Tag Archive | "Betitaly"

La Betitaly Volley Maglie si inchina alla capolista


Una Betitaly in serie positiva si scontra con la capolista, in fuga solitaria. La sconfitta alla vigilia non sarebbe stata accolta come una tragedia, e così è stato. Il 3-1 con cui le padrone di casa hanno chiuso l’incontro però dà i giusti meriti anche al Maglie, che a parte i primi due set, letteralmente regalati alle avversarie, ha giocato alla pari, meritandosi anche molti complimenti dai dirigenti avversari a fine incontro. Forse si puntava un po’ troppo sul neoacquisto di assoluta qualità, Alessandra Labate, che ha militato con onore anche in A1, e la giornata no di alcune atlete salentina ha fatto il resto. Per la prima volta, poi, contro una rappresentante della Campania non arriva la vittoria, anche se il terzo set vinto e il quarto set in cui si è sfiorato il 2-2, fa capire quanto il Maglie sia andato vicino al colpaccio. Invece, e meritatamente, il ruolino di marcia del Gricignano ora recita 11 vittorie e 1 sola sconfitta. Di questo match però le ragazze di mister Tonino Solombrino hanno molto da salvare: dall’ottima prestazione di Stefania Gatto, al contributo comunque più che sufficiente di Labate, alle altre che, pure in giornata no, hanno fatto tremare le gambe della campana. Le cinque vittorie consecutive subito precedenti a questo stop, però, tengono la squadra del presidente Gigi Macagnano attaccata al treno playoff, e se la capolista comincerà a rallentare, potrebbe tornare in corsa anche per la promozione diretta. Ma restando alla seconda, la Dannunziana Pescara, sarà proprio lei la prossima avversaria della Betitaly, sempre lontano dal Palabetitaly. Incontro che segna anche l’inizio del girone di ritorno, e il precedente dell’andata porta nere nubi su questo scontro: finì 3-2 per le ospiti del Pescara, la prima di sole due sconfitte davanti al pubblico amico.
Nella prossima giornata, però, sarà in ballo molto più della “vendetta”: la classifica recita Gricignano 35 punti, Pescara 30, Elencosi Livi Potenza 29 e Maglie 26.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Campioni di biliardo per ricordare Rocco Pandinelli


Una grande gara nazionale di biliardo, nel ricordo di Rocco Pandinelli. È quella che si tiene a Maglie dal 26 novembre al 4 dicembre presso palazzo De Marco e che vedrà schierati 512 giocatori oltre ai 24 giocatori professionisti nazionali. I 512 si daranno battaglia nelle qualificazioni, e i primi 8 entreranno di diritto nel girone finale con i 24 professionisti. “La passione per il biliardo – spiega Giuseppe Pandinelli, uno dei tre figli di Rocco, e socio di Betitaly, che organizza il torneo – si tramanda da molti anni ormai. Fu mio padre il pioniere delle sale da biliardo in provincia, insieme con il fratello Antonio, che è stato anche campione italiano negli anni ’70 e ancora oggi continua con la sua grande passione a esercitare questo sport”. Perché il biliardo è uno sport che richiede un grande controllo del proprio corpo, ma anche una grande forza mentale, dato che entrano in ballo, durante la gara, matematica, geometria, fisica e concentrazione. Lo doveva sapere bene Rocco Pandinelli, scomparso venticinque anni fa, quando scopriva i ragazzi marinare la scuola e recarsi presso la sua sala: l’imprenditore, andando magari contro il proprio interesse economico, li convinceva a investire sul proprio futuro, sull’importanza dell’istruzione e dell’apprendimento, aiutandoli magari a terminare i compiti e invitandoli a ritornare a scuola, al limite saltando soltanto la prima ora. La sala di Rocco e Antonio Pandinelli era un più un luogo di ritrovo, che poi è diventata comunque una fucina di talenti, anche grazie a dei corsi che si sono tenuti lì e tra i quali va ricordato quello di quindici anni fa a cura del campione Nestor Gomez. Per quanto riguarda la disciplina del biliardo, al torneo saranno presenti anche tanti talenti salentini, tra cui Antonio De Riccardis, Crocifisso Maggio e Andrea Quarta, che approcciatosi giovanissimo a questo sport, ha raggiunto ragguardevoli risultati. Il programma della manifestazione prevede la gara nazionale a partire dalle 14 di sabato 26 novembre. Le fasi finali avranno inizio venerdì 2 dicembre alle 17,30. I primi 16 classificati della gara nazionale prenderanno parte alle qualificazioni nazionali. Sabato 3 dicembre, alle 12, sarà il turno delle qualificazioni nazionali in cui i primi 8 classificati gareggeranno nella seconda prova nazionale del Biliardo Tour Professionisti insieme ai 24 migliori giocatori italiani. Il gran finale, infatti, è previsto per domenica 4 dicembre a partire dalle 11.

