Tag Archive | "Melpignano"

Borghi della Felicità a Melpignano: nuovo progetto per il benessere


Il progetto Borghi della Felicità – Per un Futuro Sostenibile e basato sulla centralità della persona è stato al centro del consiglio comunale di Melpignano indetto dal sindaco Ivan Stomeo per oggi, alle ore 18, in seduta straordinaria. Il nuovo paradigma dello sviluppo sostenibile, in tempo di crisi, dice che si può ottenere di più, in termini di qualità della vita e di felicità, anche consumando meno risorse, ma questo può accadere solo se si comincia ad attribuire valore economico, anche alle componenti non materiali: cultura, identità e coesione sociale.

Borghi della Felicità è un nuovo progetto strategico dell’associazione Borghi Autentici d’Italia, sviluppato allo scopo di diffondere nuovi esempi di sviluppo all’insegna del benessere, fondati sulla cooperazione e su forme di economia che valorizzino l’enorme patrimonio umano, economico, storico e culturale dei piccoli comuni che punteggiano e rendono unico il nostro Paese. Melpignano è stato scelto, insieme a Saluzzo (CN), come comune pilota per la sperimentazione del progetto, destinato a diffondersi in tutto il sistema Borghi Autentici d’Italia. Il progetto Borghi della Felicità vuole essere per il comune salentino la possibilità di dimostrare come, al di là dell’idea di possesso egoistico, di un non consapevole uso delle risorse naturali, sia realmente possibile preoccuparsi e tendere al benessere della comunità attuale e di quella delle future generazioni.

Nella seduta straordinaria sarà presentato all’intero consiglio comunale di Melpignano il concept del progetto, allo scopo di condividere, con tutte le parti politiche, la proposta e deliberare in merito alla stessa; sarà, inoltre, l’occasione per aprire la sala consigliare ai ragazzi delle scuole di Melpignano, invitati a partecipare e a impegnarsi nella misurazione della felicità del proprio borgo. Durante l’incontro si realizzerà, inoltre, un collegamento in videoconferenza con il consiglio comunale di Saluzzo; è solo il primo passo verso l’attuazione di una delle azioni previste dal progetto, il gemellaggio fra i due borghi coinvolti.

Posted in AttualitàComments (0)

Disegni per bambini nel blu dipinto di blu


Dopo il successo dello scorso anno prende il via Nissan Air Extreme 2012, spettacolo di acrobazie aeree giunto alla seconda edizione. Anche quest’anno sarà l’aviosuperficie Corte de’ Droso, in agro di Melpignano ad accogliere le performance di piloti professionisti per uno spettacolo unico nel cielo del Salento. Novità dell’edizione 2012 la tappa del Salento Balloon Festival, singolare esibizione di Mongolfiere delle Terre Matildiche che coloreranno il cielo della provincia leccese. L’evento si tiene sabato 9 e domenica 10 giugno: le serate saranno accompagnate da musica e degustazioni di prodotti tipici. Spazio anche ai piccoli con lo spettacolo di giullari e saltimbanchi e con il concorso Disegna… al volo”, riservato ai bambini fino a 10 anni. Ogni bambino potrà partecipare al concorso con un disegno in ognuna delle due giornate, le iscrizioni potranno essere effettuate fino alle 17 del 10 giugno esclusivamente presso l’aviosuperficie. La partecipazione all’evento è totalmente gratuita. Risulterà vincitore il bambino che realizzerà il più bel disegno sul tema dell’air show e in genere degli aeroplani, piloti, paracadutisti, acrobati, coinvolti nella manifestazione. Il disegno dovrà essere realizzato solo con i soli materiali messi a disposizione del concorrente dall’organizzatore Air Salento. Il primo classificato vincerà 500 euro in gettoni d’oro, un battesimo del volo a bordo di velivolo ultraleggero e una coppa.

