Tag Archive | "Sud Sound System"

Contro le trivelle adesioni dal mondo politico e dal comitato di Tutela per Porto Miggiano


La Puglia è una regione che tiene alle sue ricchezze e le difende, la natura e le verdi acque cristalline sono le sue risorse.

Il caso trivelle nell’Adriatico è nato a seguito della denuncia di un membro del comitato di Tutela per Porto Miggiano, che appoggia ed è referente per il Salento del movimento “No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili” organizzatore della manifestazione per contrastare l’estrazione di idrocarburi nel mare di Puglia, prevista il 21 gennaio prossimo a Monopoli.

Il comitato appoggia e in una riunione – il 28 dicembre – deciderà la partecipazione alla manifestazione. Sostegno anche dal mondo politico con una nota congiunta dei capigruppo de La Puglia per Vendola, Angelo Disabato e di Sel, Michele Losappio, in cui si fa un appello al mondo della politica, per una partecipazione numerosa.

“Dalla Puglia – scrivono i politici pugliesi – prenderà il via una grande mobilitazione delle regioni italiane costiere, cittadini, sindacati, imprese e professionisti contro le trivellazioni petrolifere nell’Adriatico: ma non basta, è necessario che la politica continui a far sentire forte il proprio dissenso. La politica tutta deve essere coesa e consapevole dei disastri ambientali con gravi ripercussioni sulla salute degli esseri umani che le attività di ricerca di idrocarburi in mare possono procurare. Ora la discussione sulla sicurezza delle attività offshore è sul tavolo del parlamento europeo mentre in Puglia, dal Salento al Gargano, il precedente governo nazionale ha autorizzato la ricerca di idrocarburi. Ci opporremo con forza a questi segnali inequivocabili provenienti dal governo nazionale e dall’Europa che non hanno alcuna intenzione di fermare queste operazioni di ricerca. Pertanto, La Puglia per Vendola e Sinistra Ecologia e Libertà sabato 21 gennaio 2012 sosterranno la piazza di Monopoli auspicando che si mobiliti una serrata opposizione di tutti i nostri parlamentari italiani ed europei contro con le operazioni offshore, in totale dicotomia con la vocazione del nostro territorio, rivolta a uno sviluppo economico, turistico e rurale in armonia con il paesaggio, sicura ricchezza per la nostra regione”.

Intanto il gruppo di Tutela, che è il referente del comitato No Petrolio di Monopoli, parlerà dell’estrazione d’idrocarburi il 28 dicembre a Martano presso la sala Woijtila, alle 18,30, e della costituzione legale del Comitato per permettere l’intervento in battaglie legali.

“A distanza di cinque mesi dalla prima manifestazione dicono dal comitato – il sit in del 30 luglio sotto la torre, il comitato di Tutela per Porto Miggiano è diventato un movimento conosciuto in tutta la regione, che conta migliaia di sostenitori in tutta Italia. Il gruppo ha ricevuto sostegno di artisti – celebre l’apparizione dei Sud Sound System con la maglietta del Comitato durante l’ultima Notte della Taranta – e di personalità che hanno permesso d’allargare i confini della protesta contro la cementificazione a Porto Miggiano, migliaia di persone hanno firmato la petizione all’assessore Barbanente”.

Jenny De Cicco

Posted in Ambiente, Politica, Primo PianoComments (0)