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

La Betitaly Volley Maglie torna sulla Terra


La Betitaly Volley Maglie spezza un filotto positivo lungo ben 4 incontri, 4 vittorie tra la seconda e la quinta giornata che l’avevano proiettata quasi ai vertici della classifica di serie B2, campionato nazionale nel quale, ricordiamolo, il Maglie è una cenerentola. La sconfitta 3-1 contro l’Isernia, sul campo delle molisane, è arrivato dopo i primi tre set giocati senza timori reverenziali nei confronti della più quotata avversaria, che grazie a questi tre punti supera proprio il Maglie nella classifica del girone H. Il lavoro del tecnico Tonino Solombrino finora è stato ottimo, ma nella sesta giornata un limite delle atlete magliesi è stato evidente: il non riuscire a reagire a errori arbitrali. Il film della partita ha visto un primo set con le padroni di casa vittoriose 25-21, a cui è seguito un gran secondo set del team del presidente Gigi Macagnano: il 25-22 con cui ha chiuso segna la gran reazione dopo un primo set andato storto. La chiave di volta però è nel terzo: giocate al cardiopalma fino alla fine, punteggio in bilico e tifosi in visibilio. Sul 24-23, un errore arbitrale (a detta anche delle molisane a fine incontro) nega il pareggio alle salentine. Qui la reazione è stata assente: 25-23 subito dopo e un quarto set chiuso 25-14, tra i peggiori passivi sul singolo set della Betitaly in questo campionato. Si deve lavorare su questo aspetto, più che su altri fattori, in vista dei prossimi incontri. Già la prossima giornata, infatti, mette la Betitaly di fronte al Livi Potenza, per quella che sarà l’ultima partita a porte chiuse prima di poter riabbracciare i tifosi per il resto del campionato. La classifica resta comunque ottima, e tre punti potrebbero “restituire” il favore all’Isernia, impegnato in un difficile match.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

In Abruzzo la Betitaly Volley Maglie vince e convince


Due vittorie su due trasferte. La Betitaly Volley Maglie riesce a portare a casa un altro importantissimo risultato e sale in classifica, fino al quarto posto, grazie a tre vittorie e una sola sconfitta dall’inizio della stagione. Se le altre due vittorie erano arrivate al tie-break, limitando i punti guadagnati a due, la pratica contro la Bcc San Gabriele Vasto è chiusa al quarto set, con tre punti che sono oro colato per le ragazze di mister Tonino Solombrino. Già il primo set è stato appannaggio degli ospiti, un 25-20 che porta fiducia nel gruppo, data anche la caratura dei padroni di casa, tra cui figurava Caterina De Marinis, due volte campionessa italiana di beach volley e attualmente allenatrice della nazionale giovanile. Così il secondo set, che ha visto il ritorno dei padroni di casa, vittoriosi 25-22 e sull’1-1 nel conto totale, non ha portato nervosismo o cali nel team ospite. Il Vasto non ha potuto far nulla quando, nel terzo e quarto set, sono salite in cattedra le ragazze della Betitaly, con Emanuela Romano e Neire Scupola su tutte. La chiave di volta è forse stata la prestazione nel terzo set, chiuso 25-19 e durante il quale il Maglie ha mostrato superiorità netta. Così, il 25-22 del quarto e ultimo set, che chiude le ostilità sul 3-1, è stato il sigillo su una vittoria già conquistata. Questo campionato di B2 sta dando grosse soddisfazioni al team salentino, e di riflesso a tutti i sostenitori, ma si tratta pur sempre delle prime quattro giornate: allo staff dirigenziale e all’allenatore adesso tocca l’arduo compito di tenere le atlete con i piedi per terra e non prendere sottogamba nessun impegno ufficiale. Già la prossima giornata vedrà tornare la Betitaly sul campo di casa, ci sarà da affrontare un test importante in vista del prosieguo del campionato.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie vince ad Aversa


Primo sorriso del campionato per la Betitaly. Ad Aversa il Maglie batte i padroni di casa per 3-2, al termine di una maratone di due ore e mezza.

