Tag Archive | "Libertas Aversa"

La Betitaly Volley Maglie vince facile contro il fanalino di coda


Sulla carta le favoritissime erano le padrone di casa magliesi, e così è stato: contro la Libertas Aversa è arrivata la vittoria 3-0, il che non solo tiene la Betitaly in corsa per la promozione, ma potrebbe anche portarla in seconda posizione se nella prossima sfida di campionato, anch’essa al Palabetitaly, dovesse arrivare l’ennesima vittoria. La partita, rimandata due settimane fa per la neve, sin dall’inizio si mette bene per le salentine, che vincono il primo set 25-16: ottimo il lavoro di Mara Di Martile e tutte le altre, sempre attive per non correre rischi inutili. La vittoria è stata praticamente decisa sul secondo set, quando cioè le ospiti casertane hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo per rimettere in sesto l’incontro, incontrando un muro e perdendo 25-17. C’è da dire che, nonostante i numerosi infortuni che hanno falcidiato il gruppo di mister Tonino Solombrino, la differenza tra i due collettivi era comunque nettissima. Il terzo set ha forse visto le salentine “sedersi”, sentendo già al sicuro la vittoria, con le campane che hanno sfiorato la vittoria del parziale, arrendendosi 25-22. Se questa rappresentativa della Campania non poteva impensierire la Betitaly, altro discorso è la capolista Gricignano, anch’essa della provincia di Caserta, con il quale potrebbe innescarsi un finale di stagione al cardiopalmo.
Sfruttando al meglio gli scontri diretti e con un passo falso delle campane, potrebbero arrivare non solo i playoff, obiettivo ormai acclarato per il team del presidente Gigi Macagnano, ma addirittura la promozione diretta, e sarebbe la seconda consecutiva. Alla vigilia, da cenerentola, non molti tifosi si sarebbero aspettati questa svolta, ma la società ha saputo lavorare bene, con gli ultimi acquisti di peso che la mettono di diritto tra le favorite per il salto in serie B1.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie vince il derby pugliese


In attesa del recupero della quindicesima giornata di B2, quando a Maglie verrà quella Libertas Aversa che due domeniche fa non è riuscita a raggiungere il Salento causa neve, la Betitaly macina altro gioco e fa sua l’undicesima vittoria su 15 incontri disputati. L’Acqua Amata Turi ha giocato il tutto per tutto, cercando di strappare agli ospiti una vittoria che sulla carta sembrava già del Maglie, ma a fare la differenza, la determinazione delle ragazze di mister Tonino Solombrino al tie break. Andando con ordine, il Maglie perde l’ennesimo primo set, un 25-15 che fa partire decisamente male il derby pugliese di B2. Ma la squadra di Gigi Macagnano riesce a riprendersi prima di lasciare alle valenti avversarie anche il secondo set: con i parziali di 25-22 e 25-20 si porta sul 2-1, mettendo al sicuro almeno un punto. Nonostante questa tranquillità, non riesce ad arginare l’assalto disperato delle padrone di casa, che riescono a giocare alla pari il quarto set, spuntandola per 25-21. Davvero molto brave, ma dovrebbe essere anche la Betitaly a fare mea culpa. Cosa che in effetti accade, e al momento decisivo, al tie break del quinto set, le salentine, trascinate da Neire Scupola, Stefania Gatto e Alessandra Labate, vincono con un perentorio 15-7 che fissa il finale sul 3-2. Da notare il buon esordio di Alessandra Labate, sfumato lo scorso turno per i problemi procurati dalla neve: la giocatrice ha fatto valere le sue doti nei momenti più opportuni, mostrando di poter essere utilissima alla causa, amalgamandosi bene col gruppo che sta già dando molte soddisfazioni ai tifosi. E proprio dei tifosi parla il presidente Gigi Macagnano: “Forse siamo l’unico team di B2 ad avere l’apporto dei tifosi su qualsiasi campo. Un plauso va a loro, presenti dappertutto e sempre pronti a incitare la squadra.” Il prossimo turno, come detto, vedrà il recupero della sfida con la Libertas Aversa, fanalino di coda, e sarà la prima di due partite al Palabetitaly: con il bottino pieno nel doppio appuntamento interno, la lotta playoff potrebbe entrare nel vivo.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Betitaly Volley Maglie, il campionato si ferma per neve


