Tag Archive | "luminarie"

Scorrano, torna la festa per la santa della luce


È la festa più attesa a Scorrano, per certi versi in tutto il Salento. Perché la festa di santa Domenica non è una festa patronale, ma la festa patronale per eccellenza. È tutto pronto per l’edizione di quest’anno, le tre ditte di luminarie, De Cagna, Lucio Mariano e Massimo Mariano stanno sfoderando il meglio del meglio per la devozione che gli scorranesi riversano nei confronti della santa, dal Colosseo al Tower Bridge, passando attraverso delle forme geometriche alte decine di metri dal suolo. E una voce splendida a coronare l’accensione, quella di Claudia Casciaro, la cantante dalla voce nera di Marittima, che ha fatto sognare il Salento nell’ultima edizione di Amici.

I festeggiamenti civili, con relative luminarie e fuochi d’artificio si terranno il 5, 6, 7, e 8 luglio. Pare che siano già tantissime le prenotazioni nelle strutture ricettive di Scorrano e paesi limitrofi per assistere allo spettacolo di luce e fede, e i visitatori provengono da tutto il mondo. Tuttavia, occhi puntati soprattutto sui gemellati calabresi di Pentone, gemellati appunto per la loro caratteristica delle luminere, un altro spettacolo tradizionale di luce, che giungeranno nel paese di santa Domenica con un paio di pullman, a far compagnia a coreani, giapponesi, statunitensi, e così via, ma soprattutto ai salentini che vengono da tutti i paesi della provincia di Lecce per la suggestione di queste luci, che da qualche anno strizzano anche l’occhio all’ambiente: prende infatti sempre più piede l’usanza di realizzare le luminarie al led, una tecnologia che consente un notevole risparmio di energia elettrica.

Posted in CulturaComments (0)

Le luminarie salentine, a firma di De Cagna, sbarcano a Gerusalemme


Ancora un altro tassello da aggiungere nella già importante lista di opere prodotte dalla Lcdc – Luminarie Cesario De Cagna di Giuseppe De Cagna e Fratelli, un’azienda tutta salentina. Sono tanti i successi che vengono “esportati” e ammirati in tutto il mondo, come la Torre di Pisa, il Tunnel Spazio Temporale (ideale riferimento al Ponte di Einstein-Rosen), la Cupola e la fantasmagorica Torre Eiffel, diventando così la “bandiera” e il “fiore all’occhiello” della suddetta azienda. Ultima in ordine di tempo è la grande Cupola che è stata presentata ufficialmente nel corso della festa in onore di Santa Domenica a Scorrano nel 2008, e ora si trova al Jerusalem Light Festival. A Gerusalemme, infatti, dal 4 al 16 Giugno 2012 artisti e scultori della luce provenienti da tutto il mondo si incontrano per illuminare e trasformare antichi siti ed edifici che circondano la Città Vecchia in un magnifico scenario di luce, arte e musica. Spettacoli e rappresentazioni si terranno anche nelle vie adiacenti e lungo il famoso Cardo Bizantino. Nelle precedenti edizioni il Festival ha attirato oltre 250.000 visitatori, offrendo loro uno
spettacolo senza pari. Si tratta di un momento speciale per gli artisti che anche quest’anno daranno forma a statue, installazioni, performance e spettacoli di luce.
L’azienda salentina non finisce mai di stupire con meravigliose strutture e allestimenti complessi e mai banali che fanno impazzire tutto il mondo, catturando l’attenzione non solo dei media nazionali, ma anche e soprattutto di quelli stranieri, meravigliati da tanta maestria, professionalità e passione. Così come tutte le strutture e le tecniche di realizzazione adoperate dalla ditta De Cagna divengono sempre più ingegnose e rivoluzionarie, anche lo spunto per l’ideazione di nuovi progetti risulta proiettato al futuro, non solo per l’ utilizzo di una luce pulita e moderna, ma soprattutto grazie all’inventiva degli artisti De Cagna che non smettono mai di sorprendere, lasciando spazio a grandi imprese d’inverosimile esecuzione. E la grande Cupola racchiude in sé tutto questo, un’esecuzione che traccia indubbiamente la storia delle luminarie salentine dove tradizione e innovazione si fondono per regalare emozioni e piacevoli ricordi. Per questo rappresenta ufficialmente il “Made in Italy”, ma soprattutto il “Made in Salento” in tutto il mondo.