Le foto più belle per Porto Miggiano


Il comitato di tutela per Porto Miggiano consegna nelle mani di Angela Barbanente 3580 firme. È accaduto in questi giorni presso i cantieri teatrali Koreja di Lecce. La raccolta firme è stata realizzata per vedere di bloccare la corsa alla cementificazione di uno dei posti più belli del Salento. L’occasione è stata propizia per premiare i vincitori del concorso fotografico “Salviamo Porto Miggiano” partito in agosto e al quale hanno aderito tante persone, professionisti e non della fotografia, i quali con entusiasmo si sono cimentati in una gara il cui vero scopo, comunque, era e rimane quello di “salvare” la nostra bellissima natura. A consegnare le targhe ai vincitori sono stati i Sud Sound System, gruppo musicale salentino da sempre impegnato nella difesa dell’ambiente. Ai primi tre posti si sono classificati Giacomo Risolo, Roberto Rocca e Giuseppe Bene. Mentre il premio speciale della giuria per la miglior foto denuncia è andato a Stefano Cretì. Abbiamo incontrato Giacomo Risolo e Stefano Cretì, entrambi di Vignacastrisi, paese a pochi chilometri da Porto Miggiano. “Sono felice per la premiazione ma per il successo dell’iniziativa di tutela – dice Giacomo – la mia foto per la verità non è recentissima, ma è del 3 dicembre 2008: quel giorno il mare era davvero agitatissimo, forza nove mi dissero e, purtroppo, fece anche una vittima, il giovane Alessandro Caputo di Muro. A lui voglio dedicare il premio ricevuto”. Stefano Cretì, invece, la sua foto-denuncia l’ha scattata sabato 3 settembre di quest’anno, quando ha immortalato una nave che stava per iniziare, o almeno così sembrava, delle operazioni di perforazione del sottosuolo marino alla scoperta di eventuali giacimenti petroliferi appena al largo della costa salentina: la pubblicazione di questa foto ha fatto poi scattare l’attenzione dei media sulla vicenda e da qui è nata un’altra petizione a tutela del mare salentino dagli interessi economici delle potenti compagnie petrolifere. “Sono davvero felice – dice Stefano – che la mia passione per la fotografia si sia resa utile per salvaguardare il nostro meraviglioso mare”.

 

Deodato Giovanni Guida

Posted in Ambiente, AttualitàComments (0)

Notte della Taranta, la musica del mondo in attesa del Concertone


Mancano pochi giorni alla serata finale della Notte della Taranta 2011, che quest’anno si svolge il 27 agosto nell’ormai noto scenario del piazzale dell’ex Convento degli Agostianiani di Melpignano. Per il secondo anno consecutivo l’orchestra del concertone finale sarà diretta da Ludovico Einaudi. Negli ultimi anni si sono contate dalle centoventi alle centocinquantamila presenze, che risultano essere, di anno in anno, in crescita costante. Il grande assente quest’anno è Uccio Aloisi (al quale è dedicato il concertone finale), arzillo cantante scomparso nell’ottobre del 2010 dopo aver calcato il palco di Melpignano in moltissime edizioni della manifestazione. Il mondo della pizzica saluta così un altro mito: il concerto del 2008 venne dedicato infatti al re della pizzica, Pino Zimba, a pochi mesi dalla sua scomparsa. Come ogni anno il festival punta a fondere diverse culture, facendo suonare la pizzica a musicisti provenienti da ogni parte del modo, come il compositore e pluristrumentista giapponese Joji Hirota, maestro di taiko, accompagnato dai percussionisti del Taiko Drummers e una delle più belle voci del flamenco, il madrileno Diego El Cigala. E ancora: i Chieftains, band folk irlandese nota soprattutto per aver scritto la premiata colonna sonora del film “Barry Lyndon” di Stanley Kubrick, i chitarristi e compositori Justin Adams, che viene dall’Inghilterra, collaboratore, tra gli altri, di Brian Eno e Robert Plant e Juldeh Camara; il maliano Ballaké Sissoko, suonatore della Kora, strumento tradizionale dell’etnia Mandinka, diffusa in Africa occidentale, e, dalla Turchia il musicista e dj Mercan Dede. Direttamente dal Salento, nonché da tutte le radio nazionali, il raggamuffin dei Sud Sound System. E ancora dal Salento Officina Zoè e Antonio Castrignanò.