Posted in CulturaComments (0)

Dialoghi Virtuosi a Melpignano


Melpignano, piccolo comune virtuoso del Salento ospiterà la due giorni di Dialoghi Virtuosi 2012 promossa dall’associazione nazionale dei comuni virtuosi. Per l’occasione le associazioni lanciano l’appello per il restauro della chiesa di Sant’Isidoro.
Il 17 e 18 febbraio presso il convento degli Agostiniani Melpignano ospiterà il dibattito con Domenico Finiguerra, sindaco del comune virtuoso di Cassinetta di Lugagnano (Mi), primo comune italiano a zero consumo di territorio, Giuseppe Altieri, agroecologo,  Paolo Sansò, docente di geologia presso l’Università del Salento e Marcello Seclì, presidente della sezione del Sud Salento d’Italia Nostra, coordinerà gli interventi  Oreste Caroppo, Coordinamento Civico di Maglie.
S’inizierà alle 17 del 17 discutendo “Il patto tra i sindaci per salvare paesaggio e ambiente”, quando la virtuosità di un comune diventa bellezza estetica. Nel recente passato il paesaggio ispirava gli artisti, è ora di ritrasferire dalla tela al paesaggio l’antica bellezza. Il bravo amministratore sarà il pittore, seguendo il dodecalogo virtuoso a partire dalla decementificazione e rimboschimento, proseguendo con la rinaturalizzazione, il restauro storico-naturale del paesaggio nel rispetto del genius loci, ispirazione a esso per ogni intervento, bonifica dagli inquinanti, ciclo rifiuti zero, fermare il consumo di territorio, agricoltura incentrata sulla salubrità, recupero della biodiversità naturale e agro-pastorale, conoscenza partecipata del territorio e in fine la tutela dei beni comuni.
L’incontro tratterà anche il raggiungimento di un’intesa per l’inversione di rotta delle rinnovabili selvagge, con l’utilizzazione dei tetti degli edifici su cui installare pannelli fotovoltaici e il divieto d’installazione su tutte le aree agricole, rurali e naturali.
Rifiutare le produzioni di energia che causi emissioni nocive come le biomasse, la promozione del compostaggio in loco delle ramaglie di potatura triturate nei campi e vitando il ricorso ai concimi chimici e la pratica dei roghi nei campi.
Riforestazione razionale e partecipata dal pubblico e dal privato, riducendo la superficie minima utile di suolo per l’accesso alle incentivazioni per i rimboschimenti, oggi in Puglia è di 10 ettari, invece dovrebbe essere ridotta a 1/2 ettaro.
nell’occasione viene lanciato l’appello a Melpignano affinché avvii il recupero dell’antica chiesetta rurale di Sant’Isidoro nella contrada dei Cavalieri Templari, situata sull’antica strada dell’olio che conduceva a Gallipoli. Un’iscrizione posta sul portone di entrata ricorda “divi Isidori eanc aedem venerare viator et sic propitium progredier es iter. A.d. 1731”.
La cappella in pietra leccese, necessità d’un restauro strutturale dell’altare e del campanile a vela, di una copia della tela del santo, trafugata negli anni passati, il tutto senza l’uso di cemento, ma con l’utilizzo d’antichi materiali e tecniche.
Il ritorno all’antico splendore della chiesetta fondata nel 1731, adiacente all’ omonima masseria in contrada san Sidero, da poco svelatosi il territorio di masserie, un antico tenimento medioevale dei cavalieri templari.
Melpignano, in collaborazione con i proprietari  della chiesetta, si prodigherà per salvarla. L’ appello al sindaco Ivan Stomeo, perché prenda a cuore le sorti del luogo di culto, con la collaborazione tra amministrazione, della Soprintendenza ai Beni Culturali e dei proprietari.
Il caso ricorda quello analogo del comune di Botrugno, il quale ha restaurato di recente un’antica chiesa rurale sulla via per Sanarica.

Jenny De Cicco

Posted in CulturaComments (0)

