggero Gallo al basso e il batterista Paolo Provenzano, che suoneranno i brani del loro primo album Amore e Purgatorio, pubblicato da Bliss/Fondazione Sonora nel 2010.

L’ultimo singolo estratto dall’album, il quinto, è Ho deciso, del quale di recente è stato realizzato il videoclip firmato dal regista Pierfrancesco Marinelli. Dal palcoscenico protagonista del video di Fine al backstage di questo nuovo videoclip, presentato in esclusiva lo scorso 25 ottobre da Mtv New Generation. I tre musicisti sono seguiti dalla telecamera in sala prove e durante il soundcheck di un concerto a Roma.

I Fonokit sono considerati una delle migliori rock band italiane. Il loro rock è originale e alternativo e con il primo album, Amore e Purgatorio, i tre musicisti hanno dato prova di grande maturità, mettendo in atto il peso delle passate esperienze.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Capodanno dei popoli a Lecce

Lunedì 31 dicembre per le vie del centro storico di Lecce si attende la mezzanotte, a partire dalle 23, con l’esibizione itinerante dei gruppi musicali provenienti dal Nord Africa. Martedì 1 gennaio 2013 il tradizionale appuntamento con il Capodanno dei popoli, l’incontro con le comunità di emigranti che vivono nella città. Si festeggerà il nuovo anno a partire dalle 19: in Piazza dei Mesagnesi le diverse comunità offriranno piatti tipici dei loro Paesi di origine. Al centro della manifestazione l’incontro di circa 45 giovani artisti provenienti da Tunisia, Marocco, Libia e Italia che proporranno esibizioni di musica con gli strumenti della loro tradizione e poi di danza e performance artistiche. Protagonisti anche la letteratura e il cinema: il camper del progetto On the road ospiterà la mostra della produzione letteraria di autori di origine straniera in italiano e la proiezione dei cortometraggi amatoriali La rivoluzione dei gelsomini, le cui immagini raccontano le proteste e le sommosse popolari in numerose città della Tunisia, scattate dagli stessi protagonisti della rivoluzione.

L’edizione 2012 del Capodanno dei Popoli è dedicata al progetto dell’associazione Huipalas in Kenia, che punta alla creazione di un villaggio solidale che ospiterà bambini orfani e mamme sole e giovani.

La manifestazione si svolgerà in  Piazza dei Mesagnesi, nel centro storico di Lecce, start ore 23,00 del 31 dicembre, ingresso libero.

Posted in AttualitàComments (0)

Steela e Crifiu in concerto con i loro nuovi lavori

Musica d’autore inedita made in Salento sabato 29 dicembre alle Officine Cantelmo di Lecce con gli SteelA e al Favelas Live Club di Soleto (ex Bloom) con i Crifiu.  Entrambe le band, ormai molto note al pubblico locale, hanno da poco pubblicato i loro nuovi album.

Gli SteelA presentano i brani del loro terzo lavoro in studio, Il Brutto e il cattivo, un EP di 6 brani inediti che rappresentano l’evoluzione della band da sonorità più legate alla tradizione giamaicana a un sound sperimentale e vicino al dubstep. Gli SteelA sono nati nel 2004 con l’incontro di sei musicisti, il cantante Moreno Turi, il batterista Antonio De Marianis, il bassista Valerio Greco, i tastieristi Errico Carcagni e Donatello Vitto e il chitarrista Emanuele Carcagni.

Start ore 22.30, ingresso 5 euro.

Rock & rai, il primo singolo estratto dal nuovo lavoro dei Crifiu, Cuori e Confini, pubblicato ad aprile, è stato il tormentone della scorsa estate salentina. Questa sera i Crifiu si esibiranno al Favelas Live Club di Soleto con ingresso gratuito, per festeggiare il successo del nuovo lavoro. La band è composta da: Andrea Pasca, voce, bendir, bhangra dhol, Luigi De Pauli alle chitarre acustiche, chitarre elettriche, mandolino, bouzouky, banjo, synth, Sandro De Pauli, flauto traverso, tin whistle, low whistle, gralla, programmazioni e Ivan Schito, batteria, drum machine. Start ore 22,30.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Il Lecce Jazz Festival Winter edition per i nuovi talenti

Dopo l’edizione primaverile, che ha ospitato gli artisti più stimati del panorama jazzistico nazionale, si svolgerà il 27, 28 e 29 dicembre al Teatro Paisiello l’edizione invernale del Lecce Jazz Festival Winter edition, patrocinato del Comune di Lecce.

Giovedì 27 dicembre la serata d’apertura con due set, un trio composto da Roberto Gagliardi ai fiati e all’harmonium, Emanuele Coluccia al pianoforte e ai fiati e Maurizio De Tommasi alla batteria e alle percussioni e il nuovo progetto di Silvia Manco Casa Azul, edito da Dodicilune, con inediti della stessa Manco e cover messicane arrangiate ex novo. La Manco sarà accompagnata dal batterista Francesco Pennetta e dal bassista Francesco Angiuli.

Ancora due set venerdì 28,  il primo del pianista e compositore Gianni Lenoci solo, docente di Prassi Esecutiva, Improvvisazione e Composizione nei corsi di jazz del Conservatorio N. Rota di Monopoli. Il secondo del Fabrizio Savino Quartet.

In chiusura, sabato 29, il nuovo progetto del pianista e compositore Mauro Tre in quartetto e, infine, il trio del giovanissimo Alessandro Lanzoni.

Tutti gli spettacoli hanno inizio alle ore 21.00, ingresso 5,00 e 7,00 euro. Info e prenotazioni posti al Teatro Paisiello ai numeri 338.8321161 346.9663747 oppure mailto jazzisti.associati@gmail.com.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+