Tag Archive | "playoff"

Il CT Maglie pareggia in trasferta l’andata dei playoff


Il Circolo Tennis Maglie sta giocando al meglio tutte le possibilità per approdare in A1. Dopo una prima parte della stagione all’insegna delle vittorie e della crescita del gruppo, arriva nel primo turno dei playoff un importante pareggio, in quanto ottenuto lontano dalle mura amiche, a Barletta. Molti i tifosi salentini partiti per seguire da vicino le gesta degli atleti del Ct Maglie, ma il campo avverso e qualche infortunio non pienamente recuperato hanno fatto svanire i sogni di gloria: una vittoria sul campo del Barletta avrebbe trasformato il ritorno in una pura formalità.

Invece è arrivato un pareggio, 3-3 assolutamente non da buttare. Da un lato la sicurezza Erik Crepaldi e Francesco Piccari hanno provato con due vittorie a dare il passo decisivo al match, ma dall’altro Gianluca Luddi, tra gli acciaccati, e Giorgio Portaluri non hanno potuto fare molto per evitare la sconfitta nelle gare di singolo.

Anche quelle di doppio si sono concluse con un punto per parte, di nuovo sugli scudi Crepaldi e Portaluri che hanno battuto la coppia formata da Andrea Roscioli e Francesco Faggella, forse il punto debole del team casalingo dato che anche in singolo i due avevano perso contro i rappresentanti salentini. Jan Satral e Tomas Tenconi hanno però avuto la meglio su Piccari e Luddi, sigillando il 3-3.

I barlettani restano così a galla, ma il 24 giugno, sul campo magliese si giocherà il ritorno che se da un lato rappresenta il vero crocevia della stagione, dall’altro vede favoriti i tennisti salentini che sul proprio campo si sono tolti grandi soddisfazioni già nel primo scorcio di campionato. Il direttore sportivo Antonio Baglivo tiene comprensibilmente i piedi per terra: uno scivolone a questo punto sarebbe letale. Per la sfida decisiva per l’approdo in A1, l’ingresso sarà libero e i cancelli aperti dalle 10, grazie al contributo degli sponsor del Ct Maglie.

Posted in SportComments (0)

La Betitaly Volley Maglie vince e convince in casa della seconda


La Betitaly Volley Maglie riprende a conquistare punti contro ogni avversaria. In questo caso la tifoseria e tutto l’ambiente aspettava una vittoria scacciafantasmi dopo la sconfitta a Gricignano, contro la capolista. E la reazione è arrivata contro la seconda in classifica, la Dannunziana Pescara che all’andata aveva violato il Palabetitaly 3-2. Le ragazze salentine hanno “restituito” con gli interessi, il 3-1 finale dimezza le distanze tra Maglie e Pescara, riaprendo i giochi per i playoff. Eppure la partita non era iniziata nel migliore dei modi, con un 25-17 a favore delle padrone di casa che portavano nubi nere sul prosieguo del match. A questo punto quello che è stato definito, non a torto, il capolavoro delle ospiti, con la migliore prestazione da inizio campionato: 25-18, 25-13 e 25-16 i tre netti parziali con i quali, dal secondo al quarto set, la Betitaly ha costruito una vittoria che porta tre punti, chiudendo il miniciclo di due trasferte terribili con una vittoria e una sconfitta. Da questi incontri si evince la crescita delle atlete allenate da mister Tonino Solombrino, che stanno confermando di avere le carte in regola per giocarsi le carte per l’approdo ai playoff. Per una neopromossa, raggiungerli sarebbe già un grosso obiettivo raggiungerli, ma dall’ultima giornata è uscito un altro particolare: nelle partite decisive il Maglie c’è, e nei playoff potrebbero arrivare le vittorie giuste per puntare addirittura alla B1. La settimana prossima si tornerà in casa per affrontare la Pallavolo Aversa, fanalino di coda con soli 11 punti, a fronte dei 29 del Maglie. Sulla carta il pronostico è chiuso, anche contando che la Campania, tranne una settimana fa, ha sempre portato bene alla squadra di Gigi Macagnano in questo campionato. Ma guai a sottovalutare incontri del genere, una sconfitta potrebbe compromettere il cammino della Betitaly.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Betitaly Volley Maglie, tre punti ad Avellino