Maglie e Melpignano candidate a ospitare il nuovo ospedale


L’ospedale comprensoriale? Tra Maglie e Melpignano. Arriva a sorpresa l’ultimo colpo di scena in ordine di tempo sulla questione del nosocomio nuovo di zecca che dovrebbe, secondo le intenzioni dei vertici regionali, sostituire le tre strutture del centro Salento, cioè Maglie, Scorrano e Poggiardo. Le ragioni del progetto sono nella riduzione dei costi e una razionalizzazione dei reparti. Idea brillante se non avesse scatenato una serie di accesi campanilismi tra le amministrazioni interessate a diventare la sede prescelta del nosocomio. Le vicende degli scorsi mesi raccontano infatti di interventi amministrativi, politici e di piazza per cercare da un lato di riconvertire le strutture esistenti e dall’altro di ottenere la preferenza nella scelta del nuovo ospedale. Fino a che il nuovo direttore della Asl di Lecce, Valdo Mellone, ha riportato la questione ai nastri di partenza, dichiarando che per la definizione del sito si sarebbero valutati tutti i progetti messi a disposizione dai comuni interessati. Polemiche feroci infatti erano seguite alla notizia informale che alla fine la scelta sarebbe caduta su quanto proposto dall’amministrazione di Muro Leccese, tanto che il primo cittadino di Maglie Antonio Fitto aveva parlato di “mere ragioni di convenienza politica”. L’accordo tra Maglie e Melpignano è stato formalizzato da una lettera inviata nei giorni scorsi in forma congiunta dai due sindaci, Fitto e Ivan Stomeo allo stesso direttore Mellone che “in relazione alla programmata realizzazione di una struttura sanitaria ospedaliera pubblica da parte della Regione Puglia” chiedono “di voler riconsiderare la proposta del comune di Melpignano alla luce della disponibilità di ulteriori terreni in agro di Maglie”. L’amministrazione magliese in pratica, avvertita della candidatura dell’amministrazione grìca che ha garantito alcuni terreni ottenuti da privati, ha fornito ulteriori aree aumentando il respiro del progetto. La nuova struttura avrà notevoli vantaggi logistici perché “sarà accessibile dalla zona Pip del comune di Maglie, sarà posta in prossimità dello snodo Maglie-Casarano-Gallipoli, avrà la possibilità di uno scalo ferroviario (peraltro già previsto a servizio dell’area di insediamenti produttivi esistente) e di un accesso diretto dalla strada statale 275 (così come previsto nel progetto approvato di ammodernamento della stessa)”.

Maurizio Tarantino

Posted in Senza categoriaComments (0)

My Fido, a Melpignano si lotta contro il randagismo


Più attenzione per gli animali, e soprattutto per i cani. Torna per la seconda edizione My Fido, kermesse organizzata dall’Oipa di Lecce, con l’aiuto del comune di Melpignano e quest’anno anche della fondazione “Le Costantine” di Casamassella, oltre che molti altri enti e associazioni. Alle 17 a Melpignano, presso il convento degli Agostiniani, si tiene il seminario dal titolo “Cani, prevenzione e territorio: prodromi ed esempi pratici per una prevenzione dell’abbandono sempre più efficace”, in cui interverranno Rosalba Matassa del Ministero della Salute, Ivan Stomeo, sindaco di Melpignano, Luigi Perrone, presidente dell’Anci Puglia, Fabrizio Santorsola, titolare del Sisina Beach di Savelletri, Raffaele Bello, presidente provinciale dell’Oipa. Verrà allestita nel convento anche un’esposizione dei dipinti della pittrice salentina Antonella Saraceno che, peraltro, omaggerà Santorsola, il primo ad aver dedicato uno stabilimento balneare agli amici a quattro zampe, con un suo dipinto dedicato a chi sta dalla parte degli animali. Purtroppo per chi le attendeva, saranno rimandate, a causa delle previsioni di maltempo, le altre attività all’aria aperta, come il dog walking presso “Le Costantine”, la gara canina di bellezza con dei giurati d’eccezione, i bambini della quinta dell’istituto comprensivo di Melpignano, e le dimostrazioni tra cui quella di sledog, la corsa coi cani da slitta. “Come l’anno scorso – racconta il primo cittadino di Melpignano Ivan Stomeo al settimanale Belpaese – abbiamo sposato l’iniziativa che ci è stata proposta dall’Oipa, e ci siamo messi a disposizione dell’associazione, attraverso le nostre strutture. Ci crediamo tanto a questo progetto e sposiamo da sempre politiche di prevenzione al randagismo”. Si tratta per Melpignano di un’iniziativa di destagionalizzazione, che l’anno scorso a portato a un migliaio di presenze di appassionati provenienti da tutta la Puglia e la Basilicata.

