Tag Archive | "Paolo Ricciardi"

Papa a Otranto 31 anni fa: spazio ai ricordi


Trentuno anni fa, come oggi, Papa Giovanni Paolo II fece visita al popolo otrantino nel cinquecentesimo anniversario dell’uccisione degli 813 Martiri idruntini. Ed è in un giorno così significativo che riaffiorano i ricordi nella mente di chi ha vissuto quella giornata. A chiarire l’aspetto organizzativo ci ha pensato Totò Miggiano, all’epoca sindaco della cittadina, in un’intervista pubblicata qualche mese fa sul nostro sito. “L’entusiasmo per la venuta del papa sopperì alle prime difficoltà – spiega – Il prefetto Coccia si mise le mani nei capelli, ripetendo il papa, il papa, ma voi siete pazzi, per il fatto che l’unica strada per il collegamento è la Otranto-Maglie. Studiando la situazione individuammo un sito, dove oggi sorge la croce, che è il Parco dei Martiri. La signorina Starace mise spontaneamente a disposizione i terreni. Gli operai della ditta Sacea presero l’impegno di costruire il palco e lavorarono anche tutta la notte della vigilia per creare i percorsi per i disabili”. Chi, invece, si occupò della gestione sanitaria fu il medico Francesco Carrozzini. “Si cercò – racconta – la disponibilità di tutti gli ospedali. Innanzitutto con l’ospedale di Maglie, poi con quelli di Poggiardo, Galatina, Scorrano, Gallipoli, Tricase, Casarano e naturalmente quello di Lecce, per i casi più complessi. L’organizzazione poggiava su dei punti fissi, quali l’ambulatorio del comune di Otranto, ubicato sotto i portici, il poliambulatorio che si trovava dove oggi sorge il Banco di Napoli e in più, postazioni mobili e alcune tende presso la croce del papa. Le ambulanze a disposizione furono circa dieci tra Otranto, Maglie e Poggiardo con relativo staff medico a bordo. E furono messe a disposizione anche le ambulanze dell’Aeronautica Militare. Furono approntate una serie di misure, soprattutto nel calcolare le strade migliori per raggiungere in tempi brevi gli ospedali di primo intervento, vale a dire Maglie e Poggiardo. Ricordo che il professore Benegiamo, primario chirurgo dell’ospedale di Casarano, diede un grande aiuto sul posto. Eravamo più di cento persone, pronte a intervenire, come successe, in caso di svenimenti, collassi e altri malori di lieve entità. Sotto questo punto di vista non furono registrati incidenti gravi. Ѐ da sottolineare come il personale era tutto volontario, non fu speso nulla per pagare medici o infermieri. Anzi, le richieste pervenute furono maggiori e si dovette procedere a una selezione. Ogni ospedale ha donato quello che ha potuto, anche in termini di materiale. Fu un’emozione incontrare il papa. Una persona con una simpatia e una capacità comunicativa fuori dall’ordinario. Ci mise subito a nostro agio. Non si sentiva affatto la distanza che normalmente si immagina. L’incontro con il papa lo considero l’evento più bello che mi sia mai capitato”. E queste parole sono state accompagnate dagli occhi lucidi e pieni di commozione. Per quanto riguarda l’incontro con i giovani, la testimonianza arriva da Paolo Ricciardi, dell’Hotel Bellavista di Otranto. “Come giovani dell’azione cattolica – dice – ci attivammo subito per offrire qualcosa che poteva interessare il pontefice. Quindi, partendo dalla nostra cultura e dalle nostre tradizioni, impostammo un programma ristrettissimo, con canti e danze popolari tra cui “Lu rusciu de lu mare”. E ricordo come questo aspetto impressionò positivamente sua santità”. Tra i momenti più importanti dell’incontro presso il palco nel Parco dei Martiri, è da ricordare l’offerta fatta da due pescatori. Uno di questi era Cosimo Cantoro, oggi novantaquattrenne, che ricorda, con estrema commozione, il momento della consegna del pesce pescato. “Mi avvicinai al Papa – afferma Cosimo – e con il cuore pieno di gioia e una forte emozione, mi inginocchiai baciandogli l’anello”.