Cinque set combattutissimi e una partita decisa punto a punto sul quinto e ultimo set. Due punti alle atlete di mister Tonino Solombrino, che allungano in classifica. Anche per l’Aversa ci sono lati positivi: il punto conquistato li sblocca dal fastidioso 0 della casella punti. Di fronte due team accomunati dall’essere neopromossi in B2, e si è visto in campo, con la grinta di chi non ha nulla da perdere. Match molto godibile e ben combattuto da ognuna delle ragazze in campo, con il primo set che finisce agli ospiti. Sembra il preludio di un successo, ma sul terreno di gioco del PalaJacazzi i padroni di casa, spinti da un pubblico calorosissimo, porta a casa il secondo e il terzo set. 2- 1 e i campani possono festeggiare? No, perché, messo alle strette, il team salentino esce fuori e alla distanza batte i casertani con due set giocati senza sbavature. La vittoria significa molto per la squadra del presidente Gigi Macagnano, ma anche il punto conquistato dall’Aversa non è da poco. L’Aversa è infatti arrivato al match della seconda giornata di campionato dopo una settimana a dir poco turbolenta: dopo la presentazione in pompa magna, nel cui gruppo figurava l’allenatore Nappa, la debacle della prima giornata ha convinto la dirigenza a un cambio sulla panchina. Coach Loparco ha avuto pochi giorni per conoscere il gruppo, la buona prestazione per ora è tutto ciò a cui poteva aspirare. Dall’altra parte, un Maglie vincente potrà affrontare le prossime partite con la convinzione di potersela giocare alla pari quasi con tutte le squadre e su tutti i campi.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Il Texas Hold ‘em e le donne: intervista alla giocatrice Paola Vella


Si chiama Paola Vella, ha 31 anni ed è una pr di Maglie, oltre che una ragazza simpatica, bella e spigliata. Ma la sua grande passione è il poker Texas Hold ‘em, che esercita giocando nella squadra di Betitaly. È piuttosto raro trovare una donna appassionata e brava in questo sport – perché è uno sport a tutti gli effetti, dato che richiede delle non indifferenti capacità mentali, anche se non fisiche. Paola e il suo gioco fanno fare bella figura a tutta la Puglia, dato che tra i tornei giocati ha anche sfiorato il ticket per Las Vegas. L’abbiamo incontrata.

Come ti sei accostata a questo sport?

La passione è nata con il primo live televisivo, per Canale 8, che mi hanno proposto. Si trattava di un live particolare, per incoraggiare le donne ad accostarsi al Texas Hold ‘em. Certo, prima conoscevo questo sport, avevo giocato on line con gli amici, ma non mi ero mai confrontata in un torneo. Alle donne, in quella situazione, l’iscrizione era gratuita e le finaliste avrebbero vinto un ticket di 2mila euro per giocare all’estero. Arrivai in finale e poi differenti agenzie mi chiesero di giocare per loro, e io scelsi la Betitaly, dove mi trovo davvero bene, ci tengo molto alla mia squadra.

Quante sono le donne che giocano?

Sono ancora poche. In realtà, il 90% dei giocatori sono maschietti. Diciamo che in tutta la Puglia saranno una decina le più attive, e si trovano soprattutto in provincia di Lecce. Questo perché, prima, le ragazze venivano chiamate per fare le hostess durante i tornei, ma adesso l’impostazione sta cambiando pian piano. Certo, la donna in un live televisivo è anche bella da guardare, ma le donne stanno dimostrando anche di essere brave.

Quali sono i tornei più importanti che hai disputato?

Sono stata a Nova Gorica, dove ho sfiorato il ticket per Las Vegas, che poi è stato vinto da una mia compagna di squadra, Sara Ugenti di Lecce, ma anche a Malta e in Montenegro. Tra poco andrò a Campione, dove avrò l’ultima possibilità per fare un buon piazzamento. Saremo in due donne in quell’occasione a rappresentare la provincia di Lecce.

Cosa ti piace di più di questo gioco?

Mi piace osservare gli atteggiamenti degli uomini per cercare di capire il loro gioco. Questo per esempio non è possibile on line. Di solito le donne, in gioco, sono snobbate ma rispettate, perché quando una donna punta è perché è certa del suo punteggio. Il Texas Hold ‘em è uno sport che richiede particolari abilità, non tanto di memoria, quanto di calcolo delle probabilità.