Le tappe che precedono il concertone finale proseguiranno fino a giovedì: martedì 23 agosto la taranta passa dalla piazza di Cutrofiano dove si esibiranno i Triace, mercoledì 24 è la volta degli Ariacorte a Martignano in piazza della Repubblica e giovedì 25 a Carpignano Salentino in piazza Duca D’Aosta saliranno sul palco i Manekà.

Luana Campa

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Il dub degli Insintesi si veste delle sonorità occitaniche di Papet Jali


Gli Insintesi arricchiscono il loro repertorio musicale. E per farlo spostano il loro sguardo verso i suoni popolari della musica occitanica. Dopo aver rivisitato la musica salentina in chiave dub, dando un tocco di contemporaneità e di freschezza ai vecchi canti popolari con “Salento in dub”, progetto firmato da Alessandro Lorusso e Francesco Andriani De Vito, gli Insintesi hanno superato le frontiere e sono giunti fino a Marsiglia per stringere una collaborazione con Jali Mazzarino, meglio conosciuto come Papet Jali, storica voce del gruppo marsigliese Massilia Sound System.

Dall’incontro dei suoni salentini, e di tutta la loro tradizione, con le sonorità occitaniche e dall’elemento di congiunzione del dub, nasce un nuovo progetto che prende il nome di “Salento vs Marsiglia in dub”, e con esso l’idea di un tour che vedrà anche la partecipazione di altre voci del panorama musicale salentino.

A dare il la sarà la serata al Fico d’India, sul lungomare degli Alimini, che si terrà giovedì 18 agosto, con la partecipazione di Raffaella Aprile. Il tour proseguirà il 20 presso il Porticciolo Bar, a Sant’Andrea, un vero e proprio evento che sancirà l’incontro tra Papet Jali e la voce storica dei Sud Sound System con il gruppo Cool Stepper Band. Il palcoscenico successivo sarà quello del Rerum Apuliae a San Gregorio il 22 agosto per un dj set degli Insitesi feat Papet Jali, per poi concludere al Mediterraneo a San Foca il 24 agosto con un altro dj set targato Insintesi feat Papet Jali, alla presenza di diversi ospiti, tra cui Papa Ricky.

Alessandra Ragusa

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Notte Bianca a Poggiardo: musica, arte, spettacoli e shopping fino a notte fonda


Poggiardo si prepara ad accogliere, sabato 13 agosto, la Notte Bianca. La manifestazione è organizzata dal gruppo giovani “Lavori in corso”, con l’obiettivo di far conoscere le bellezze del centro salentino e di dare ampio spazio alle tradizioni culturali ed enogastronomiche della zona. Negozi aperti fino a tardi, musica live, spettacoli, mercatini dedicati ai ragazzi e la possibilità di ammirare i gioielli artistici e architettonici di Vaste e Poggiardo, rimasti aperti al pubblico per l’occasione, come il Sedile di piazza Umberto I, il museo delle Cariatidi allestito all’ingresso del parco dei Guerrieri, la cripta basiliana e il padiglione che custodisce gli affreschi bizantini. Un evento votato al green: addobbi realizzati con materiali riciclati verranno posti nelle strade interessate dalla manifestazione con lo scopo di sensibilizzare sempre più al riciclaggio dei materiali. Il taglio del nastro è previsto per le ore 20 in piazza Regina Margherita, che sarà riservata ai bambini e alle famiglie, con giochi e spettacoli di intrattenimento a cura degli animatori e dei giocolieri dell’Azione Cattolica Ragazzi di Poggiardo. Tante le esposizioni a partire dalla mostra-mercato allestita in corso Matteotti con gli artigiani locali, che oltre a esporre le loro opere saranno i protagonisti di un’estemporanea, per continuare poi il percorso artistico attraverso la mostra storica avente come tema la Seconda Guerra Mondiale in piazza Umberto I, che ospiterà anche gli stand alimentari di prodotti tipici, e ancora l’esposizione di oggetti di antiquariato in via Principe di Piemonte. Le corti di corso Vittorio Emanuele faranno da cornice a un’esposizione di pittura, nella quale prenderà il via anche un’estemporanea e una mostra fotografica. In via Montello un tuffo nell’antichità attraverso l’esposizione di cicli, motocicli e auto d’epoca. Padrona indiscussa della notte sarà la musica: ad aprire le danze, alle 21 in piazza del Popolo, saranno i suoni rock dei salentini Crifiu, che si avvalgono di collaborazioni importanti con i Modena City Rambles, Giuliano Palma, Max Gazzè e i Sud Sound System. Alle 23 sarà di scena la pizzica salentina con il trio composto da Giuseppe Turco, Claudio Miggiano e Enza Magnolo.