Posted in Ambiente, CronacaComments (0)

Finisce agosto, ma non la musica: gli appuntamenti del weekend


Tanti concerti questa settimana in chiusura del mese di agosto, ma non dell’estate. Il lungo weekend di musica inizia con i concerti di giovedì 25 agosto: dopo aver pubblicato il primo album, il Trio d’eau si esibirà al Menamé di Tricase porto con un repertorio di classici della canzone italiana degli anni ‘50/‘60 reinterpretati con i suoi speciali personalissimi arrangiamenti. Allo Skafè di Uggiano la Chiesa concerto dei Kiss and The Gang: la band offre un viaggio tra i pezzi che hanno fatto la storia della musica dance a partire dagli anni Ottanta. Con abiti alla Tony Manero per i musicisti e costumi luccicanti e colorati per la cantante, i Kiss and The Gang si esibiscono proiettando il pubblico negli anni Ottanta. La band è composta da Maurilio Gigante, voce e basso, Annarita Luceri alla voce, Gabriele Ciullo alla chitarra, Luciano Toma alle tastiere e Lino Lupo alla batteria. La Notte della Taranta fa tappa a Carpignano salentin,o in piazza Duca D’Aosta, a partire dalle 21,30 con i Manekà. Venerdì 26 al parco di Giuggianello, sulla via per Minervino, si esibiranno i Venerdì 17, band tributo ai mitici Pink Floyd. Omaggio invece a una delle più grandi artiste italiane al Cafè del mar di Torre Suda, con i Radio Baccano, che cantano Gianna Nannini. Sabato 27 agosto l’attesissimo concertone finale della Notte della Taranta, con tantissimi ospiti che vengono da ogni parte del mondo come The Chieftains, Justin Adams & Juldeh Camara, Joji Hirota & The Taiko Drummers e tanti altri. Sempre sabato un altro interessantissimo concerto: il fiorentino Max Gazzè si esibirà a Botrugno, in occasione della festa patronale di sant’Oronzo, presentando alcuni brani del nuovo repertorio.

Posted in NightlifeComments (0)

Notte della Taranta, la musica del mondo in attesa del Concertone


Mancano pochi giorni alla serata finale della Notte della Taranta 2011, che quest’anno si svolge il 27 agosto nell’ormai noto scenario del piazzale dell’ex Convento degli Agostianiani di Melpignano. Per il secondo anno consecutivo l’orchestra del concertone finale sarà diretta da Ludovico Einaudi. Negli ultimi anni si sono contate dalle centoventi alle centocinquantamila presenze, che risultano essere, di anno in anno, in crescita costante. Il grande assente quest’anno è Uccio Aloisi (al quale è dedicato il concertone finale), arzillo cantante scomparso nell’ottobre del 2010 dopo aver calcato il palco di Melpignano in moltissime edizioni della manifestazione. Il mondo della pizzica saluta così un altro mito: il concerto del 2008 venne dedicato infatti al re della pizzica, Pino Zimba, a pochi mesi dalla sua scomparsa. Come ogni anno il festival punta a fondere diverse culture, facendo suonare la pizzica a musicisti provenienti da ogni parte del modo, come il compositore e pluristrumentista giapponese Joji Hirota, maestro di taiko, accompagnato dai percussionisti del Taiko Drummers e una delle più belle voci del flamenco, il madrileno Diego El Cigala. E ancora: i Chieftains, band folk irlandese nota soprattutto per aver scritto la premiata colonna sonora del film “Barry Lyndon” di Stanley Kubrick, i chitarristi e compositori Justin Adams, che viene dall’Inghilterra, collaboratore, tra gli altri, di Brian Eno e Robert Plant e Juldeh Camara; il maliano Ballaké Sissoko, suonatore della Kora, strumento tradizionale dell’etnia Mandinka, diffusa in Africa occidentale, e, dalla Turchia il musicista e dj Mercan Dede. Direttamente dal Salento, nonché da tutte le radio nazionali, il raggamuffin dei Sud Sound System. E ancora dal Salento Officina Zoè e Antonio Castrignanò.

Le tappe che precedono il concertone finale proseguiranno fino a giovedì: martedì 23 agosto la taranta passa dalla piazza di Cutrofiano dove si esibiranno i Triace, mercoledì 24 è la volta degli Ariacorte a Martignano in piazza della Repubblica e giovedì 25 a Carpignano Salentino in piazza Duca D’Aosta saliranno sul palco i Manekà.

