Tag Archive | "Terlizzi"

Toma Maglie, sconfitta interna nello scontro diretto


Il 2-1 con cui il Terlizzi è passato al Tamborino Frisari, campo casalingo della Toma Maglie, potrebbe rivelarsi decisivo, al termine del campionato, ai fini della lotta per la salvezza. Infatti non sono stati persi semplicemente tre punti, ma, dopo lo stop esterno della scorsa settimana contro il Francavilla, che conseguentemente aveva superato il Maglie, anche il Terlizzi sopravanza i salentini in classifica. Il tecnico Giuseppe Puzzovio ha messo il migliore undici in campo, compreso Omar D’Amanzo, che due settimane fa con un gol contro il Bisceglie terzo in classifica aveva dato l’ultima soddisfazione al team del presidente Renato Lillo, un pari che aveva fatto ben sperare. La pioggia battente ha condizionato l’incontro, che i padroni di casa avrebbero sicuramente giocato meglio a campo asciutto, mentre i baresi non hanno pagato molto le condizioni atmosferiche. Già al 19’ gli ospiti trovano la prima rete, con Patierno che di testa sfrutta un cross pregevole e supera Sakho Mamadou. La reazione della Toma Maglie, spinta dal pubblico casalingo, non porta la rete del pareggio fino al riposo. Dagli spogliatoi i ragazzi di Puzzovio escono sapendo che devono raddrizzare la partita. In questo frangente, dimostrano ancora una volta che il gruppo potrebbe togliersi molte soddisfazioni: con determinazione, dopo due minuti guadagnano un rigore che Napolitano trasforma. L’1-1 non è sufficiente, ma il Maglie non riesce a realizzare lo step successivo. Al 71’, così, arriva la beffa: Napolitano cerca la rete con un po’ troppa foga, rimediando un cartellino rosso per un fallo di reazione. L’espulsione taglia le gambe ai padroni di casa, che meno di 60 secondi dopo subiscono il 2-1 definitivo, a opera di De Palo. Ora il Maglie, penultimo a 18 punti, è aiutato nuovamente dal calendario: settimana prossima si andrà a far visita al Victoria Locorotondo, battuto all’andata 4-0, e che adesso ha gli stessi punti della Toma.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Il Toma Maglie in serie positiva


Il Toma Maglie sta allontanando gli spettri di inizio campionato. Prove più convincenti e due risultati utili consecutivi accorciano la distanza dalle prime della classe (dopo cinque giornate è a 2 punti dalla seconda), e mister Sergio Volturo sta trovando la quadratura del cerchio grazie anche ai più giovani della squadra. Una settimana fa la vittoria per 1-0 contro il Francavilla, al Tamborino Frisari, e domenica scorsa il pareggio, 1-1, in casa del Terlizzi. A Maglie l’uomo partita è stato Cesar Gonzales, promettente argentino, che ha solo legittimato con la sua segnatura la superiorità netta sul Francavilla. Il pareggio sul campo del Terlizzi, per i numerosi tifosi che hanno seguito il Maglie in terra barese, è stato molto più importante quanto a gioco espresso e a carattere mostrato. Il match è stato infatti ben combattuto da entrambe le squadre, con gli ospiti che forse alla fine hanno meritato qual cosina in più del pareggio. Infatti, dopo la rete dei padroni di casa del 27’, il Toma ha spostato il baricentro in avanti, conscio di dover evitare la sconfitta. In questa fase della partita, spazio anche a qualche recriminazione da parte della squadra del presidente Cosimo Prete: ben due reti annullate, rispettivamente a Uriel Raponi e Fabio Di Santantonio, prima del riposo. Anche se il Maglie trova il pareggio solo al 95’ con il “baby” Stefano Pasca (classe 1993), il messaggio ai tifosi, alla dirigenza e agli stessi calciatori è stato chiaro: il Maglie c’è. Da segnalare che, con la rete di Pasca, termina il digiuno di reti fuori casa, che durava da inizio campionato. Altra particolarità che attesta il buon lavoro dei salentini, il numero delle reti subite in campionato, due in cinque partite. Seconda miglior difesa, dietro solo alla schiacciasassi Liberty Monopoli, primo con 5 vittorie in altrettante partite, 12 reti fatte e 0 subite.