Nuova vittoria per le atlete del tecnico Tonino Solombrino, e dopo la vittoria ai danni dell’Aversa, la Campania si conferma prodigo di punti per la squadra salentina. Il 3-1 sul Montella Avellino significa anche tre punti in classifica, che permettono un bel passo avanti e l’avvicinamento alla zona playoff, mai così vicina. Solo due punti dividono la compagine magliese dalla zona “importante”, e dopo la vittoria di ieri il gruppo è sempre più conscio dei propri mezzi. Il primo set è infatti andato subito al team del presidente Gigi Macagnano, anche se il risultato, 27-25, attesta una lotta senza quartiere per l’ultimo punto. Lotta che è tornata in pareggio dopo il secondo set, vinto dai padroni di casa per 25-23, poi nel corso del terzo e del quarto è salita in cattedra Rosa Maria Hechavarria, che grazie al prezioso contributo delle compagne, come Neire Scupola e Titti Romano, ha portato i punti decisivi a segno. 25-22 e 25-21 i due parziali che hanno chiuso l’incontro sul 3-1, attestando il buno momento di forma della cenerentola del campionato, cenerentola che non vuole farsi da parte e, dalla sesta posizione in graduatoria della serie B2, vuole giocarsi tutte le chance per approdare ai playoff. La promozione appare comunque proibitiva, ma due salti di categoria consecutivi la proietterebbero ancora di più nella pallavolo che conta. La dirigenza continua a predicare umiltà, anche se si può chiudere in maniera ottimale il 2011: la prossima domenica a Maglie ci sarà Betitaly-Fari Salerno, e le ragazze di Solombrino, mantenendo l’ein plein sulle squadre campane, forse riusciranno ad agganciare il treno playoff appena prima della pausa natalizia.

Sarebbe il miglior regalo da poter fare ai tifosi, ormai di nuovo sugli spalti del Palabetitaly.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Tennis, il CT Maglie in campo domenica a Genova per l’A1


Domenica a Genova il Circolo Tennis Maglie si giocherà il tutto per tutto per approdare in A1. La finale di andata sui campi in terra battuta di via Madonna di Leuca ha visto infatti l’affermazione, per 4 a 2, del Park Tennis Club di Genova. Che quest’ultimo turno dei playoff non sarebbe stato abbordabile, per il team magliese, si sapeva, ma che la strada si facesse così in salita era un po’ meno preventivato. Ma il collettivo ligure ha fatto sua la sfida grazie ai suoi assi, tra cui Frederik Nielsen, mentre per il Maglie Giorgio Portaluri non è bastato: i 2 punti casalinghi portano la sua firma, in una gara in singolo contro Enrico Wellenfeld, e una di doppio, con Erik Crepaldi, contro il danese Nielsen e Wellenfeld stesso.

Dopo un campionato chiuso in crescendo e un primo turno dei playoff “saltato”, si è arrivati quindi al ritorno della finale playoff, in uno scontro decisivo. Nel suo girone la compagine del presidente Carlo De Iaco è arrivata al secondo posto dopo l’ultima, decisiva vittoria ai danni del Borgo Star-Trading di Trento. Secondo posto che ha facilitato molto le cose agli atleti magliesi in chiave playoff, atleti che, di fatto, hanno “riposato” nel primo turno, che si sarebbe dovuto tenere il 5 giugno. Gli avversari designati, quelli del Garden Etjca di Novate Milanese, hanno infatti dato forfait.