Quali sono i giocatori che ti piacciono di più?

Mi piace molto il tipo di gioco aggressivo di Alioscia Oliva, che poi è il giocatore che ha vinto di più. Stimo molto anche Biagio Morciano, che è mio compagno di squadra nella Betitaly.

Ci sono molte sale nel Salento?

Sono circa cinquanta, nei differenti punti scommessa.

Ma non si può scommettere sul poker?

In Gran Bretagna è possibile, in Italia tieni presente che è stato legalizzato da poco il Texas Hold’em e il cash.

Perché questo sport è circondato dal sospetto, è assimilabile al gioco d’azzardo?

Assolutamente no. Il pregiudizio che accompagna il Texas Hold ‘em è dovuto a ipocrisia. In questo sport il rischio è calcolato. Cioè si entra con un tot di denaro, ma se si esce dal gioco non si può rientrare, con il rischio di dilapidare tutti i propri averi. Per questa e altre ragioni prende il nome di poker sportivo.

Posted in AttualitàComments (0)

La Betitaly Volley Maglie pronta per l’esordio


Chiusa la presentazione nell’aula consiliare del Comune di Maglie, la Betitaly si tuffa nel clima campionato. Sabato 15 ottobre alle 19, al palazzetto dello sport “Fernando Lapalorcia” si presenterà il Pescara per l’esordio di questo campionato nazionale di B2 che, da traguardo raggiunto lo scorso maggio, si è già trasformato in una nuova partenza. Mister Tonino Solombrino prosegue con gli allenamenti affinché le atlete siano al meglio sin dalla prima giornata: quando si è neopromosse in un campionato nazionale così prestigioso, qual è il caso della Betitaly Volley Maglie, il timore potrebbe far tremare le ginocchia. L’ottimo lavoro fatto sul mercato dalla dirigenza sembra scongiurare questo rischio, ma potrà essere solo il campo a dire l’ultima parola. E non solo il campo di casa, dove si potrebbe costruire una tranquilla salvezza: il salto di categoria va fatto sopratutto fuori casa, dove è più difficile fare punti e dove, come si suol dire, “valgono doppio”. La curiosità dell’incontro, lo scontro tra le sorelle Di Martile, con la maggiore accasatasi a Maglie, e la minore a Pescara. In tutto questo, come detto all’inizio, questa settimana c’è stato anche il tempo per la presentazione ufficiale della compagine ai tifosi. Questi ultimi hanno dato una buona risposta, non facendo mancare l’apporto durante la giornata di festa. Adesso sarà il gruppo salentino a dover rispondere al meglio, ricambiando la fiducia dei tifosi con le vittorie, magari sin dalla prima giornata. Nn si è avuta molta fortuna nel pescare l’avversaria d’esordio, il Pescara è tra le più ostiche, ma il fattore campo, mai come stavolta, potrà essere determinante.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie si presenta ai tifosi


Fissato per il 9 ottobre il gran giorno, quello della presentazione ufficiale del team Betitaly Volley Maglie. Appena sei giorni prima dell’inizio del campionato, si terrà infatti una presentazione in grande stile nell’aula consiliare del Comune di Maglie. Non è il primo anno che la squadra magliese saluta in questo modo l’anno sportivo, per un appuntamento ormai consolidato coi tifosi. Dalle ore 11,30 sarà possibile salutare e interagire con le atlete della Betitaly, fresche di promozione nel campionato nazionale di B2, e che vuole, fin dalla prima giornata del 15 ottobre, legittimare il successo ottenuto lo scorso anno. Presenti tutti gli elementi del team, partendo dall’acquisto di assoluto spessore, Rosa Maria Hechavarria, a tutte le altre. Per il gruppo, però, sarà solo una parentesi tra un allenamento e un altro, è dai primi giorni di settembre, infatti, che le ragazze di mister Tonino Solombrino si stanno allenando per amalgamare al meglio i nuovi elementi con il gruppo “storico”. Se da un lato la società presieduta da Gigi Macagnano non fa proclami, dall’altro sta lavorando per togliersi grosse soddisfazioni, magari anche in trasferta. Il salto di categoria porterà non semplicemente avversari più ostici rispetto al recente passato, ma trasferte su campi più distanti. Se per una squadra rodata questo non dà problemi, per la cenerentola della B2 potrebbe portare a trasferte giocate con molta stanchezza addosso. E perdere punti per strada, si sa, può costare molto alla fine del campionato.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+