PAOLO MERENDA

Posted in Senza categoriaComments (0)

Volley, grande festa a Maglie per la BetItaly in B2


L’atto finale della stagione agonistica 2010/2011 della pallavolo è andato in scena a Maglie. Al Palabetitaly, mercoledì sera, si è svolto infatti l’incontro decisivo per le sorti della compagine magliese di pallavolo: è arrivata la fondamentale affermazione contro il Terlizzi, per 3 a 1, e i tifosi si sono potuti scatenare per la riconquista della B2, che rappresenta il ritorno nei campionati a carattere nazionale dopo più di 10 anni di assenza.

La partita non ha visto un buon inizio per il team di Maglie, forse per la tensione accumulata e in grado di giocare un brutto scherzo alle atlete di casa, con gli ospiti lesti a portarsi su un set a zero. Ma i successivi tre, pur tra mille difficoltà dovute alla rocciosa difesa avversaria, sono stati appannaggio della Betitaly, che quindi ha portato la serie playoff, dopo l’1-0 di qualche giorno fa a Terlizzi, su un 2-0 decisivo.

Un successo che le ragazze di mister Tonino Solombrino hanno meritato per quanto dimostrato durante tutto l’arco del campionato e in tutte le fasi dei playoff, nonostante l’inizio non fosse stato dei migliori. Già nella regular season, è il caso di ricordarlo, la Betitaly aveva chiuso al primo posto in classifica il suo girone, primeggiando sulle altre pretendenti al salto di categoria grazie anche al campo di casa: la struttura magliese è stata infatti forse l’arma in più delle ragazze salentine, sempre gremita di tifosi per tutte le gare interne.

Dopo la vittoria del girone, l’avventura playoff è sembrata a un certo punto finire malissimo, quando il Primadonna Bari ha battuto il Maglie conquistando la B2 proprio ai danni del team del presidente Gigi Macagnano. Ma all’ultima occasione utile, le atlete magliesi hanno saputo dire la loro, chiudendo anzitempo la serie playoff contro l’ostico Terlizzi. Due match, due vittorie della Betitaly, la prima a Terlizzi e la seconda a Maglie. Tanto è bastato per riconquistare una categoria che era diventato l’obiettivo primario della dirigenza. E con la B2 da preparare, questo traguardo diventa subito un nuovo punto di partenza.

Paolo Merenda

Posted in Senza categoriaComments (0)

BetItaly Volley Maglie, dopo la vittoria sul Terlizzi la B2 è più vicina


Importantissima vittoria in chiave B2 quella del Betitaly in terra barese, dove in trasferta è arrivata la vittoria per 3 set a 1 nel primo scontro tra Maglie e Terlizzi, frutto di un match combattuto e tiratissimo. Le ragazze baresi hanno tentato il tutto per tutto, contando sul fattore campo, e grazie a una fase di ricezione quasi perfetta hanno saputo mettere alle corde la squadra salentina. Questo Maglie, però, ha sempre saputo riprendersi e ribattere colpo su colpo in un incontro incerto fino alla fine, che ha visto il primo set chiudersi 30-28 a favore del Betitaly. Una prova di forza arrivata anche grazie agli ottimi interventi di Stefania Gatto, Tiziana De Monte, Sara Barba e sopratutto Anna Paola Greco, alla fine autrice di ben 35 punti.

Il secondo set è stato però nettamente appannaggio del team padrone di casa: un 25-21 che non solo ha riaperto i giochi, ma che ha fatto traballare le certezze del Maglie per colpa di qualche errore di troppo. Nel terzo set in campo un “nuovo” Betitaly, più determinato: e’ stata la chiave di volta dell’incontro, con gli ospiti che da questo punto in poi hanno saputo tenere in mano il pallino del gioco e portare a casa, in due set (25-20 e 29-27), l’incontro. Adesso per le ragazze del presidente Macagnano potrebbe essere decisiva la sfida di mercoledì 8 giugno al Palabetitaly di Maglie, dove dalle 20 potrebbe insomma andare in scena l’ultimo, trionfale atto di questa stagione, messo a rischio dal precedente turno playoff, quando il Primadonna Bari ha prevalso sul Maglie.

L’occasione sembra propizia, in quanto il Terlizzi ha sulle spalle un altro turno dei playoff giocato a fine maggio contro il Manfredonia, periodo durante il quale il Maglie ha potuto dedicarsi all’allenamento, forte del turno di riposo dovuto alla vittoria del campionato nella regular season.

Sarà mister Solombrino a dover dare le giuste motivazioni alle sue ragazze, per poter festeggiare davanti al proprio pubblico, sempre numeroso sia in casa che in trasferta, la B2, il cui inseguimento dura da quasi un anno.

Paolo Merenda

Posted in Senza categoriaComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+