Tag Archive | "Fabio Tolledi"

Al Teatro Paisello “Lettere dalla Resistenza”


A partire da martedì 1 maggio, occasione della Festa dei Lavoratori, Astragali Teatro, in collaborazione con Libera, propone una settimana dedicata al teatro civile che si aprirà con “Lettere dalla Resistenza”.

Il primo appuntamento, che avrà inizio alle 21 al Teatro Paisiello di Lecce, vuole rendere omaggio alla festa del lavoro e ai lavoratori ma anche alla recente ricorrenza della festa di Liberazione, in quanto le due cose, ad un occhio attento come quello di chi si nutre di teatro, appaiono correre sullo stesso binario.

Nel corso della serata si potrà assistere alla proiezione di immagini, ai canti del lavoro e della lotta partigiana – che saranno curati da Fabio Tolledi, regista e direttore artistico di Astràgali, mentre le elaborazioni musicali saranno eseguite dal vivo da Gaetano Fidanza.

“Il lavoro sonoro, visuale e musicale della serata si snoderà lungo un percorso di letture a cura degli attori di Astràgali che oltre ad una selezione di lettere della Resistenza italiana eseguiranno alcuni frammenti tratti dalle raccolte di autori e poeti contemporanei, fino alle testimonianze della resistenza siriana in corso”.

Il parallelo tra vecchia (ma pur sempre attualissima) e nuova resistenza appare doveroso, soprattutto se si pensa al frangente temporale che stiamo vivendo, in cui le aree di conflitto si fanno sempre più prossime al Mediterraneo. Dopo la Primavera Araba e dopo la caduta di alcuni tra i più longevi regimi dittatoriali, a due passi dall’Italia, Astragali Teatro dimostra ancora una volta il valore della sua ricerca intrecciata a tematiche culturali e sociali di primaria importanza.

Gianluca Conte

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Al Teatro Paisiello di Lecce va in scena “Iro kotoba miburi”


“Iro kotoba miburi. Un pittore, un poeta” è il nome scelto per la performance poetico-visuale con Guglielmo Scozzi e Fabio Tolledi, in scena, al Paisiello di Lecce, giovedì 19 aprile alle ore 21.

Iro kotoba miburi, sarebbe a dire gesto, colore, suono che Scozzi e Tolledi metteranno in scena, e nell’azione performativa il gesto diventerà colore, la parola sarà suono. Un’esperienza davvero unica, la cui essenza si può trovare nel ‘qui e ora’, nell’ “esserci in questo spazio, in questo tempo.
Un tempo che diviene flusso, accadimento unico per lo sguardo”.

A partire dalle sperimentazioni del Futurismo, passando per quelle del Dadaismo, del Surrealismo, dell’azione pittorica per arrivare a movimenti di forte innovazione come Fluxus, l’esperienza performativa dà vita a una forma di intendere l’arte del tutto inedita, rappresentando, non di rado, il trait d’union tra forme artistiche convenzionali e nuove tendenze creative in cui sembra attuarsi un vero e proprio melting pot culturale, ricco di contaminazioni e suggestioni diversificate.

In questa performance il poeta lascerà la terra della scrittura, troppe volte confinata negli stretti recinti del popolo dei lettori, e l’artista visivo abbandonerà il piccolo rettangolo della tela, in cui vigono – non fosse altro che per una questione spaziale – norme circoscritte. Entrambi gli attori di questa esperienza cercheranno di incrociare le proprie rispettive arti per intraprendere un cammino comune in cui la vita diverrà un tutt’uno con l’arte stessa.

Gianluca Conte

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Con Astragali anche Lecce festeggia la Giornata del Teatro


Martedì 27 marzo si celebra la “50esima Giornata del Teatro”, vissuta in tutto il mondo come una vera e propria festa del e per il teatro.

L’evento, promosso dall’International Theatre Institute – Unesco, vede la partecipazione incondizionata non solo di coloro i quali vivono il teatro come esperienza quotidiana, ma anche degli amanti di questo grande scrigno culturale.

