Tag Archive | "Capodanno"

Alba Dei Popoli, una rassegna in linea con i tempi


L’Alba dei Popoli di Otranto sul viale del tramonto? Commercianti e imprenditori idruntini attendevano con ansia la programmazione del periodo, per scongelare le casse ibernate dal rigido inverno. Fino dall’edizione numero uno del ‘99 la manifestazione prometteva molto bene e in passato ha portato a Otranto intellettuali di livello internazionale e registi di chiara fama.

Luciano Cariddi, sindaco del comune costiero, spiega il perché di un programma di Capodanno ridotto al minimo:

Quest’anno viviamo in un clima di preoccupazione per la situazione del Paese. Cerchiamo di garantire l’atmosfera che caratterizza questa manifestazione con diversi appuntamenti, molti dei quali rivolti soprattutto ai più piccoli. Abbiamo deciso di limitare il budget destinato all’Alba dei Popoli con l’obiettivo di aumentare le risorse sulle voci di spesa sociale per far fronte a non pochi disagi vissuti dalle tante famiglie otrantine.

Lavinia Puzzovio, vicesindaco di Otranto gli scorsi giorni ha affermato:

Quest’anno il concertone si terrà il 30 dicembre, con una rosa di concerti nei giorni precedenti e successivi, per accogliere i turisti nella città.

Il via ufficiale è stato il 7 dicembre con la III edizione di Accendiamo il Natale di Art’Etica, cori natalizi, accensione delle luminarie e dell’albero di Natale eun pensiero ai bambini afghani di Erat tramite la raccolta fondi per l’acquisto di materiale didattico e il collegamento dalla base militare di Otranto verso i soldati in missione nella provincia afgana. Sarebbe dovuto partire il 9 il mercatino delle opere del proprio ingegno, rimandato causa mal tempo sarà i prossimi 16, 23, 29 dicembre e il 5 gennaio 2013.
Diverse sono le piece teatrali a opera delle scuole paritaria e statale di Otranto, ma anche dei gruppi teatrali locali. Il 15 alle 19 la commedia Sogno di una Notte di Mezza Sbornia di Eduardo De Filippo, a cura del Gruppo Teatrale La Palumbara, presso il teatro dell’Istituto Maestre Pie Filippini.
Il 23 Oscenità del Mare, Canto Teatrale per il Mediterraneo a cura di Itaca Min Fars Hus, gruppo teatrale di sperimentazione di Anna Stomeo, presso Maestre Pie Filippini, alle 19.30.
Il 29 alle 19 Concerto di Natale, in Cattedrale Emanuela Di Pietro dirigerà il gruppo femminile Apuliae Women Singers del Coro Lirico di Lecce, incentrato su A Ceremony of Carols di Benjamin Britten, l’evento è organizzato dall’associazione Hydruntum.
Il 31 a partire dalle 21.30 sul palco dell’Alba dei Popoli Dj Steven Sale e Dj Giuseppe Milano, Vocalist Claudia Cesaroni & Kevin, Willy, Simon e Terence, la band Ikebana, Silvia Olari e Paky di Amici di Maria De Filippi, a seguire fuochi pirotecnici per il nuovo anno.
I Volti di Donne di un Tempo, il 31 alle 5 di mattina, al faro di Palascia spettacolo teatrale scritto e diretto da Paolo Rausa, tratto dai racconti Volti di Carta, Storie di Donne del Salento che Fu, di Raffaella Verdesca, organizzato da Legambiente Otranto.
Il primo dell’anno i Tamburellisti di Otranto daranno vita allo spettacolo Ritmi e Suoni di Fratellanza, organizzato da Music…ando, presso Largo Porta Terra alle 16.30 e alle 18.30 presso l’istituto Pie Filippini Anima Mundi presenta Mesimér di Admir Shkurtaj, arie popolari tramite il jazz d’avanguardia.
Sempre il 31 Hydro in Concerto, evento organizzato dall’omonima associazione giovanile, presso Porta Terra alle 19 e a seguire dalle 21 dj set con Giuseppe Conoci, Dj Klaus, Dj Sergio Petio e Dj Adriano Belmonte & Percussioni Live di Romualdo Nisi.
L’alba dei Popoli terminerà il 06 gennaio 2013 con i festeggiamenti in onore dell’Epifania alla presenza di Befane che distribuiranno caramelle e dolci presso lungomare degli Eroi dalle 16.30.
Ulteriori informazioni al link seguente: http://www.comune.otranto.le.it/notizie/dettagli.php?id_elemento=1812

Posted in AttualitàComments (0)

Un nuovo anno inizia con la Strina


A Calimera torna la Strina.