Alessandro Conte

Posted in AttualitàComments (0)

A Otranto “Libri in scena”: tanti gli incontri con l’autore


Torna a Otranto “Libri in scena”, il festival dedicato ai lettori, dai più grandi ai più piccoli, che dal 15 al 17 luglio farà della cultura la protagonista della città dei Martiri. Una manifestazione organizzata dall’associazione Art’etica in collaborazione con il Comune di Otranto, che, giunta alla sua seconda edizione, si propone di aprire una finestra sul mondo letterario locale, dando spazio ai libri così come agli autori e agli editori. E Otranto, nel cuore del suo fitto cartellone di eventi estivi, lascia un ampio spazio alla cultura, con uno stand allestito a porta Alfonsina e i libri di diverse case editrici, incontri con gli autori e spettacoli musicali e teatrali. Dando modo ai visitatori di scovare un buon testo e di degustare i prodotti tipici della zona idruntina grazie all’allestimento di una vera e propria “oasi del gusto” che con i suoi profumi riempirà i vicoli del centro storico della città. Si partirà venerdì 15 luglio alle 20,30, a porta Alfonsina, con un accento sulla tradizione culinaria italiana attraverso un excursus sui migliori ristoranti dello Stivale grazie alla presentazione della “Guida ai ristoranti 2011” di Davide Paolini. Si proseguirà con la presentazione a cura di Lucia Schinzano del libro-testimonianza di Laura Boldrini dal titolo “Tutti indietro”, edito da Rizzoli nel quale la giornalista racconta storie di uomini e donne in fuga a causa dell’emergenza emigrazione, tema a cui l’autrice ha dedicato tutta la sua vita professionale. A chiudere la serata sarà il sindaco Luciano Cariddi, che consegnerà un riconoscimento alle donne otrantine che si sono distinte per impegno e solidarietà negli anni nei confronti dell’emergenza migratoria. Il 16 luglio, dopo la presentazione di “Opere pie e asili infantili nell’Arcidio” di Paolo Ricciardi, si lascerà ampio spazio alle case editrici locali prima con la presentazione di “Io accuso” di Marco Antonacci, edito da Lupo Editore, e poi con quella di “Il tempo che ci vuole” di Francesca Palumbo, edito da Besa, intervallati dalla presentazione di “Come sabbia nel vento” di Sonia Raule, edito da Sperling.

Il 17 luglio, giorno di chiusura della manifestazione, si partirà alle 20,30 con la presentazione de “L’istinto del pane” edito da Perrore Lab, scritto della giornalista e fotografa Annalisa Fantini, cui seguirà la presentazione del libro Einaudi “Dove andremo a finire”, del vicedirettore del Messaggero Alessandro Barbano, contenitore di interviste su temi attuali e scottanti riguardanti la medicina, la politica, la fisica, la sociologia e tanto altro che l’autore ha sottoposto a otto intellettuali italiani tra cui Giuliano Amato, Umberto Eco e Umberto Veronesi. A chiudere la serata letteraria, per poi lasciare spazio ai suoni dub degli InSintesi, una parentesi tutta Lupo Editore con le presentazioni di “Cadenza d’inganno” di Alfredo Annichiarico e di “La Malamara” di Giuseppe Tricarico. Grande l’attenzione riservata anche ai lettori più piccoli con i laboratori ludo-didattici curati dall’associazione Art’Etica, che sosteranno ogni sera dalle 19 alle 22 sul Lungomare degli Eroi, e con gli artisti di strada per i quali gli organizzatori si sono avvalsi della collaborazione dell’associazione Idrusanimation.

Alessandra Ragusa

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+