E così si arriverà a domenica 19, con il ritorno che decreterà quale delle due squadre salirà in A1. Dopo la debacle dell’andata davanti al suo pubblico, l’unico risultato da inseguire in terra ligure, per il CT Maglie, dovrà quindi essere la vittoria. Il capitano Antonio Baglivo è fiducioso sull’esito dello scontro: d’altronde ragazzi come Giorgio Portaluri, Erik Crepaldi, Francesco Piccari, sono gli stessi che, con tutti gli altri, hanno dato più di una soddisfazione durante la regular season, portando il team appena dietro la capolista.

Gli avversari, però, sono di tutto rispetto: Frederik Nielsen è ad esempio tra i primi 200 della classifica mondiale ATP, Stefano Ianni tra i primi 300, Alessandro Giannesi numero 383. Ma il motto del Maglie, a vedere anche i risultati conseguiti dalle altre rappresentative del Circolo Tennis, è “rispetto verso tutti, paura di nessuno”. Con le giuste motivazioni, le stesse che nei momenti decisivi non sono mai mancate, il colpaccio è dunque alla portata della rappresentativa magliese, per un approdo in A1 che sarebbe storico.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Volley, grande festa a Maglie per la BetItaly in B2


L’atto finale della stagione agonistica 2010/2011 della pallavolo è andato in scena a Maglie. Al Palabetitaly, mercoledì sera, si è svolto infatti l’incontro decisivo per le sorti della compagine magliese di pallavolo: è arrivata la fondamentale affermazione contro il Terlizzi, per 3 a 1, e i tifosi si sono potuti scatenare per la riconquista della B2, che rappresenta il ritorno nei campionati a carattere nazionale dopo più di 10 anni di assenza.

La partita non ha visto un buon inizio per il team di Maglie, forse per la tensione accumulata e in grado di giocare un brutto scherzo alle atlete di casa, con gli ospiti lesti a portarsi su un set a zero. Ma i successivi tre, pur tra mille difficoltà dovute alla rocciosa difesa avversaria, sono stati appannaggio della Betitaly, che quindi ha portato la serie playoff, dopo l’1-0 di qualche giorno fa a Terlizzi, su un 2-0 decisivo.

Un successo che le ragazze di mister Tonino Solombrino hanno meritato per quanto dimostrato durante tutto l’arco del campionato e in tutte le fasi dei playoff, nonostante l’inizio non fosse stato dei migliori. Già nella regular season, è il caso di ricordarlo, la Betitaly aveva chiuso al primo posto in classifica il suo girone, primeggiando sulle altre pretendenti al salto di categoria grazie anche al campo di casa: la struttura magliese è stata infatti forse l’arma in più delle ragazze salentine, sempre gremita di tifosi per tutte le gare interne.

Dopo la vittoria del girone, l’avventura playoff è sembrata a un certo punto finire malissimo, quando il Primadonna Bari ha battuto il Maglie conquistando la B2 proprio ai danni del team del presidente Gigi Macagnano. Ma all’ultima occasione utile, le atlete magliesi hanno saputo dire la loro, chiudendo anzitempo la serie playoff contro l’ostico Terlizzi. Due match, due vittorie della Betitaly, la prima a Terlizzi e la seconda a Maglie. Tanto è bastato per riconquistare una categoria che era diventato l’obiettivo primario della dirigenza. E con la B2 da preparare, questo traguardo diventa subito un nuovo punto di partenza.

Paolo Merenda

Posted in Senza categoriaComments (0)

BetItaly Volley Maglie, dopo la vittoria sul Terlizzi la B2 è più vicina


Importantissima vittoria in chiave B2 quella del Betitaly in terra barese, dove in trasferta è arrivata la vittoria per 3 set a 1 nel primo scontro tra Maglie e Terlizzi, frutto di un match combattuto e tiratissimo. Le ragazze baresi hanno tentato il tutto per tutto, contando sul fattore campo, e grazie a una fase di ricezione quasi perfetta hanno saputo mettere alle corde la squadra salentina. Questo Maglie, però, ha sempre saputo riprendersi e ribattere colpo su colpo in un incontro incerto fino alla fine, che ha visto il primo set chiudersi 30-28 a favore del Betitaly. Una prova di forza arrivata anche grazie agli ottimi interventi di Stefania Gatto, Tiziana De Monte, Sara Barba e sopratutto Anna Paola Greco, alla fine autrice di ben 35 punti.

