Tag Archive | "Danilo Bassi"

A Maglie la Toma affonda, Danilo Bassi perde l’imbattibilità interna


Lo stadio Tamborino Frisari è stato violato dopo più di un anno di imbattibilità, grazie alla Libertas Noicattaro che vince a Maglie 2-0. Con la debacle della scorsa settimana, siamo a due sconfitte consecutive, che la Toma Maglie non aveva mai inanellato in questa stagione. I padroni di casa non hanno affrontato al meglio il match, con i pericoli maggiori dalla parte della difesa magliese: Danilo Bassi nella prima frazione di gioco ha dovuto fare gli straordinari, evitando la rete che avrebbe fermato il suo record d’imbattibilità interno, che ha ormai superato quota mille minuti. Il tecnico Sergio Volturo ha cercato di correre ai ripari nella ripresa, senza grossi risultati dato che la Toma Maglie non ha preso le redini del gioco. La pressione nella metà campo casalinga è stata fatale quando De Santis ha realizzato lo 0-1 direttamente su punizione, ammutolendo i numerosi tifosi che assiepavano gli spalti. Con l’imbattibilità di Bassi interrotta a 1090 minuti, il Maglie ha provato a rimettere in sesto almeno la partita, ma gli ospiti non si sono fatti scappare l’occasione del colpaccio, siglando lo 0-2 finale con Caracciolese. Al di là di record infranti e serie negative, ciò che più fa riflettere è contro quali compagini queste sconfitte sono arrivate: in 7 giorni, subìto il 2-1 a Tricase e il 2-0 contro il Noicattaro. Ebbene, sia la squadra di Tricase che quella barese in classifica non sono messi benissimo, per usare un eufemismo: la prima era penultima prima di affrontare il Maglie, e la seconda con questi 3 punti è riuscita appena a uscire dalla zona playout. Lo stesso Maglie contro avversarie ben più quotate era uscita vittoriosa, mettendo in cascina punti che valevano doppio data la posizione in classifica. Proprio quella classifica che ha visto il Maglie uscire dalla zona playoff dopo la sconfitta casalinga, e le contemporanee vittorie dell’Atletico Corato e del Racale. Con questi ultimi era arrivato il pareggio esterno, il Corato ospiterà la prossima settimana proprio il Maglie.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Primo stop del campionato per il Toma Maglie


È un Toma Maglie a corrente alterna, quello di questo campionato. Si passa da una convincente vittoria interna a una sconfitta, seppur per 1-0, contro una compagine che non aveva ancora vinto in questa stagione. La sfida della terza giornata tra Bisceglie e Toma Maglie vedeva due team già con qualche numero degno di nota: da una parte 0 vittorie e 0 reti fatte da parte dei padroni di casa, dall’altra 0 sconfitte e 0 reti subite per gli ospiti. Il campo però, sin dalle prime battute, ha mostrato ben altro: la squadra di mister Sergio Volturo ha dovuto lottare su ogni pallone, mentre al Bisceglie riusciva tutto facile. Già dal nono minuto la difesa magliese ha dovuto fare gli straordinari, ma la prontezza del portiere Danilo Bassi, sempre tra i migliori, ha sventato numerosi pericoli. Ci hanno provato Di Rito, Moscelli, Logrieco, Martinelli, ma nessuno è riuscito a sbloccare il risultato. Gli ospiti hanno avuto una reazione a metà primo tempo, ma il pallino del gioco è rimasto al Bisceglie. La seconda frazione si è aperta sulla stessa falsariga, ma a quel punto il timore di un nuovo 0-0, dopo quello della gara d’esordio, ha fatto tremare le gambe dei calciatori locali. A quel punto, con il Toma Maglie che ricominciava a sperare, sono arrivate tre provvidenziali sostituzioni ordinate dall’allenatore del Bisceglie Giorgio De Trizio, che di fatto hanno deciso le sorti dell’incontro. Di nuovo in attacco con rinnovato vigore, è stata questione di tempo il trovare lo spazio giusto. Al 77’, infatti, l’arbitro Loprete ha fischiato un rigore per un atterramento in area di Palazzo, neo entrato. Un minuto più tardi Moscelli ha trasformato il penalty spiazzando Bassi, ma poi ha visto il cartellino rosso per la troppa esultanza e per la somma di ammonizioni. Con un uomo in più, gli ospiti hanno cominciato a pressare, ma a nulla sono valsi gli assalti alla ricerca del pareggio. Si ripartirà domenica prossima, davanti al pubblico magliese che non si è potuto recare a Bisceglie per l’ordinanza del prefetto di Barletta-Andria-Trani, autore di un divieto di accesso allo stadio per la tifoseria ospite. Dopo lo stadio chiuso un’altra marcia in più che potrebbe portare la sperata inversione di tendenza.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Buona la prima, il Toma Maglie vince all’esordio interno


I tifosi del Toma Maglie si aspettavano una vittoria, dall’esordio interno nel campionato 2010/2011 di Eccellenza, e così è stato. La rete rifilata al Calcio Fasano è bastata, per gli uomini di mister Sergio Volturo, per avere ragione di una squadra venuta a Maglie per restare a punteggio pieno dopo la vittoria nella prima gara di campionato. Ma il sorpasso, alla fine dei 90 minuti, è stato meritato dai padroni di casa, che hanno tenuto il pallino del gioco, lasciando agli ospiti il contropiede. Contropiede che poteva anche far male, in più di un’occasione, ma Danilo Bassi, con i suoi interventi tra i pali, ha messo al sicuro l’imbattibilità interna. Moreno, Di Santantonio e Martalò sono stati tra i calciatori ad avere le occasioni propizie, nell’arco del primo tempo. Dall’altro lato, Ventura e Dell’Oglio hanno scaldato le mani del portiere e messo più di un brivido addosso ai sostenitori del Toma, presenti sugli spalti. Ma, come detto, a macinare più gioco sono stati i padroni di casa. Al 40’, l’argentino Cesar Gonzales riesce a concretizzare l’ennesima occasione, superando il pur bravo portiere Lacirignola. Dopo il riposo, per un risentimento muscolare e un cambio tattico, il Maglie cambia ancora di più il volto (già l’undici iniziale presentava quattro volti nuovi rispetto alla scorsa settimana), e il Fasano prova ad approfittarne, spostando con i cambi l’asse della squadra più in attacco. Nulla da fare, nonostante il forcing a portare a casa tre importantissimi punti è la squadra del presidente Cosimo Prete, che può adesso guardare al futuro con più fiducia. Il tecnico del Fasano, Vito Olive, però si aspettava di più. “Sulla prestazione – ha commentato – non posso rimproverare nulla ai ragazzi, perché anche oggi hanno dimostrato di essere vivi, ben organizzati e di potersi giocare la partita sino alla fine con chiunque. Resta il rammarico di non aver preso punti, ma dobbiamo subito voltare pagina e pensare alla prossima partita”.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+