Uno spettacolo di corte ma rivisitato secondo gli usi e i costumi dei nostri giorni a cura del “cantattore” P40 riempirà la scena di piazza Umberto I alle 21, a seguire sempre sull’onda della musica popolare salirà sul palco Leone Marco Bartolo, poliedrico cantore e musico di origini siciliane. Nell’area piscina di via Siciliani alle 22 si partirà con un’immersione nel rock dei Cosmica, per poi continuare con il live degli Yo-yo Mundi. Musica fino a notte fonda anche grazie al live dei Ghetto Eden, gruppo trait d’union tra la cultura salentina e quella senegalese, impreziosito dalla presenza speciale di Terron Fabio dei Sud Sound System.

Alessandra Ragusa

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

L’hip hop è morto? No, è vivissimo. A Otranto


I quattro elementi dell’hip hop, writing, mcing, breaking e djing si incontreranno a Otranto, presso il Moonlight Pool. In una seduta alchemica questi elementi daranno vita a una serie di serate underground che hanno già preso il via nella serata del 26 luglio presso “L’Artista”, pub del centro di Otranto, con la seconda edizione di “Hip-Hop don’t stop”. La domanda che ci si porrebbe è: l’hip hop è morto? Nas, guru del rap, lo affermava nel 2006, probabilmente per la perdita, da parte dell’arte delle liriche, del contatto con le radici e per l’eccessiva commercializzazione e conseguente riduzione di qualità del prodotto non più artistico. Ma Krs One gli faceva eco, l’anno dopo, con “Hip Hop Lives”, forse nell’estremo tentativo di difendere quella manciata di giovani che ancora ci credono e che l’hip hop lo hanno assunto come parte integrante della propria vita. A ben guardare, probabilmente, ha ragione il secondo. La scena hip hop salentina pare infatti essere più viva che mai, in barba alla chiusura di Al Magazine, bimestrale-bibbia sul tema soppressa nel 2000 e che manteneva il contatto con le realtà rap italiane e il Salento. In questa chiave andrebbero letti gli eventi otrantini: appuntamento dunque alle 22 di martedì 2 agosto al Moonlight Pool, località Valle Delle Memorie-Torre Pinta a Otranto, dove si esibiranno tutti gli artisti della scena hip-hop salentina, come i padroni di casa Blusteady Triptik e ospiti di fama nazionale. A dare manforte Andrea Mi & GGD, quest’ultimo fondatore e membro del noto gruppo raggamuffin Sud Sound System. E sempre martedì 2 agosto alle 17, presso il Salos Agritourit di Frassanito – Otranto, pomeriggio a suon di musica e rime con Salento Massive grazie a Dj War & Ena Ghema and Friends; tutti i pomeriggi dei martedì di agosto il Salos Agritourist offrirà, poi, play black music inna bass cultcha style e per continuare, da domenica 31 luglio, via, presso il già citato Moonlight, dalle 16 e fino alle 22, alle Wet Sundays – Domeniche Bagnate – con party in piscina e selezione di musica black e caraibica con Rico B dai Forward the Bass.

Jenny De Cicco

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+