Il secondo set è stato però nettamente appannaggio del team padrone di casa: un 25-21 che non solo ha riaperto i giochi, ma che ha fatto traballare le certezze del Maglie per colpa di qualche errore di troppo. Nel terzo set in campo un “nuovo” Betitaly, più determinato: e’ stata la chiave di volta dell’incontro, con gli ospiti che da questo punto in poi hanno saputo tenere in mano il pallino del gioco e portare a casa, in due set (25-20 e 29-27), l’incontro. Adesso per le ragazze del presidente Macagnano potrebbe essere decisiva la sfida di mercoledì 8 giugno al Palabetitaly di Maglie, dove dalle 20 potrebbe insomma andare in scena l’ultimo, trionfale atto di questa stagione, messo a rischio dal precedente turno playoff, quando il Primadonna Bari ha prevalso sul Maglie.

L’occasione sembra propizia, in quanto il Terlizzi ha sulle spalle un altro turno dei playoff giocato a fine maggio contro il Manfredonia, periodo durante il quale il Maglie ha potuto dedicarsi all’allenamento, forte del turno di riposo dovuto alla vittoria del campionato nella regular season.

Sarà mister Solombrino a dover dare le giuste motivazioni alle sue ragazze, per poter festeggiare davanti al proprio pubblico, sempre numeroso sia in casa che in trasferta, la B2, il cui inseguimento dura da quasi un anno.

Paolo Merenda

Posted in Senza categoriaComments (0)

L’ACD Jurdinianum, vittoriosa in casa contro il Sogliano, si assicura i playoff


L’imperativo era vincere, e i ragazzi di mister Vespasiano l’hanno messo in pratica con una determinazione e un’audacia senza precedenti. La migliore prova stagionale per l’ACD Jurdinianum, alle prese con il campionato di 3° categoria (girone B), giunge proprio quando necessita e quando l’obiettivo playoff esige concentrazione e freddezza.

Lo scontro diretto giocato ieri al campo sportivo comunale “G. Bello” di Giurdignano contro il Sogliano, che la squadra di casa si è aggiudicato con un risultato di 4 a 0, ha portato l’ACD Jurdinianum a quota 42 punti e ha determinato così il distacco dal Sogliano che, quinto in classifica, resta a quota 40 punti.

Bisognava vincere per raggiungere matematicamente l’obiettivo playoff, e anche per allontanare dai ricordi dei tifosi quell’amara giornata di andata che li aveva visti sconfitti per 6 a 3.

La determinazione si è vista tutta: la squadra è stata impeccabile al centrocampo e in difesa, tanto che il portiere, Lorenzo Negro, è rimasto inoccupato per tutti i 90’ di gioco, e l’attacco quanto mai preciso e determinante: nel primo tempo la rete su contropiede di Pierpaolo Giannotta, cui è seguito il goal firmato Francesco Bruno. Ma, nonostante la prima frazione di gioco si sia chiusa sul punteggio di 2 a 0, i ragazzi di Vespasiano non si sono accontentati e sono tornati in campo con la stessa grinta, così Pierpaolo Giannotta ha pensato subito di infilare il suo secondo goal della partita, e anche Francesco Nachira ha voluto mettere la sua firma tra quella dei marcatori di questa giornata di campionato, estremamente positiva per il Jurdinianum.

Sicuramente molti i fattori che hanno giocato a favore della squadra: il campo di casa, la voglia di riscattarsi dopo l’andata finita malamente, e soprattutto la necessità di aggiudicarsi questi 3 punti fondamentali per confermare ormai matematicamente la permanenza in zona playoff.

Alessandra Ragusa

Posted in Senza categoriaComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+