Il giorno di Capodanno, domenica 1° gennaio, si rinnova la tradizione grecanica di Calimera con l’iniziativa organizzata dalla Proloco che dà, con un tocco antico, il benvenuto al nuovo anno.

La Strina sono canti in rima in lingua grika che raccontano la venuta al mondo del Signore, che verranno suonati sul sagrato della chiesa Madre di Calimera, al termine della messa vespertina, fra musicanti, paesani, visitatori, tamburelli, organetti e sonagliere con cui la festa ripropone l’antica tradizione in cui musicanti andavano di casa in casa intonando questi canti in rima intonano la lieta Novella Grika.

Per le strade riecheggia per le strade l’antica tradizione grazie ai ragazzi del gruppo Iziki, che rispolverano questa usanza, augurando abbondanza e fortuna. I sei musici dopo aver narrato al popolo la Natività con passi cadenzati dalle arie natalizie, percorreranno piazza del Sole fino alla sede della Proloco.

La Strina rientra nel bagaglio delle tradizioni pagano-cristiane della Grecìa salentina a cui si assisteva nel periodo tra l’Immacolata e il Capodanno, durante il quale le strade e le piazze si popolavano di musicisti d’esperienza e non, che diffondevano musiche e canti religiosi di stampo pagano riarrangiati in chiave cristiana, è una delle tradizioni di origine grika a cui si ha ancora la fortuna d’assistere, perché salvaguardate dalla modernità grazie alle sentinelle della cultura, gli anziani e la scuola.

Racconta la Strina degli eventi del ciclo della nascita di Gesù Cristo, la musica e le parole di questi canti venivano riproposte per le abitazioni, le masserie e i vicoli da piccoli “gruppi musicali” che in cambio ricevevano auguri o provviste, la Strina è quindi ciò che rimane di un canto d’iniziazione ed accompagnamento dell’uomo e del suo lavoro verso un nuovo anno, un modo per propiziarsi la fortuna nei giorni che dovevano arrivare.

Jenny De Cicco

Posted in CulturaComments (0)

La prima regata dell’anno? A Otranto


Otranto apre l’anno nuovo con una regata velica,

organizzata dall’associazione Il Gabbiere, Salentoinvela in collaborazione con Assonautica Lecce, Lega Navale Otranto.

Più vela per Tutti sarà la prima regata in Italia del nuovo a Otranto il primo di gennaio, giorno della prima alba del 2012.

Il Campionato invernale Uisp “Più vela per tutti” conferma l’appuntamento in mare con la tradizionale Regata di Capodanno che rientra nel calendario degl’eventi dell’Alba dei Popoli.

Per il 2012 grazie al sindaco, Luciano Cariddi e alla disponibilità della Capitaneria di Porto, tutti coloro che festeggeranno il nuovo anno a Otranto potranno assistere ai momenti salienti della regata affacciandosi dalle mura, infatti la partenza e l’arrivo si svolgeranno nella baia interna del Porto. Alle 11 i regatanti saranno pronti a tagliare la linea di partenza, gli organizzatori prevedono una regata impegnativa a causa dei venti provenienti da Nord, Nord-Ovest, lungo il percorso di circa dieci miglia dalle acque del porto con rotta Capo Palascia, ai piedi del faro ci sarà la boa da scapolare per tornare poi nel porto.

La regata di Capodanno non avrà valore di punteggio per la classifica generale del Campionato invernale “Più vela per tutti”, ma è un momento di puro piacere per gli amanti di questo sport marittimo, foriero del messaggio “chi veleggia a capodanno veleggia tutto l’anno!”.

Mancano ancora sei regate da disputare ma è tempo di bilanci per il campionato, che terminerà a fine aprile 2012, ecco dunque la classifica generale che vede in testa tutte imbarcazioni categoria C (del nuovo sistema Rating Salentino), ossia tra le più piccole 1°”Il Gabbiere”, 2° ”Gege” , 3° “Bellamoi”.