I tifosi della Betitaly Volley Maglie hanno atteso fino alla fine, ma si sono dovuti arrendere alle decisioni della federazione e al maltempo. Molte squadre per spostarsi in trasferta avrebbero dovuto passare per l’A 14, che all’altezza di Avellino è stata chiusa per il maltempo. A poca distanza dall’autostrada le automobili parcheggiate sono state sommerse dalla neve nell’arco della notte precedente le partite di B2, lo stop al campionato era nell’aria e si è concretizzato quando la Libertas Aversa, insieme a molte altre squadre, ha comunicato che non sarebbe riuscita ad arrivare sul campo. La quindicesima giornata del girone H di serie B2 è stata così posticipata al 18 febbraio, data in cui inizialmente avrebbe dovuto esserci un turno di riposo. Le ragazze di mister Tonino Solombrino avevano grossissime aspettative proprio sui match di questa giornata: tutte le prime tre in classifica avrebbero infatti dovuto affrontare trasferte insidiose, mentre la Betitaly era attesa in casa contro il fanalino di coda dell’Aversa. A questo va aggiunto che Alessandra Labate, pezzo da novanta acquistato poche settimane fa e proveniente direttamente dall’A2, sarebbe scesa in campo per il debutto con la casacca magliese. Si attendeva insomma il pubblico della grandi occasioni, con un occhio su New Volley Gricignano, Dannunziana Pescara (battuta dal Maglie proprio la settimana scorsa) ed Elencosi Livi Potenza: uno scivolone da parte di questi team avrebbe spianato la strada alla squadra del presidente Gigi Macagnano. La corsa ai playoff però potrebbe essere solo rimandata: domenica prossima si farà visita all’Acqua Amata Turi, in provincia di Bari, e con una vittoria, l’ennesima in trasferta, il recupero della quindicesima giornata potrebbe portare ancora più soddisfazioni.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

La Betitaly Volley Maglie vince ad Aversa


Primo sorriso del campionato per la Betitaly. Ad Aversa il Maglie batte i padroni di casa per 3-2, al termine di una maratone di due ore e mezza.

Cinque set combattutissimi e una partita decisa punto a punto sul quinto e ultimo set. Due punti alle atlete di mister Tonino Solombrino, che allungano in classifica. Anche per l’Aversa ci sono lati positivi: il punto conquistato li sblocca dal fastidioso 0 della casella punti. Di fronte due team accomunati dall’essere neopromossi in B2, e si è visto in campo, con la grinta di chi non ha nulla da perdere. Match molto godibile e ben combattuto da ognuna delle ragazze in campo, con il primo set che finisce agli ospiti. Sembra il preludio di un successo, ma sul terreno di gioco del PalaJacazzi i padroni di casa, spinti da un pubblico calorosissimo, porta a casa il secondo e il terzo set. 2- 1 e i campani possono festeggiare? No, perché, messo alle strette, il team salentino esce fuori e alla distanza batte i casertani con due set giocati senza sbavature. La vittoria significa molto per la squadra del presidente Gigi Macagnano, ma anche il punto conquistato dall’Aversa non è da poco. L’Aversa è infatti arrivato al match della seconda giornata di campionato dopo una settimana a dir poco turbolenta: dopo la presentazione in pompa magna, nel cui gruppo figurava l’allenatore Nappa, la debacle della prima giornata ha convinto la dirigenza a un cambio sulla panchina. Coach Loparco ha avuto pochi giorni per conoscere il gruppo, la buona prestazione per ora è tutto ciò a cui poteva aspirare. Dall’altra parte, un Maglie vincente potrà affrontare le prossime partite con la convinzione di potersela giocare alla pari quasi con tutte le squadre e su tutti i campi.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+