Luana Campa

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)

Al via il festival itinerante della Notte della Taranta


Tanta pizzica e attesa per il concertone. Inizia giovedì 11 agosto il festival itinerante della “Notte della Taranta”, e con esso parte anche il conto alla rovescia in attesa del concertone finale che si terrà a Melpignano il 27 agosto. Un’edizione da ricordare, la numero 14, promossa e organizzata dalla Fondazione La Notte della Taranta con il patrocinio della Regione Puglia e della Provincia di Lecce. E non solo per la partecipazione di Ludovico Einaudi, che torna sul palco di Melpignano nelle vesti di maestro concertatore dopo una serie di successi internazionali, ma soprattutto per l’omaggio al grande cantore Uccio Aloisi, scomparso lo scorso ottobre, cui l’intero festival è dedicato. Protagonista indiscussa la pizzica, simbolo incontrastato della cultura musicale salentina, che nelle sere dall’11 al 25 agosto passerà per quattordici piazze del Salento coinvolgendo i tanti presenti a suon di tamburello in ronde e danze senza fine. Non solo Grecìa Salentina: la parola d’ordine, con un progetto inaugurato già lo scorso anno che ha lo scopo di allargare sempre più i confini di questa manifestazione, sembra essere internazionalità, e così si farà tappa anche a Lecce, cuore pulsante del Salento. Ad aprire le danze saranno i Fonarà, a Corigliano d’Otranto, giovedì 11 agosto alle 21,30, per poi lasciare spazio tra gli altri a Daniele Durante e all’Antonio Amato Ensemble. Il giorno successivo sarà la volta di Cursi. Sabato 13 agosto il palcoscenico del festival itinerante sarà la villa comunale di Zollino, tra gli ospiti i Mascarimirì Gitanistan Orchestra e ad accompagnarli il sax di Raffaele Casarano, ma la serata successiva i riflettori saranno puntati su piazza Sant’Oronzo, a Lecce, che farà da cornice a un concerto targato Nidi d’Arac, Radiodervish e Alessia Tondo, con la presenza dell’ensemble dell’orchestra della Notte della Taranta. Una breve sosta il 15 agosto, per poi ripartire il giorno successivo facendo tappa a Galatina, e ancora a seguire a Castrignano dei Greci, a Sternatia, a Martano, a Calimera, a Soleto, ad Alessano, a Cutrofiano, a Martignano, e infine a Carpignano, per poi concludere la rassegna con il concertone di Melpignano. Tantissimi gli ospiti del festival itinerante: Transalento e BandAdriatica che si contenderanno il palco di Sternatia, Kalàscima e Alla Bua che accenderanno Martano a suon di pizzica, e ancora i Briganti di Terra d’Otranto, i Tamburellisti di Torrepaduli, Taranta Social Club e tanti altri. Grande attesa anche per i progetti speciali: alcuni degli ospiti del concertone finale impreziosiranno le quattro tappe conclusive del festival, a partire da Alessano il 22 agosto con l’incontro tra il Canzoniere Grecanico Salentino e il maestro di Kora Ballakè Sissoko. Il 23 a Cutrofiano sarà la volta dei Salentorkestra che si esibiranno con il duo Ju-Ju, composto da Justin Adams e Juldeh Camara, a Martignano per la serata successiva si metterà in scena un connubio atipico perché alla pizzica degli Officina Zoè si mescolerà la tradizione folcloristica turca contaminata dalle innovazioni dell’elettronica di Mercan Dede e dei Secret Tribe. E, per chiudere in bellezza il festival, ampio spazio agli ambasciatori della musica irlandese, i Chieftains che, in attesa della loro esibizione del 27 sul palco di Melpignano, si faranno affiancare a Carpignano Salentino da Antonio Castrignanò.

Alessandra Ragusa

notte-della-taranta-nel-salento

Posted in Eventi e SpettacoliComments (0)


Slideshow

Iscriviti alla Newsletter

Subscribe to our newsletter

You will receive an email with the confirmation link (check your spam folder if NOT)
Sendit Wordpress newsletter
Sendit Wordpress newsletter