Alessandro Conte

Posted in AttualitàComments (0)

Scorrano, il comitato Santa Domenica gemellato con la Pro Loco di Pentone


A volte, le tradizioni popolari si assomigliano e presentano dei punti in comune. Questo diventa spesso, con risultati notevoli, ragione di unioni felici tra centri che hanno queste caratteristiche. È accaduto a Scorrano e Pentone, in provincia di Catanzaro, che condividono una tradizione popolare fondata sulla luce: comitato di Santa Domenica e Pro Loco si sono gemellate nel nome della luce. A Scorrano, come in tutto il mondo sanno, le luminarie costituiscono un’attrazione che rappresenta un volano per l’economia locale. Tuttavia, quando si guardano le luminarie si avverte ben altro: si avverte quello che i nostri nonni e bisnonni hanno pensato, ossia cercare di migliorare per qualche giorno i nostri paesi, rompendo la prospettiva e avvolgendoli in un’altra luce. Se a questo poi si aggiunge il sentimento religioso, che a Scorrano è particolarmente avvertito nel caso della santa patrona, le luminarie non sono un fenomeno meramente economico, ma di costume a tuttotondo. A Pentone invece ci sono le luminere, che anticamente venivano utilizzate per scambiarsi dei messaggi e annunciare buone notizie, ma oggi anche lì servono per alimentare il sentimento religioso: le luminere sono fili che portano delle palline cui viene dato fuoco e che ardono tutta la notte. Grazie al gemellaggio realizzato, una delegazione di Pentone sarà a Scorrano in visita in occasione della prossima festa di santa Domenica, e i due comuni hanno realizzato un calendario insieme con vedute suggestive di entrambi i luoghi.

Posted in AttualitàComments (0)

Santa Domenica, a Scorrano si fa festa con luci e suggestioni. Ed Emma Marrone


Cinque giorni per festeggiare la santa della luce, santa Domenica. Si tiene in questi giorni, e fino al 10 luglio, la festa patronale di Scorrano, tra luminarie meravigliose che tutto il mondo apprezza, tra cui la favolosa Tour Eiffel realizzata dalla ditta De Cagna, che campeggia quest’anno in piazza Vittorio Emanuele. Accanto alle luminarie, che romperanno tutte le idee prospettiche del paese formando nuove strade temporanee di luce, sarà rinnovata anche un’altra importante tradizione, quella della gara pirotecnica, negli ultimi anni arricchita da uno spettacolo piromusicale. Si è iniziato oggi con il pranzo della vigilia, aperto a forestieri, parenti e amici, con la preparazione del castrato e delle polpette di patate, ma il clou religioso-tradizionale si raggiunge il 6 luglio con la processione per le strade della città con il simulacro della santa. Tra gli eventi che caratterizzeranno maggiormente quest’edizione c’è il concerto, l’8 luglio, di Emma Marrone, che allieterà tutti con la sua splendida voce. La festa di santa Domenica rappresenta per Scorrano non soltanto un fatto di sentitissima devozione, ma una grande vetrina per le attività produttive, in particolare per le ditte di luminarie, che girano tutto il mondo, periodicamente, per diffondere la propria arte di luce. La festa patronale, infatti, richiama molti turisti da tutta Italia: un’occasione unica, per il Salento, per dimostrare di possedere non solo, come vuole il luogo comune, sole, mare, vento.

Posted in Eventi e Spettacoli, TurismoComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+