A Lecce, la Giornata avrà inizio alle 18, presso la sede di Astragali Teatro, con una discussione sul tema “Il teatro, la guerra”. Relatore sarà Fabio Tolledi, presidente ITI Italia, direttore artistico e regista di Astragali.

L’appuntamento proseguirà alle 21 con lettura del Messaggio di John Malkovich, per poi terminare con lo spettacolo Lysistrata, primo studio sull’oscenità del potere, che ha già riscosso grande approvazione per le precedenti rappresentazioni.

Liberamente ispirata all’omonima commedia di Aristofane , Lysistrata – letteralmente “colei che scioglie gli eserciti” – per la regia di Fabio Tolledi, con riscrittura dello stesso regista e di Benedetta Zaccarello (CNRS di Parigi), ha il suo punto fermo nel ripudio della guerra grazie alla forza e all’azione delle donne, con quello che passerà alla storia come lo “sciopero del sesso”.

“Il lavoro è il primo momento di una ricerca sulla relazione tra potere, oscenità, riso e sulle origini di un teatro strettamente connesso al komos, parte importante del rituale dionisiaco in quell’origine lontana in cui tragedia e commedia erano ancora una nebulosa indistinta di feste, rituali, danze.
Lysistrata è uno spettacolo comico perché ‘la tragedia commuove, emoziona ma la commedia turba e perturba costantemente il senso’. E’ Uno spettacolo che guarda la vita, la nuda vita, e la sua ‘oscenità insostenibile’. Uno spettacolo che, muovendo da un testo della classicità greca, si interroga, e interroga gli spettatori, su questioni cruciali come il pudore, la vergogna, la carnalità, il corpo nudo”.

Gianluca Conte

Posted in CulturaComments (0)

Al Teatro Paisiello “Divenire animale” di Astragali Teatro


“Divenire animale” pone un punto interrogativo sulla sorte della ‘forma-città’ e della forma-stato e spinge a una riflessione sulle tipologie del politico, sull’azione del potere e, cosa che sicuramente non costituisce un’eccezione per la letteratura antica, sulla relazione tra l’animale e l’umano.

“Che questa interrogazione e questa domanda si attuino nella forma della commedia, di un riso lacerante, della battuta greve, dell’allusione evidente, della sconcezza, conferma ancora una volta il nesso tra riso-potere-oscenità già presente in Lysistrata. Primo studio sull’oscenità del potere”.

E se nelle note di regia di Lysistrata si poteva leggere “Partire dal comico, dalla risata, dalla commedia. Muoversi nel terreno incerto della pancia, del bordo, dentro e fuori, origine del mondo, luogo dove si intrecciano piacere e vita”, Divenire animale va a scavare a fondo, con altre domande cruciali, insieme a Baudrillard, nella relazione tra polis-politica-polizia che rappresenta la politeia. “Esiste una prospettiva disancorata dalla polis, dalla politeia, esiste una dimensione disancorata dalla costruzione del muro, una dimensione in cui la vita si dia umana al di fuori delle forme della polis?
Si può divenire animali in una prospettiva non umana, scevra dall’addomesticamento (Deleuze), dall’assoggettamento e dal consumo?”.

Se da un lato gli argomenti sembrano pressanti, chiamando in causa alcune tra le inevitabili contraddizioni del mondo odierno, dall’altro il lavoro degli attori in scena è sottile, l’azione vuole essere semplice ed essenziale, i corpi danzano, si librano, sono “corpi che non recitano ma parlano parole, in una ricerca d’attore dove è possibile, per ognuno, praticare il suono presso il proprio senso”.
Divenire animale, prima scrittura di una commedia per Fabio Tolledi da Uccelli di Aristofane e Attar, si avvale della consulenza filosofica di Benedetta Zaccarello e delle musiche di Canio Fidanza e Gaetano Fidanza.

Gianluca Conte

Posted in CulturaComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+