Paperback Writers

Tag Cloud

PHVsPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZHNfcm90YXRlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzE8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjViLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzM8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVjLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX2ltYWdlXzQ8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzEyNXgxMjVkLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV9hZHNlbnNlPC9zdHJvbmc+IC0gPHNjcmlwdCB0eXBlPVwidGV4dC9qYXZhc2NyaXB0XCIgbGFuZ3VhZ2U9XCJKYXZhU2NyaXB0XCI+DQo8IS0tDQoNCmZ1bmN0aW9uIHJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCl7DQp2YXIgbXlpbWFnZXM9bmV3IEFycmF5KCkNCm15aW1hZ2VzWzFdPVwiL3dwLWNvbnRlbnQvdXBsb2Fkcy8yMDEyLzA1L2Jhbm5lci4tc2NoaXRvLmpwZ1wiDQoNCg0KDQoNCnZhciBpbWFnZWxpbmtzPW5ldyBBcnJheSgpDQppbWFnZWxpbmtzWzFdPVwiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8yMDEyLzA0LzMwL2FudG9uaW8tc2NoaXRvLWludGVydmlzdGEtZG9wcGlhL1wiDQoNCg0KDQp2YXIgcnk9TWF0aC5mbG9vcihNYXRoLnJhbmRvbSgpKm15aW1hZ2VzLmxlbmd0aCkNCmlmIChyeT09MCkNCnJ5PTENCmRvY3VtZW50LndyaXRlKFwnPGEgaHJlZj1cJytcJ1wiXCcraW1hZ2VsaW5rc1tyeV0rXCdcIlwnK1wnIFRBUkdFVD1cIl9ibGFua1wiPjxpbWcgc3JjPVwiXCcrbXlpbWFnZXNbcnldK1wnXCIgPjwvYT5cJykNCn0NCnJhbmRvbV9pbWdsaW5rKCkNCi8vLS0+DQo8L3NjcmlwdD48L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfZGlzYWJsZTwvc3Ryb25nPiAtIHRydWU8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF9tcHVfaW1hZ2U8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb20vYWRzLzMwMHgyNTBhLmpwZzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX21wdV91cmw8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfYWRzZW5zZTwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9kaXNhYmxlPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3RvcF9pbWFnZTwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly9vdHJhbnRvLmlub25kYS5sZS5pdC93cC1jb250ZW50L3RoZW1lcy9wb3J0YWwvYWRzLzQ2OHg2MC9ubTQ2OHg2MC5naWY8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF90b3BfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL290cmFudG8uaW5vbmRhLmxlLml0Lz9wPTk5MTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF8xPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWRfdXJsXzI8L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lndvb3RoZW1lcy5jb208L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19hZF91cmxfMzwvc3Ryb25nPiAtIGh0dHA6Ly93d3cud29vdGhlbWVzLmNvbTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2FkX3VybF80PC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYWx0X3N0eWxlc2hlZXQ8L3N0cm9uZz4gLSBsaWdodGJsdWUuY3NzPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fYXV0aG9yPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2F1dG9faW1nPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2N1c3RvbV9jc3M8L3N0cm9uZz4gLSA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19jdXN0b21fZmF2aWNvbjwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlYXR1cmVkX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gUHJpbW8gUGlhbm88L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19mZWF0X2VudHJpZXM8L3N0cm9uZz4gLSA0PC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZmVlZGJ1cm5lcl9pZDwvc3Ryb25nPiAtIDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2ZlZWRidXJuZXJfdXJsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC8/ZmVlZD1yc3MyPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