La prossima regata del Campionato è domenica 8 di gennaio.

Tra le novità della terza edizione di “Più vela per tutti” e per tutta la vela salentina, quest’anno la vela è in “onda” in diretta radiofonica su Mondo Radio al termine di ogni regata.

Jenny De Cicco

Posted in Senza categoriaComments (0)

Ecco la rassegna Alba dei Popoli del 2011/2012


L’alba del nuovo anno si avvicina. Otranto accoglie per prima i raggi del nuovo anno con l’”Alba dei Popoli”, che fin dal 1999 ha visto la presenza di artisti e intellettuali di livello internazionale. Per fare qualche esempio, ricordiamo Goran Bregovic, Franco Battiato, Eugenio ed Edoardo Bennato, Vinicio Capossela, Nicola Piovani, Lou Reed, Pino Daniele, Mario Biondi, Roy Paci, Avion Travel, Giuliano Palma, Nina Zilli, registi tra cui Ferzan Ozpetek, Emir Kusturica, Manuel Pradal, oltre a una lunga serie di rappresentanti istituzionali dei paesi del Mediterraneo. Come ogni anno la città dei Martiri, organizza un mese di eventi, per la prima luce del nuovo anno. L’Alba dei Popoli, da quest’anno, avrà un logo ufficiale realizzato dall’ artista salentina Artemisia su incarico dell’Icm. Il logo rappresenta il significato simbolico della manifestazione. “Nel programma vi sono diversi eventi organizzati dalle associazioni locali – ha spiegato il sindaco Luciano Cariddi – Il loro contributo è importante e la sinergia che si è creata fra loro e l’amministrazione Comunale è proficua e significativa.

Ecco alcuni degli appuntamenti: 10/12/2011 castello Aragonese alle 18 in occasione della ricorrenza della Giornata dei Diritti Umani, si svolgerà un incontro- dibattito, organizzato dal Club Unesco di Otranto.

28 – 29 e 30/12/2011 Rassegna enogastronomica “Cibo… non solo sapori” – IV edizione. Tre giorni di convegni, spettacoli teatrali, musica dal vivo e degustazioni.

29/12/2011 La rassegna Alba dei Popoli si arricchisce di un ulteriore importante evento in occasione del ventesimo anniversario dello sbarco albanese in Puglia, “L’Approdo.

Opera per l’Umanità Migrante”, con l’inaugurazione della discussa scultura ideata dal maestro greco Costas Varotsos presso l’area Fabbriche alle 18 il relitto della Kater I Rades, protagonista della “Strage del Venerdì Santo”, riprende il suo viaggio per trasformarsi in un’opera dedicata alla memoria di tutti i migranti periti in mare.

30/12/2011 presso il Lungomare degli Eroi alle 21 Esibizione del gruppo musicale Ghetonìa, organizzato da AnimaMundi.

Il 31/12/2011 grande concerto di fine anno con gli Stadio

presso il Lungomare degli Eroi a partire dalle 24, al termine del concertone di fine anno, la serata proseguirà con l’evento “Aspettando l’Alba”, una non stop musicale fino alle prime luci dell’alba del nuovo anno. Sguardi sul Mediterraneo – miti, leggende, storie, la notte del 31 dicembre dalle 5 del mattino, per mantenere lo spirito della rassegna Alba dei Popoli, al Faro di Palascia.

L’evento è organizzato da Legambiente Circolo di Otranto in collaborazione con Paolo Rausa.

01/01/2012 alle 18 Concerto di Capodanno di Anthony O’Breskey, presso il castello aragonese, con il seducente suono del suo compagno di viaggio, Davide Viterbo. L’evento è organizzato da Anima Mundi.

07/01/2012 spettacolo teatrale “Donne tra mito e tragedia” di Rosaria Ricchiuto presso il castello alle 18,30, è a cura della compagnia teatrale associazione culturale Teatro Solatia.

Fino all’08/01/2012 mostra fotografica “Integrazione” a cura di Integra Onlus, scatti del fotoreporter del Corriere della Sera, Vittorio Arcieri, presso il castello aragonese.

Jenny De Cicco

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+