fZ29vZ2xlX2FuYWx5dGljczwvc3Ryb25nPiAtIDxzY3JpcHQ+DQogIChmdW5jdGlvbihpLHMsbyxnLHIsYSxtKXtpW1wnR29vZ2xlQW5hbHl0aWNzT2JqZWN0XCddPXI7aVtyXT1pW3JdfHxmdW5jdGlvbigpew0KICAoaVtyXS5xPWlbcl0ucXx8W10pLnB1c2goYXJndW1lbnRzKX0saVtyXS5sPTEqbmV3IERhdGUoKTthPXMuY3JlYXRlRWxlbWVudChvKSwNCiAgbT1zLmdldEVsZW1lbnRzQnlUYWdOYW1lKG8pWzBdO2EuYXN5bmM9MTthLnNyYz1nO20ucGFyZW50Tm9kZS5pbnNlcnRCZWZvcmUoYSxtKQ0KICB9KSh3aW5kb3csZG9jdW1lbnQsXCdzY3JpcHRcJyxcJy8vd3d3Lmdvb2dsZS1hbmFseXRpY3MuY29tL2FuYWx5dGljcy5qc1wnLFwnZ2FcJyk7DQoNCiAgZ2EoXCdjcmVhdGVcJywgXCdVQS0yMDQ3MTcwNC0xXCcsIFwnYXV0b1wnKTsNCmdhKFwnc2V0XCcsIFwnYW5vbnltaXplSXBcJywgdHJ1ZSk7DQogIGdhKFwnc2VuZFwnLCBcJ3BhZ2V2aWV3XCcpOw0KDQo8L3NjcmlwdD4NCg0KPHNjcmlwdD4NCiAgKGZ1bmN0aW9uKGkscyxvLGcscixhLG0pe2lbXCdHb29nbGVBbmFseXRpY3NPYmplY3RcJ109cjtpW3JdPWlbcl18fGZ1bmN0aW9uKCl7DQogIChpW3JdLnE9aVtyXS5xfHxbXSkucHVzaChhcmd1bWVudHMpfSxpW3JdLmw9MSpuZXcgRGF0ZSgpO2E9cy5jcmVhdGVFbGVtZW50KG8pLA0KICBtPXMuZ2V0RWxlbWVudHNCeVRhZ05hbWUobylbMF07YS5hc3luYz0xO2Euc3JjPWc7bS5wYXJlbnROb2RlLmluc2VydEJlZm9yZShhLG0pDQogIH0pKHdpbmRvdyxkb2N1bWVudCxcJ3NjcmlwdFwnLFwnLy93d3cuZ29vZ2xlLWFuYWx5dGljcy5jb20vYW5hbHl0aWNzLmpzXCcsXCdnYVwnKTsNCg0KICBnYShcJ2NyZWF0ZVwnLCBcJ1VBLTIwNDk2ODEzLTFcJywgXCdhdXRvXCcpOw0KZ2EoXCdzZXRcJywgXCdhbm9ueW1pemVJcFwnLCB0cnVlKTsNCiAgZ2EoXCdzZW5kXCcsIFwncGFnZXZpZXdcJyk7DQoNCjwvc2NyaXB0Pg0KPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZTwvc3Ryb25nPiAtIGZhbHNlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29faG9tZV90aHVtYl9oZWlnaHQ8L3N0cm9uZz4gLSA1NzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2hvbWVfdGh1bWJfd2lkdGg8L3N0cm9uZz4gLSAxMDA8L2xpPjxsaT48c3Ryb25nPndvb19pbWFnZV9zaW5nbGU8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX2xvZ288L3N0cm9uZz4gLSBodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fbWFudWFsPC9zdHJvbmc+IC0gaHR0cDovL3d3dy53b290aGVtZXMuY29tL3N1cHBvcnQvdGhlbWUtZG9jdW1lbnRhdGlvbi9nYXpldHRlLWVkaXRpb24vPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fcmVzaXplPC9zdHJvbmc+IC0gdHJ1ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3J0bmFtZTwvc3Ryb25nPiAtIHdvbzwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfY2Fyb3VzZWw8L3N0cm9uZz4gLSBmYWxzZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3Nob3dfdmlkZW88L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fc2luZ2xlX2hlaWdodDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3NpbmdsZV93aWR0aDwvc3Ryb25nPiAtIDIwMDwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3RhYnM8L3N0cm9uZz4gLSB0cnVlPC9saT48bGk+PHN0cm9uZz53b29fdGhlbWVuYW1lPC9zdHJvbmc+IC0gR2F6ZXR0ZTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3VwbG9hZHM8L3N0cm9uZz4gLSBhOjg6e2k6MDtzOjYxOiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMTAtbG9nbzQuanBnIjtpOjE7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzktbG9nbzQuanBnIjtpOjI7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzgtbG9nbzMuanBnIjtpOjM7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzctbG9nbzMuanBnIjtpOjQ7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzYtbG9nbzMuanBnIjtpOjU7czo2MDoiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzUtbG9nbzIuanBnIjtpOjY7czo1OToiaHR0cDovL3d3dy5vdHJhbnRvb2dnaS5pdC93cC1jb250ZW50L3dvb191cGxvYWRzLzQtbG9nby5qcGciO2k6NztzOjU5OiJodHRwOi8vd3d3Lm90cmFudG9vZ2dpLml0L3dwLWNvbnRlbnQvd29vX3VwbG9hZHMvMy1sb2dvLmpwZyI7fTwvbGk+PGxpPjxzdHJvbmc+d29vX3ZpZGVvX2NhdGVnb3J5PC9zdHJvbmc+IC0gVmlkZW88L2xpPjwvdWw+